6

Slideshare, numeri gonfiati e il tag #bestofslideshare

0 Flares 0 Flares ×

Come tanti anche io ho un account Slideshare per condividere le slide delle mie lezioni all’università. Trattando i soliti argomenti “barbosi” non ho mai vantato un numero impressionante di visite. Ma oggi ho ricevuto una bella sorpresa.

Slideshare

Nel pomeriggio, infatti, mi arriva  una mail dallo staff di Slideshare nella quale si congratulano con me per aver ricevuto un numero impressionante di visite ed essere una RockStar delle Slide. Maddai… ecco il testo della mail per intero:

We’ve noticed that your slideshow on SlideShare has been getting a LOT of views in the last 24 hours. Great job … you must be doing something right. ;-) Why don’t you tweet or blog this? Use the hashtag #bestofslideshare so we can track the conversation.

Sono andato subito a controllare il mio account e ho notato che, in effetti, le visite erano aumentate. A dire il vero un po’ troppo: pochi giorni prima ero piazzato sulle 200 – 400 view e oggi mi son ritrovato con 8.000 persone che si erano sorbite le mie slide!

Il mistero si scopre almeno in parte quando alcuni amici mi raccontano di aver ricevuto una mail di congratulazioni da Slideshare con lo stesso testo riportato in precedenza. Infine, in serata le statistiche ritornano alla normalità: peccato, mi sarebbe piaciuto essere una RockStar di Slideshar.

Resta da scoprire chi ha effettivamente mandato la mail (l’indirizzo è un noreply di Slideshare), come ha gonfiato le visualizzazioni delle slide (il mio account registra veramente numeri astronomici) e, soprattutto, a cosa serve l’hashtag #bestofslideshare che hanno chiesto di mettere in circolo…

Ma la risposta è fin troppo semplice: si tratta di un Pesce d’Aprile, come conferma anche il blog di Slideshare. Passi l’intera giornata a guardarti le spalle da amici, parenti… e alla fine arriva da chi meno te l’aspetti :-)

Uno scherzo che poi, secondo Twitscoop, ha avuto un buon successo!

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

6 Comments

  1. Beh… avevo pensato anche io a uno scherzo per il primo aprile e alla fine solo ora (0.30 di notte) scopro che così è, come suggerisce il blog di Slideshare.

    Comunque io preferisco Slideshare per diversi motivi: in primo luogo è molto ben indicizzato da Google, poi si possono affiancare alcuni servizi interessanti come lo Slidecast e i video Youtube.

  2. Ciao!
    Anch’io ho ricevuto la tua stessa identica mail, sono finito sul tuo blog proprio per capire il motivo di tale aumento improvviso di visite.
    Anche perchè slideshare l’ho utilizzato una sola volta e non pensavo certamente che le foto che avevo inserito potessero interessare una così vasta schiera di curiosi!
    Mi interessava sapere cosa significava l’ultima parte del messaggio.
    Io credevo che me l’avessero spedito in quanto utente che non lo usa più da tempo e con quel messaggio, incitavamo un uso maggiore.
    ma forse mi sbaglio.
    Interessante il tuo blog, mi faccio un giro più approfondito!
    Ciao e grazie per l’attenzione.
    Alberto.

  3. Ciao Alberto,

    Prima cosa grazie per i complimenti, anche se questo blog l’ho appena aperto e merita ancora qualche piccola modifica.

    Io uso slideshare da molto tempo e ti assicuro che un incremento del genere (totalmente innaturale) non l’avevo mai registrato.

    Tieni d’occhio il thread!

    P.s. Anche il tuo blog è molto curato, complimenti!

  4. Ciao Riccardo, grazie per la risposta!
    Ho visto i tuoi lavori, sei davvero bravo, ti ringrazio per i complimenti sul mio blog, da “profano” del web con la passione per la cucina mi piace poter avere un blog che sia curato in tutti i suoi aspetti, anche con servizi come questo Slideshare che ci ha fatto conoscere!
    A dir la verità usavo più assiduamente Slide.com, forse perchè ritenevo Slideshare un pò troppo “professionale” per il tipo d’uso che ne volevo fare.
    Può sembrare assurdo, ma Slideshare potrebbe aver fatto un Pesce d’Aprile collettivo a tutti i suoi iscritti?
    Boh, non lo so!
    Terrò d’occhio i tuoi lavori!
    A presto,
    Alberto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *