10

Mini-guida SEO in 35 semplici punti

7 Flares 7 Flares ×
Share on Facebook2Share on Google+1Tweet about this on Twitter4Share on LinkedIn0Email this to someone

Io vedo la SEO come un mix tra il rispetto di regole più o meno fisse e l’osservazione di parametri specifici del singolo caso. Riassumendo il concetto, direi che si basa su una sostanziale, e inquietante, variabilità di tutti i fattori!

Mini-guida SEO in 35 semplici punti

Non posso essere sicuro che queste 35 tips SEO non cambieranno mai (in questo campo non c’è nulla di definitivo) ma sicuramente rappresentano un buon punto di riferimento sul quale basare dei lavori di ottimizzazione e analisi più articolati.

  • Content is king: il modo migliore per ottenere vantaggio dai motori di ricerca e buoni link in entrata è quello di scrivere testi realmente validi;
  • Non essere ossessionato da PageRank: proprio a ridosso dell’aggiornamento di ottobre ti dico che meno guardi la ToolBar di Google e meglio è;
  • Usa le keyword che inserirai nella url, nei title e negli head in modo appropriato (ovvero scegliendo con cura le parole e senza esagerare);
  • Assicurati che il tuo sito sia facilmente navigabile e abbia una buona rete di link interni;
  • Non tutte le directory sono inutili: cerca di inserire il tuo blog nella Yahoo! Directory e in DMOZ;
  • Sottoponi la tua sitemap al Google Webmaster Central;
  • Un buon modo per implementare gli inbout link è quello di utilizzare keyword negli anchor text e nel testo circostante;
  • Già nella scelta del tema puoi orientare il tuo blog verso un approccio SEO. Per WordPress il mio consiglio cade su Thesis;
  • Fai attenzione alle entità HTML (accenti, virgolette, etc.) nei titoli dei tuoi post e nelle url;
  • Ogni tanto controlla il tuo sito con il link validator per confermare il buon funzionamento dei tuoi link in uscita;
  • Un’ottimizzazione SEO non è per sempre: il web si evolve e devi essere sempre pronto a modificare il tuo lavoro rispetto alle novità;
  • Dai uno sguorado al lavoro dei tuoi concorrenti e dei grandi blogger;
  • Valorizza i PDF che si trovano sul tuo blog o sito;
  • Ottimizza ogni post per le keyword che riguardano un solo argomento;
  • Usa con parsimonia Splash Page e Flash;
  • La keyword density è importante ma non tanto da giustificare un linguaggio incomprensibile (e rischiare una penalizzazione per keyword stuffing). Spalma le parole chiave con naturalezza nel testo e utilizza buoni sinonimi;
  • Fai attenzione con i testi duplicati: sono il primo motivo di penalizzazione da parte di Google;
  • Per far indicizzare il tuo nuovo sito ti conviene utilizzare la classica url submission di Google e inserire un link in un sito di qualità;
  • Google ama i contenuti freschi: se il tuo sito non prevede grandi rinnovamenti di testo valuta la possibilità di aprire un blog;
  • Diffida dai link a pagamento: i migliori collegamenti te li guadagni con una sana strategia di link baiting;
  • Nella ricerca delle keyword utili al tuo blog cerca di individuare anche le possibili frasi che accompagnano le parole – chiave;
  • La contestualizzazione è uno dei fattori principali che influenzano la forza dei link: partecipa alle discussioni specifiche e ai forum per farti conoscere dalla tua nicchia;
  • Cerca di occupare più posizione nella SERP con i tuoi contenuti multimediali su Flickr e Youtube;
  • Mantieni buoni rapporti con la community dei blogger;
  • Le keyword intorno alle immagini (anche le didascalie) possono aiutarti nelle Google Image Search;
  • Cura il tuo feed rss iscrivendoti al servizio Feedburner e, soprattutto, premia i tuoi lettori proponendo articoli interi e non semplici anteprime;
  • Non fermarti alla home page: i deep link sono fondamentali per aumentare il tuo rank;
  • Google non è tutto: ottimizza il tuo sito/blog anche per Bing e Yahoo!
  • Le pagine del tuo blog/sito devono possedere title performanti e non un semplice “nomesito – home”, “nomesito – chi sono”, etc.

Consiglio bonus: cerca di divertirti mentre fai il tuo lavoro SEO!

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

10 Comments

  1. Ciao Riccardo.

    Complimenti per l’articolo, trovo queste dritte davvero utili. La principale, come concorderai, è “Content is king”, cosa che sono in molti a trascurare. Per molti avere una bella grafica è più importanche che avere dei contenuti decente.. cosa che ritengo assolutamente non vera. Ora mi devo leggere un po tutto il tuo blog, a presto!

  2. Bell’articolo.. Alcuni punti li seguo sempre alla lettera, altri li ignoravo completamente.. Ti ringrazio per questo post. A presto..

  3. […] Se poi non apparirai tra i primi risultati del motore di ricerca digitando il tuo nome, leggi una mini-guida SEO e chiedi ad i tuoi amici di inserire nei loro siti o blog link che puntano a te. […]

  4. Ciao Riccardo,
    visto che fai riferimento ad All-in-One Seo Pack, volevo segnalarti un ottimo plugin che ne estende diverse funzionalità e fa importazione diretta dei vecchi dati di AiOSP.

    Si chiama Headspace2 lo trovi qua:
    http://urbangiraffe.com/plugins/headspace2/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *