2

11 trucchi per alleggerire i tuoi post

10 Flares 10 Flares ×

Ti piace usare parole semisconosciute per sbigottire i tuoi lettori? Credi che quando riusciranno a ritrovare il filo del discorso all’interno di un periodo lunghissimo ti apprezzeranno di più? Vorresti essere un audace innovatore della lingua italiana?

scrivere

Mi spiace dirtelo ma su internet tutto questo non conta. I web copywriter sanno che devono rendere il loro lavoro più “leggero” possibile. E prendendo spunto dall’ultimo articolo di Copyblogger ho stilato questa semplice lista di consigli per mettere i tuoi post a dieta (battuta triste, lo so):

Usa parole semplici

Riprendo subito quanto detto all’inizio di questo post e ti invito a eliminare tutti quei termini che rischiano di trasformare il tuo articolo in un polpettone che non piace più a nessuno. Ovviamente non devi mettere da parte il tuo bel vocabolario, ma semplicemente di evitare inutili esercizi di stile quando i tuoi lettori ti concedono meno di un minuto per catturare la loro attenzione.

Occhio ai sinonimi

Una delle cattive abitudini più fastidiose e difficili da estirpare è la ripetizione di uno o più termini a distanza di poche righe o, peggio ancora, nello stesso periodo. Per questo motivo ti invito ad avere sempre un buon vocabolario dei sinonimi e contrari al tuo fianco, sia durante la scrittura che nel momento della rilettura.

Preferisci la forma attiva

L’uso della forma passiva può essere uno dei tanti artifici per rendere più interessante uno scritto che, a mio modesto parere, non trova molto spazio nel web (“Il bambino lancia il pallone” diventa nella forma passiva “Il pallone è lanciato dal bambino”). Credo che sia meglio utilizzare una costruzione semplice e lineare, che confonda il meno possibile il lettore.

Elimina il superfluo

Basterebbe ricordarti che la mia filosofia si rispecchia nello scrivere con il coltello per chiudere questo paragrafo, ma voglio ricordarti che è necessario eliminare tutta la fuffa che ingombra i tuoi post. Dagli intercalari agli incisi inutilmente prolissi, fino alle parentesi, ai caratteri speciali e alle lettere maiuscole utilizzate senza necessità.

Sii presente con discrezione

Un testo nel quale si percepisce la presenza dell’autore attraverso uno stile personale, riconoscibile e diverso da quello di mille altri blogger è sempre piacevole da leggere; un testo in cui l’autore si pone come protagonista assoluto non sempre può essere ben accetto. Tienilo presente la prossima volta che sei tentato di presentarti come il centro dell’universo.

Non ripeterti

Un concetto importante non devi ripeterlo mille volte per metterlo in evidenza. Rischi di diventare ridondante e noioso, fino a rischiare l’abbandono anche da parte dei lettori più fedeli. Usa piuttosto una buona formattazione invece di scrivere e riscrivere ciò che basterebbe evidenziare con un neretto o un corsivo.

Usa periodi brevi

Cerca di esprimere ogni concetto con una semplice frase, senza comprendere ogni sua ramificazione tra virgole e parentesi. Vuoi un consiglio? Quando una periodo risulta pesante e articolato male prova a rileggerla ad alta voce. Se ti manca il fiato devi alleggerire il tutto!

Non divagare

Hai una voglia matta di mettere nero su bianco la tua opinione sulle mille sfaccettature di un argomento? Ottimo, ne uscirà fuori un post completo e interessante. Ma fai attenzione al focus iniziale del tuo articolo: se esci fuori tema rischi di fare tanto lavoro per nulla.

Usa la formattazione

Sai benissimo che la formattazione può fare molto per rendere un post più leggibile e snello. Usa i grassetti per evidenziare le parole chiave, i corsivi per le parole straniere  e gli header per creare paragrafi brevi che facilitano la suddivisione argomentativa di un post. Ricordati, però, che l’eccesso di formattazione può portare a un effetto contrario di quello desiderato.

Sii coerente

Saltare dal passato prossimo a quello remoto, o dalla forma personale a quella impersonale, nello stesso articolo può appesantire un testo e renderlo difficile da leggere. Sii coerente con le scelte stilistiche e mantieni fede alle tue linee. In questo modo puoi delineare lo stile del tuo blog (ad esempio io per My Social Web ho scelto di parlare in prima persona e tutti i miei post si articolano su questa linea).

Rileggi e rileggi

Ultimo consiglio per migliorare non solo la scorrevolezza ma anche la grammatica, la sintassi e quei piccoli errori di battitura che possono sempre sfuggire a una prima lettura. La soluzione migliore: scrivere. rileggere, staccare la spina per un po’ e poi riprendere.

Fonte immagine

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *