0

Come catturare l’attenzione del lettore in 10 secondi

Il tuo obiettivo è semplice: devi intercettare l’attenzione del lettore. E lo devi fare subito. Perché sei riuscito a portarlo sul tuo blog grazie a una buona ottimizzazione SEO, oppure è tutto merito dei social.

Forse le visite arrivano dai link in entrata – sempre ottimi per il successo del tuo progetto – o dal feed reader. O ancora dalla barra dei preferiti. Le fonti di traffico sono diverse. Ma l’obiettivo è sempre lo stesso: catturare l’attenzione del lettore e mantenerlo sulla pagina. Non devi lasciarlo scappare.

attenzione del lettore

Sì perché il lettore scappa. Come suggerisce anche il Time, le persone che cliccano su una pagina non equivalgono a quelle che leggono il contenuto. Gli editori hanno esaltato il pageview, il numero che indica quante volte è stata caricata una pagina web. Poi il dubbio: ma che stiamo facendo?

Non è detto che le persone leggano i contenuti di una pagina. Forse si dovrebbero incrociare questi dati con i tempi di permanenza. Ricerche successive hanno dimostrato che la maggior parte delle persone che cliccano non leggono. Il 55% dei click ha speso meno di 15 secondi su una pagina.

Continue Reading

11

Caro freelance, ecco perché non andrai in ferie

“Cerco l’estate tutto l’anno, e all’improvviso eccola qua.”

Adriano Celentano sintetizza con maestria quel sentimento agrodolce che accompagna la ricerca e l’arrivo dell’estate. O semplicemente della “staggione” come si dice a Napoli.

estate

Perché l’estate merita il titolo ultimo: “a staggion”. L’estate è la regina delle stagioni perché il clima permette di andare al mare, perché la gente viene invasa da uno strano senso di euforia. E perché siamo più belli con l’abbronzatura e il ciuffo che riprende tinte nordiche grazie al potere del sole.

Sempre per chi ha ancora i capelli, ovvio.

Ma l’estate piace soprattutto perché, nell’immaginario collettivo, agosto è il mese delle ferie. Sì ma per chi? Per il dipendente forse. Per il freelance no, il freelance non ha le ferie. Non esistono ferie per il freelance. “Show must go on” cantava Freddie Mercury, e questo vale anche per te.

Perché un freelance non può andare in ferie? Ci sono diversi motivi, provo a fare un’analisi in base alla mia conoscenza del settore. Ho una buona esperienza come web writer: non posso cogliere tutte le sfumature dei liberi professionisti, ma sono sicuro che il problema chiave è lo stesso.
Continue Reading

0

Scrivere online: 3 consigli per sedurre i lettori

Tutti blogger nel tempo della democrazia digitale e della scrittura online. E tutti web editor. Perché diciamolo: ognuno può aprire un blog gratis, pubblicare post, articoli, news e diventare da un giorno all’altro uno scrittore.

Come sedurre i tuoi lettori

Vuoi sedurre i tuoi lettori?

Ma se la rete è uno spazio democratico (almeno così pare), i tuoi lettori sono dei tiranni e decidono le sorti della tua esistenza editoriale puntandoti contro il fucile della loro attenzione.

Al primo errore, fuoco! Abbandonano la tua pagina e sei morto.

Continue Reading

6

4 parole da evitare nella tua headline

Sai bene che l’headline è decisiva nell’economia di un post. Il titolo rappresenta l’esca che attrae il lettore. Non puoi fare a meno di un buon titolo se vuoi puntare al successo: i tuoi articoli migliori hanno bisogno di un’attenta riflessione per catturare l’attenzione (e i click) del tuo pubblico.

Anche perché l’headline, nel mondo del blogging, si trasforma in tag title. Ovvero quella stringa di testo che Google valuta con attenzione per definire il posizionamento di una pagina, ma che diventa fondamentale in termini di persuasive copy. Il tag title, infatti, viene richiamato nella serp e nei social.

parole headline

Ovvero due situazioni in cui le persone scelgono i contenuti da leggere, linkare, commentare e condividere. Qui devi essere incisivo, devi mettere in campo tutte le tue capacità di copywriter per attirare visite preziose. E dare una possibilità in più a quell’articolo che hai scritto con cura certosina.

Ci sono diverse tecniche per migliorare le tue headline, e mille modelli da usare come base per ottenere buoni risultati. Poi ci sono i consigli che funzionano sempre, e le parole che fanno scattare l’attenzione. Le famose trigger word. Ma quali sono le parole da non usare mai in un titolo?

Continue Reading

2

Per scrivere bene hai bisogno di equilibrio

Se ne parlava l’altro giorno in un post sul profilo Facebook di Ludovica De Luca: cos’è che un web writer non deve mai fare o ignorare o sottovalutare? Le risposte sono state varie: la grammatica, la sicurezza, lo stile. Senza dimenticare la pianificazione finanziaria e la coerenza professionale.

scrivere bene

Ma anche seguire il proprio modo di scrivere. Devi usare le tue parole.

Sono d’accordo. Ma c’è un dettaglio da sottolineare e l’ho scritto anche nel post di Ludovica: è sufficiente scrivere per se stessi e seguire solo ed esclusivamente il proprio istinto? La scrittura online è solo un esercizio personale o deve mettere al centro le esigenze del pubblico?

Continue Reading