2

Come uscire dalla selva delle revisioni

Sei un copywriter, un blogger, un webwriter. Insomma, scrivi per guadagnare il pane che porti a tavola. E hai una routine: tu scrivi, il cliente paga. Tutto bene. Ciao, alla prossima. Spettacolare.

Ma non funziona sempre così. Anzi, nella maggior parte dei casi il cliente rimanda indietro il testo per una revisione. A volte le revisioni sono due. Tre. Quattro. Anche cinque. Il rischio è quello di rimanere a vita nella foresta incantata delle revisioni. Non te lo auguro, sai?

revisioni

Ti piace questa foto? Condividila su Twitter!

I creativi (non solo chi scrive) conoscono questo nodo. I principianti vanno in crisi in questi casi. E anche i freelance esperti hanno bisogno di un confronto per risolvere il problema. Obiettivo? Massima soddisfazione per il cliente e ottimizzazione dei tempi.

Devo cambiare la mia strategia, e ottimizzare un paio di punti che voglio condividere con te.

Continue Reading

16

Perché sono tutti leoni su Facebook?

Niente articolo tecnico oggi. Se vuoi leggere qualcosa per migliorare il tuo modo di fare blogging puoi andare nella categoria Copywriting. Oppure puoi leggere questo post dedicato allo storytelling.

Oggi voglio affrontare un tema che mi sta a cuore: la rabbia che le persone riversano su Facebook. Sono tutti leoni, sono tutti eroi e paladini. Ieri ho avuto modo di ammirare l’epica figuraccia di un candidato sindaco della Lega che ha insultato Selvaggia Lucarelli sulla sua bacheca Facebook.

Selvaggia pubblica una foto in cui si vede una bimba morta in mare, una migrante, e il leghista la etichetta in modo volgare. Lei, giustamente, in diretta radio lo chiama e pretende le scuse.

Non è la prima volta che Selvaggia Lucarelli chiama a casa delle persone che la insultano: loro continuano a farlo e lei continua a chiamare. E fa bene. Ma qual è il fil rouge che unisce gli episodi?

Continue Reading

14

La bellezza salverà il mondo. Ma anche il tuo blog!

La bellezza salverà il mondo. Sai cosa? Salverà anche il tuo blog. Quando tutti parlano di SEO Copywriting, di scrittura pensata per i motori di ricerca, io esalto la frase del principe Miškin ne L’idiota di Dostoevskij. La bellezza salverà il mondo. E anche il tuo blog. Non sei convinto, vero?

Fermati un attimo. Respira. Stai per scrivere un altro post. Lo stai scrivendo per il tuo blog o per quello del tuo cliente. Poco importa, hai degli obiettivi, vuoi raggiungere un punto lontano. Un punto astratto.

bellezza blog

A cosa pensi? Alle keyword. Alle query. Alle ricerche degli utenti. Su Fare blogging hai letto che che devi lavorare sulle esigenze reali delle persone. Va bene, appoggio questa tesi (posso per caso fare diversamente?). Però, ora che hai finito di scrivere, ti chiedo una cortesia.

Continue Reading

14

A volte devi semplicemente chiudere la partita IVA

Già. Troverai centinaia di articoli dedicati alla fantastica avventura del mondo freelance, articoli che ti spiegheranno come aprire una partita IVA e affrontare ogni giorno una nuova avventura.

Padrone di te stesso, dicevano. Certo che è faticoso gestire un’attività freelance, ma è piena di soddisfazioni. Perché ci sei tu e il cliente. Anzi, i clienti. Non hai un superiore che ti indica cosa fare: devi agire, e lo devi fare bene. Altrimenti il cliente andrà via. E tu dovrai pagare una marea di tasse.

Quindi costruisci il successo con le tue mani. Sei la chiave del tuo successo. Bello. Mi piace. E piace anche ad altre persone. Non è difficile trovare professionisti che si licenziano per diventare freelance.

Ma a volte devi chiudere la partita IVA e accettare il posto di lavoro. L’occupazione è in aumento, almeno così dicono. Merito del Jobs Act. Le aziende ricominciano ad assumere. Forse è arrivato il momento di chiudere questa parentesi e ritornare a essere dipendente.

Continue Reading

3

Come cambia (ma cambia?) la scrittura per i lettori mobile

Non si parla d’altro in questi giorni: dal 21 aprile (quindi oggi) Google favorirà i siti mobile friendly. Chi avrà puntato su una strategia mobile avrà maggiori opportunità di ottenere i risultati sperati nella serp.

scrittura mobile

Il ragionamento che fa Google: devo restituire il miglior risultato possibile, la penetrazione del mobile è in aumento, non possiamo tollerare siti e blog incapaci di integrarsi con queste tecnologie.

L’utente al centro delle ricerche, questo è il principio. Perché realizzare un blog ottimizzato per il mobile? Leggere un articolo in versione desktop su un telefonino è piacevole come una martellata sui denti: non riesci a organizzare la lettura, devi pizzicare e adattare lo schermo in continuazione.

Continue Reading