4

Quanto costa (veramente) un blog?

La domanda è chiara: quanto costa un blog? Difficile rispondere alla domanda, potrei bypassare il problema tirando in ballo una certa dose di relativismo. Dipende, ecco. In realtà la questione è più importante di ciò che sembra, soprattutto se abbandoni per un attimo la prospettiva del professionista.

quanto costa un blog

Il punto è questo: ragioni sempre con la testa del blogger, dell’esperto SEO, del social media marketer. Per te tutto questo è un investimento. Ed è vero, hai ragione. Però l’imprenditore non illuminato o l’aspirante web writer che sta per aprire un diario online ha un’idea differente. Vuole sapere quanto costa farsi fare un blog, quali sono le spese e quale sarebbe un ipotetico preventivo.

Già, non tutti sono in grado di creare un blog da zero. È facile per te, per me. Ma non per tutti. Quindi la domanda si rincorre tra le maglie del web: quanto costa un blog? Questo strumento ha le sue spese, ma sono sicuro che alla fine sarai d’accordo con me: il vero investimento è sul lungo periodo.

Continue Reading

7

Come aprire e gestire un blog aziendale di successo

Vuoi creare un blog aziendale di successo e capace di farti vendere? Lo capisco, ho clienti che ragionano in questo modo: le cose vanno male, ho bisogno del blog, delle visite, delle condivisioni. E di tutto il necessario per ottenere buoni risultati. Ma te lo dico subito: è difficile.

creare un blog aziendale

È molto difficile aprire un blog aziendale e ottenere gli esiti immaginati. Motivo? Il diario online vuole tempo. Deve essere gestito da persone esperte e non puoi improvvisare. Se ci metti che la concorrenza è sempre dietro l’angolo puoi ben capire la mia preoccupazione.

Nonostante questo passaggio io credo che il corporate blog sia uno degli strumenti migliori per ottenere buoni risultati. E per risultati intendo un’unica cosa: il fatturato. Non le visite, non le condivisioni o i commenti. Lavorare in questa direzione vuol dire investire, e non poco.

Per questo devi puntare le tue risorse nella strada giusta: devi costruire un blog, magari partendo da un sito web istituzionale, e devi individuare gli argomenti da affrontare nella gestione ordinaria del calendario editoriale. Tutto questo è facile? Non credo, ma voglio aiutarti.

Continue Reading

4

Above the fold: come superare la prova dei 10 secondi

Cosa succede quando una persona atterra su un articolo del blog? Raccoglie informazioni per capire se è arrivato nel posto giusto. E ancora, sai quanto tempo hai per attirare la sua attenzione? Poco, molto poco: tutto si concentra nella sezione above the fold. Qui devi dare il massimo.

Above the fold

Devi far capire che hai lavorato bene, che hai racchiuso le notizie per rispondere a un’esigenza. Perché hai tutte le carte in regola: hai un piano editoriale, hai un calendario con i titoli da sviluppare. Hai pianificato la gestione della pagina Facebook e di Twitter per creare una community.

Ora devi convincere il pubblico a rimanere sulle pagine. Quindi devi curare la leggibilità del testo, devi fare in modo che la fruizione sia semplice, leggera, poco impegnativa. Il principio di Jakob Nielsen vale sempre: le persone non leggono, scannerizzano. Ma soprattutto lasciano le pagine web in breve tempo se non trovano quello che cercano. Ecco perché devi lavorare above the fold. Ma come?

Continue Reading

10

Conviene parlare di risultati garantiti sul web?

Posso parlare e puntare sui risultati garantiti nel lavoro online? Voglio dire, è eticamente giusto dare al cliente delle certezze sul proprio lavoro? Una persona sensata direbbe sì, è giusto e necessario. Paghi per creare un blog e io eseguo il lavoro, quindi è giusto avere delle garanzie sulla qualità finale.

risultati garantiti

Stesso discorso per i web writer: mi paghi l’articolo e io lo consegno. Ma questo ragionamento non riguarda la garanzia del risultato, solo quello del lavoro eseguito a regola d’arte. Che già sarebbe tanto in certi casi. Ma puntare sui numeri certi quando si tratta di lead, vendite e clienti diventa difficile.

Molto difficile. Perché un progetto web è dannatamente articolato. Anche una piccola attività deve prendere in considerazione mille elementi. Beh, forse mille no ma c’è bisogno di una strategia. E magari di un sito web affidabile, di un SEO, di un social media manager ma anche di un copywriter.

Continue Reading

6

Come imparare a scrivere ovunque e a ignorare le distrazioni

Una delle caratteristiche personali per aumentare la produttività del mio blog: io riesco a scrivere senza distrazioni, in ogni situazione. E in ogni circostanza. Sul treno, in aereo, sulla nave, mentre aspetto il mio turno dal dottore o alla posta. Riesco a isolarmi in qualsiasi situazione.

scrivere senza distrazioni

Sai questo cos’è? Un pregio. Ho tanti difetti ma custodisco questo dono divino per scrivere sempre e in qualsiasi situazione. Però aspetta, non è proprio così: questa possibilità non mi viene calata dall’alto, ma è una caratteristica sviluppata nel tempo. Non sono sempre stato così efficace.

Anche io avevo problemi di concentrazione, non riuscivo a scrivere in qualsiasi situazione e perdevo tempo. Lo spettro della pagina bianca era sempre dietro l’angolo, il blocco dello scrittore quando ero in viaggio non lasciava pietà. Però quando inizi viaggiare per lavoro devi organizzare gli impegni.

Quindi scrivere fuori ufficio diventa indispensabile. Ti dà la possibilità di risparmiare tempo prezioso. Prima non ci riuscivo e oggi posso scrivere senza distrazioni e anticipare gli articoli, anche quando mi ritrovo in un covo di bambini che piangono e adolescenti in gita. Come ho fatto?

Continue Reading