4

Immagini Creative Commons per Google Images

6 Flares 6 Flares ×
Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Share on Google+1Share on Facebook5

Anche se ho recentemente parlato di risorse dedicate a immagini gratis, la notizia che mi ha appena comunicato Alessio Borrello è degna di nota: ora nella ricerca di Google Images è possibile ottenere risultati Creative Commons.

Google Immage Search

Per chi non lo sapesse, le licenze Creative Commons permettono di condividere le proprie opere secondo il modello alcuni diritti riservati“. E questa nuova funzione di Google (resa pubblica in un articolo del blog ufficiale) credo che migliorerà notevolmente il lavoro dei blogger alla ricerca dell’immagine giusta.


Le principali opzioni restituite dal menu a tendina sono 5:

  • Non filtrate in base alla licenza – Tutto come prima, i risultati saranno simili a qualsiasi altra ricerca effettuata in precedenza;
  • Immagini riutilizzabili – Verranno segnalate solo le pagine con una licenza che consente di copiarne o ridistribuirne i contenuti. L’unica condizione è che i contenuti vengano attribuiti al legittimo proprietario e che non vengano modificati;
  • Immagini riutilizzabili con modifiche – Simile alla precedente ma con un ulteriore filtro: la possibilità di modificare le immagini che si utilizzano;
  • Riutilizzo commerciale – I risultati includono immagini caratterizzate da licenza commerciale, ovvero che consente di riutilizzare il materiale anche attività a scopo di lucro;
  • Riutilizzo commerciale con modifiche – Massima libertà con questa ricerca che restituisce immagini modifidabili e da utilizzare per qualsiasi scopo commerciale e non.

Una volta effettuata la ricerca, Google suggerisce di consultare (e rispettare) sempre i termini delle licenze che tutelano il materiale interessato. Un suggerimento che adotto e vi giro anche io 😉

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

4 Comments

  1. Beh meglio tardi che mai, sono circa tre anni che Yahoo dà la possibilità di svolgere le ricerche solo tenendo conto dei contenuti pubblicati sotto CC

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *