0

6 idee per la rubrica estiva del tuo blog

ideaSentivi la mancanza del classico post vacanziero? Hai veramente bisogno di sentirti dire quanto è utile continuare a scrivere quando tutti sono fuori dall’ufficio le visite diminuiscono?

Ne abbiamo parlato con l’incubo di una notte di mezza estate.

Allora hai bisogno di qualche spunto interessante per capire come utilizzare il tempo libero delle ferie. No, già dato con i 25 buoni propositi per un blogger in vacanza.

Meglio concentrarsi su un unico punto: andare in vacanza tranquillo e mantenere l’attenzione dei tuoi lettori con una piccola rubrica, una di quelle che si aggiornano senza togliere tanto tempo a tuffi e passeggiate in spiaggia!

Ecco 4 semplici idee:

1. The best of

Pubblicare liste di vecchi post è una delle soluzioni più semplici e convenienti, soprattutto se crei un mini-percorso attraverso gli argomenti del blog.

Puoi fare una lista per ogni categoria, puoi dare spazio a risorse esterne… insomma, hai carta bianca ma cerca di non pubblicare semplici elenchi puntati senza uno straccio di testo, un video o un’immagine per dare un po’ di colore.

2. News, News, News

Diventare una succursale dell’Ansa non è il massimo, ma per riempire i buchi della tua calda estate può essere un’idea da sfruttare. Tieni d’occhio Google Reader, abbonati a feed sempre freschi e scegli uno stile di scrittura rapido, affilato, Se hai qualche minuto in più arricchisci la notizia con la tua opinione, perché fa sempre la differenza.

3. I tweet più interessanti

Tutto il mondo gira su Twitter ed è facile osservare la realtà attraverso 140 caratteri. Per la tua rubrica estiva cerca i tweet più interessanti con una ricerca su Twitter Search, trasforma il tweet in un’immagine da caricare sul post e cita sempre permalink e profilo Twitter dell’autore. Anche in questo caso è bene contestualizzare il tutto con un po’ di testo.

4. Profili social utili

È sempre una gioia trovare quell’account Twitter, quella Facabook Fan Page e quello streaming Google + capace di darci consigli validi. Ci sono tanti professionisti in giro ma a volte può essere difficile scegliere. Chi ci può aiutare?

Forse hai già capito a cosa mi riferisco (una rubrica dedicata ai profili social), ma attento a scegliere solo il meglio!

5. Diario di viaggio

Nel caso di un blog tecnico come My Social Web sarebbe una soluzione inadeguata, ma se il tuo spazio web coincide con il diario personale allora non c’è occasione migliore per unire l’utile con il dilettevole.

Ogni escursione diventa un post avvincente, ogni giornata in spiaggia un album Flickr da condividere, ogni gita in barca un video da caricare su Youtube e poi embeddare su WordPress, Blogger o Tumblr.

In poche parole c’è tanto da fare!

6. Passa a Google Plus, Facebook o Twitter

Hai deciso di limitare il tempo da dedicare ai Social Media? Trasferisci le attività su uno dei tuoi profili social e muoviti tra piccoli aggiornamenti, condivisione di news e articoli passati che vuoi pubblicizzare. Ovviamente mantieni i rapporti con la tua audience, rispondi alle domande e modera i commenti.

Fonte immagine

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *