4

Il tuo blog è diventato noioso?

Shares

A volte le cose cambiano nella vita reale come in quella virtuale, e anche il tuo modo di fare blogging può evolversi nel corso degli anni. Basta poco per trasformare il tuo blog in una lama affilata per colpire l’interesse dei tuoi lettori (che metafora, eh?).

noia blog

Ma, allo stesso tempo, è altrettanto facile dimenticarsi dei piccoli dettagli che rendono il tuo blog noioso, super noioso, noiosissimo. Per questo motivo ho raccolto un po’ di appunti per individuare le cause e sconfiggere la noia che attanaglia l’attenzione dei tuoi lettori:

Una scrittura banale

Questo è il punto più articolato perché sotto la voce “scrittura banale” possiamo inserirci qualsiasi punto del web copywriting, dalla capacità di attirare l’attenzione alla scelta degli aggettivi. Eppure sono sicuro che a rendere un blog veramente noioso è una continua ridondanza degli incipit, dei titoli, delle chiusure e dei call to action.

Cambiale stile di scrittura non è un gioco da ragazzi, ma a volte è necessario: ti consiglio di valurare bene i cambiamenti, osservare come si comporta la tua audience, fare numerose prove e raccogliere il maggior numero di feedback anche tra gli amici o i colleghi di lavoro.

Scarsa usabilità

Studi nuove strategie SEO e contenuti innovativi? Perfetto, sono d’accordo, ma trovo estremamente noioso un blog pieno di link rotti, pagine vuote, menù di navigazione senza senso, tag e categorie con gli stessi contenuti. La search engine optimization è il massimo, i contenuti sono indispensabili ma ogni tanto trova un po’ di tempo anche per curare l’usabilità del tuo blog.

L’eccesso SEO

Eccoci ancora sull’argomento SEO, componenente fondamentale per il successo del tuo blog. Ma se portata all’eccesso è anche una fonte di noia per i tuoi lettori, soprattutto quando hai deciso di scalare la SERP di Google solo con un massiccio utilizzo di keyword.

seo

Il testo diventa illeggibile, il titolo si trasforma in una lista poco descrittiva di parole chiave, non metti neanche un link di approfondimento e alla fine il lettore se ne va! In quest’immagine (fonte SEOmoz) sono racchiuse le principali regole per l’ottimizzazione SEO che ti permetteranno di rimanere fedele alle esigenze di un essere umano dotato di buon senso.

Sempre gli stessi post

Se pubblichi ogni giorno lo stesso post con tre paragrafi, due immagini e un video è normale andare incontro alla noia dei lettori. Chi la vuole cotta e chi la vuole cruda, chi ama i lunghi tutorial e chi preferisce la sezione breaking news, chi tira dritto verso la funzionalità del contenuto e chi vorrebbe perdersi in mille chiacchiere di approfondimento…

Quello che puoi fare per il tuo blog è smuovere la qualità dei tuoi post e introdurre nuove categorie di articoli. Prova a pubblicare una videointervista, le recensioni dei prodotti che preferisci, un guest post o una guida divisa in più giorni. Inventati qualcosa, insomma, e monitora le reazioni dei lettori.

E tu come hai superato la noia tra i tuoi lettori? Aspetto i tuoi consigli nei commenti!

Fonte immagine

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

4 Comments

  1. Davvero interessante questo post!
    Attualmente il mio blog è ancora in fase di ingranaggio quindi ancora poco seguito… ma chissà se il limitato numero di lettori e di feedback non sia dovuto proprio ad una scrittura noiosa!!??
    prenderò spunto dai tuoi consigli!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *