0

Scrivere una buona headline: 8 consigli che funzionano

Shares

Scrivere una buona headline è, secondo i massimi esperti della scrittura persuasiva, un’ottima soluzione per catturare l’attenzione del lettore che sfoglia i risultati di un motore di ricerca. Senza dimenticare i social network. Per questo motivo merita tutta la tua attenzione.

Scrivere una buona headline

Come scrivere una buona headline – Fonte immagine

Sul web la soluzione non riguarda solo l’attenzione umana: spesso il tag H1 corrisponde con il title, quindi le esigenze degli esseri umani si fondono con quelle dei motori di ricerca. Quindi diventa ancora più importante lavorare bene. Ma come scrivere una headline efficace?

Non è semplice ottenere una titolo d’impatto, capace di distinguersi nella serp e di rispettare le regole della SEO. Tante sono le variabili che influenzano il lettore, lo stesso vale per Google. Ma con un po’ di esperienza sul campo e questi 8 consigli riuscirai a creare delle headline che funzionano.

Cos’è una headline: il suo significato

L’headline si lega al mondo del giornalismo e della pubblicità. Rappresenta la parte iniziale di un articolo, l’elemento più in vista della pagina. Ma soprattutto è la sintesi del contenuto: leggendo il titolo devi prendere l’iniziativa e lanciarti verso la lettura. L’headline serve a questo: convincere il lettore ad acquistare il quotidiano o cliccare sul post.

Sul web l’headline diventa anche oggetto delle attenzioni di Google, per questo devi creare dei titoli in grado di informare, emozionare e soddisfare le esigenze del SEO Copywriting che suggerisce di utilizzare le keyword giuste nel tag title.

Per approfondire: come scrivere un articolo di giornale

Guardati intorno

Cerca gli argomenti che ti interessano ed entra in contatto con le richieste degli utenti. Se nella tua headline si racchiude la soluzione a un problema comune o il modo per raggiungere un desiderio il gioco è fatto. Per questo devi lavorare come un etnografo: scendi sul campo di studio e lavora nelle community, usa i SEO tool per scoprire cosa vogliono le persone che vuoi raggiungere.

Prenditi il tuo tempo

Scrivere un post solo dopo aver steso l’headline non è una scelta saggia. Molto spesso le buone idee vengono solo alla fine dell’articolo. Devi scrivere un titolo per aumentare le visite, non essere frettoloso. Ma soprattutto non cedere al blocco dello scrittore: prenditi una pausa se l’idea non arriva.

Rimani nelle giuste misure

Nella serp di Google le headline troppo lunghe vengono tagliate. Io per sicurezza non supero mai le 60 battute. Oppure creo due titoli, uno per il post e un altro per WordPress SEO by Yoast. In questa stringa di testo devo scrivere una headline efficace, in grado di catturare l’attenzione del lettore.

Essere diretti e chiari

L’headline rimane davanti agli occhi del lettore medio per pochi secondi. Se ti perdi in fronzoli stilistici rischi di non sfruttare al meglio questo breve lasso di tempo. La chiarezza è persuasiva, la semplicità è apprezzata, la coerenza è alla base di tutta la tua strategia di copywriting.

scrivere buona headline

Meglio un titolo caldo o uno freddo? Meglio una headline coinvolgente e ricca di agganci per l’interesse del lettore o una capace di informare? Puoi ottenere entrambe le soluzioni. Puoi informare ed emozionare allo stesso tempo, senza escludere soluzioni. Puntando anche all’ottimizzazione SEO.

Un esempio di titolo freddo: “Come scrivere una headline”, qui ci sono i dati per ottenere un risultato. “Come scrivere una headline efficace” può essere considerato un titolo caldo, dato che va oltre l’attività informativa. Aggiungere qualcosa in più potrebbe trasformarsi in un azzardo.

Da leggere: come scrivere il titolo di un articolo

Creare curiosità e vantaggi

Se prometti di risolvere un problema in maniera semplice e gratuita, ma non gli dici come, forse leggerà il tuo post. Devi usare sempre nuovi modelli di headline per catturare l’attenzione dei lettori fidelizzati. Non bastano? Qui ci sono altri 36 esempi di titoli da sfruttare al massimo, ma ricorda di essere sempre chiaro con il lettore: il bisogno di creare titoli caldi deve andare a braccetto con l’onestà.

Numeri nelle headline

Le regole della buona scrittura scoraggiano l’uso di cifre in una frase, ma i numeri nelle headline ti fanno risparmiare battute preziose e risaltano all’occhio del lettore. Mettono ordine in un mondo fatto di caos, anche se spesso i numeri nei titoli vengono criticati. Usali con cautela, quando servono.

titoli con i numeri

Come puoi notare dal grafico di Conductor, un titolo efficace in termini di chiarezza si contraddistingue per l’uso dei numeri. Questo non vuol dire che per essere cristallino con i tuoi lettori hai bisogno per forza di queste soluzioni, ma le cifre aiutano a comunicare efficacemente. È una dato di fatto.

Attenzione ai caratteri speciali

Alcune piattaforme non gestiscono le entità HTML (parole accentate, le virgolette, la & commerciale): se non stai scrivendo sul tuo blog e non conosci il CMS è meglio evitare. Le ultime versioni di WordPress non hanno questo problema, quindi puoi stare tranquillo.

Usa le keyword giuste

I motori di ricerca danno peso ai contenuti compresi nei tag title. Utilizza con attenzione le keyword e inserisci le più importanti all’inizio. La prima parola viene considerata sempre come più significativa dai motori di ricerca. Per approfondire leggi questo articolo dedicato al SEO copywriting.

L’headline di un post corrisponde al tag title, i principali CMS inseriscono il testo H1 in questo campo. Con WordPress puoi risolvere con i plugin All in One SEO Pack o WordPress SEO by Yoast. Entrambi permettono di differenziare title e description: una santa cosa per la tua headline efficace.

Da leggere: tecniche di scrittura SEO applicate al blogging

Come scrivere una buona headline?

Questi sono punti essenziali per scrivere una buona headline. Sono sicuro, però, che la tua esperienza può dare molto a questo post. Vuoi aggiungere qualcosa? Vuoi aiutarmi a scrivere titoli efficaci? Lascia la tua opinione nei commenti: aspetto il tuo punto di vista.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *