2

Obiettivo? Diventare ispirazione

C’è un ultimo step per la carriera di un blogger: diventare ispirazione. Ed è il passaggio più difficile.

Soprattutto per i blog professionali. Di solito i blogger personali sono… personali. Non hanno uno scopo preciso, si basano sulla semplice pubblicazione di pensieri sparsi.

I blog professionali, invece, si ritrovano spesso e volentieri in un approccio schematico.

diventare ispirazione

I blog professionali iniziano, di solito, con un approccio informativo. Con un semplice rilancio di notizie e tutorial senza nerbo. Il profilo è acerbo, la professionalità non è ancora formata.

Si passa a un approccio specifico, e gli articoli diventano qualcosa di diverso. Iniziano a seguire le indicazioni del pubblico. Senza forzature, con naturalezza.

La gavetta è dura, ma alla fine individui il tratto che permette al tuo articolo di distinguersi: l’opinione. Ecco, questa è la punta di diamante.

L’opinione salverà il tuo blog dall’anomia.

Ma alla fine di questo percorso c’è il traguardo: diventare ispirazione. Diventare un faro per una nicchia.

Come diventare ispirazione? Non lo so. Nessuno lo sa.

Chi ispira non segue una scaletta, un programma preciso. Chi ispira segue la propria arte. Non ha paura. Lascia che sia l’istinto a parlare. Se è rischioso? Certo, è molto rischioso.

Che domande…

Non tutti hanno la stoffa del leader. Non tutti possono diventare ispirazione. Molti devono pubblicare opinioni. Altri ancora devono scrivere news e tutorial.

Ben inteso: va bene così. Non è una gara. Ma una questione di attitudine.

Per diventare ispirazione devi avere qualcosa da dire. Qualcosa di speciale. E devi dimenticare la paura.

Ce la farai?

 

0

Raccogliere informazioni: è importante per un blogger?

Accidenti, è molto importante. Raccogliere informazioni non è un’attività utile solo all’aspirante agente dei servizi segreti. Anzi, scommetto che anche tu blogger potresti ottenere grandi vantaggi da questa attività.

raccogliere informazioni

Un lavoro certosino – Fonte immagine

Raccogliere, filtrare e archiviare: questo processo è trasversale, interessa una buona fetta delle professioni del web. Infatti non voglio descrivere tutte le sfaccettature di questa operazione, ma solo quelle che si avvicinano al mondo del blogging.

Facciamo un passo indietro: cosa significa raccogliere informazioni? Dipende dai punti di vista, dagli scopi e dalla situazione. Come blogger contestualizzo questo tema in due settori: cura delle fonti e analisi del lettore.

Continue Reading

10

Parole Inglesi: come usarle nel blogging

Mi hanno accusato di esterofilia linguistica. Ovvero di usare troppe parole straniere. Inglesi per la precisione. Mai una gioia, oh…

Scherzi a parte, un lettore mi ha fatto notare l’uso spropositato di parole inglesi. “Mainstream, Content, Experience, Pillar, Case, Bullett… Ma siamo davvero sicuri che sia necessario usarli tutti  questi termini”?

parole inglesi

Una grande tastiera per grandi parole – Fonte immagine

Dipende dalla nicchia. Premessa doverosa: a mio giudizio non credo di aver abusato con i forestierismi. Ma questo è solo il mio parere: in realtà su My Social Web amo scrivere senza pormi il problemi.

Perché ho specificato il nome del blog? Semplicemente perché qui ho ben presente il lettore medio. Modello la scrittura pensando a chi dovrà leggere l’articolo. E uso le parole inglesi come sinonimi.

Bullet list, ad esempio, viene usata come sinonimo di lista puntata. Ma lo faccio qui e ora. In testo dedicato a un pubblico diverso, la mia attenzione nei confronti delle parole inglesi sarà differente.

Continue Reading

5

Perché la tua nicchia ama determinati contenuti?

Stai lavorando sulla nicchia, giusto? Questo è uno dei principi base per fare blogging: abbandonare un pubblico mainstream, ovvero generico, e dirigere la creazione dei contenuti verso un target specifico, specializzato. Verso una nicchia.

Non sempre è facile raggiungere l’obiettivo perché la nicchia è difficile da individuare. Cambia, si sposta: non ci sono indicazioni chiare. E soprattutto non puoi tradirla. Rischi di perderla definitivamente.

contenuti

Ma una content strategy, lo sai, non può fare affidamento solo su un’unica strada: ci sono le immagini, i video, i contenuti gratuiti, i PDF. E ci sono, ovviamente, gli articoli pubblicati del blog.

Concentriamoci su quest’ultimo punto. Tu pubblichi senza pensare al domani. Alterni temi e tipologie di post, crei delle ottime experience per il tuo pubblico. Ma sai perché i lettori amano i contenuti che pubblichi sul post? Scopriamolo insieme.

Continue Reading

3

Conversazioni su Twitter: 6 tipologie da analizzare

Ok, sai a cosa serve Twitter? A fare conversazione.

Certo che puoi inviare i link del tuo blog, ci mancherebbe. Ma è ovvio che puoi inviare anche le foto e che puoi commentare gli eventi che segui. Ricorda, però, che le conversazioni su Twitter sono importanti.

twitter

Perché attraverso questi scambi puoi creare connessioni, puoi mostrare il lato umano della tua attività di blogger, della tua vita aziendale e di freelance. Questo è il modo giusto per accorciare le distanze.

Ma tu sai come si articolano le conversazioni su Twitter? Voglio dire… sai come si creano e come interagiscono i gruppi? Io me lo sono sempre chiesto, ma con questa ricerca pubblicata da Pewresearch tutto appare chiaro.

I dati raccolti hanno permesso agli studiosi di individuare sei tipi di conversazioni su Twitter. Sei tipi. Non uno o due. Le conversazioni si articolano attraverso dei network che si fondono e si moltiplicano.

Vuoi sapere come?

Continue Reading