16

Immagini e Facebook Fan Page: quali sono le prossime tendenze? [Poll]

Shares

Instagram fa il bello e il cattivo tempo (per Android è arrivato ieri), Pinterest continua a spopolare, nelle Timeline di Facebook  sono foto e Copy-Ad a farla da padrone.

logo instagram

Sembra che nel mondo della Content Curation le immagini stiano conquistando spazi sempre più ampi. Mi sbaglio? Lo hai notato anche tu? Ho scoperto l’acqua calda?

Forse la gente è stanca di leggere quei maledetti articoli che scrivi ogni giorno! Così ho deciso di chiederti una mano…

Concentriamoci su un argomento specifico: il rapporto tra immagini ed engagement sulle nuove Fan Page. In un precedente articolo ho pubblicato un paio di grafici sull’argomento, ma adesso voglio la tua opinione.

Sondaggio chiuso. Trovi i risultati in questo articolo.

Se vuoi chiarire un punto di vista non compreso nelle opzioni (o semplicemente fare 2 chiacchiere con me) lascia idee e osservazioni nei commenti. Grazie!

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

16 Comments

  1. È un dato registrato da un po’ che le immagini generino più engagement. E questo spiega, in parte, anche il recente successo di un social come Pinterest.
    Le immagini colpiscono un target di pubblico più giovane, in genere occorre meno tempo per fruirne rispetto a un testo, e si adattano meglio al supporto mobile.

    • Ciao Federico,

      Hai colpito quello che (secondo me) è uno dei punti fondamentali: il tempo. Sempre meno tempo a disposizione per leggere e per scrivere articoli…

  2. Sono d’accordo che le foto generino più engagement.
    Non devono essere tradotte, danno immediatamente un’idea del prodotto e sono MOLTO più fruibili con il mobile.

  3. ciao a tutti,
    io credo che – come moltissime cose – si è ritornati indietro. In alcuni periodi storici si parlava più per immagini che per parole perché le prime (vuoi per grado culturale delle persone, vuoi perché hanno più elementi che concorrono all’attenzione) erano sicuramente più evocative e significative.
    Tuttavia non dimentichiamo di come le parole possano rafforzare l’immagine e viceversa. quindi? meglio una bella foto con una bella didascalia! ;D

  4. Le immagini sulla pagina Facebook coinvolgono di più, certo…ma (per quanto sembri a me) solo quelle che vengono usate come “Header” del Diario.
    Non chiedetemi perché: è un giudizio basato sulle mie reazioni di “visitatrice di profili altrui” 🙂

  5. Io non sono assolutamente appassionata di Flickr, Istagram e via dicendo, però mi accorgo di condividere sempre i post accompagnati da una foto, se questa mi suscita qualcosa o qualcos’altro.

    Pensiamo anche alla “mania delle infografiche”, alla fine si basano un pò sul concetto mordi e fuggi: l’immagine ti colpisce ed è facile “da leggere”, arriva sempre prima, come con gli slogan pubblicitari corti e diretti.
    Non riesco ancora a capire se per me utente la timeline è user-friendly, oppure se la copertina, bellissima di alcuni brand, sia troppo invadente.
    Non saprei… voi cosa dite?

    • Sul blog di Giorgiotave dicono che:

      Facebook con la nuova timeline non è più così immediato, perde quindi il suo punto di maggiore forza

      Punto di vista interessante, sicuramente. Ma con questo cambiamento è l’immagine a farla da padrone, e le Fan Page che non hanno molte foto a disposizione (sia da inserire nella Timeline che da usare nell’immagine di copertina) sono penalizzate.

  6. Le immagini sono molto più dirette, costano meno fatica e solitamente riescono a integrare perfettamente il testo, a volte anche a invogliarne la lettura (Francesco Gavello è un mito in questo). Ma…. ma io preferisco le parole. Che ve ne fate di una bella immagine se accompagna un post mediocre? Le cose devono andare di pari passo. Certo, questo vale per i blog, c’entra poco con Facebook… io comunque preferisco sempre che ci siano scritte due righe, così, per confondere meno, diciamo.

  7. Scusate .. intendevo dire che *costano meno fatica nella compresnsione, cioè sono più dirette delle parole, soprattutto sul web.
    Sarà la vecchiaia…

  8. Eccomi Riccardo, volevo commentare ieri il mio NO al sondaggio ma causa tempo non ce l’ho fatta.
    Vado un po’ controcorrente rispetto all’opinione generale: mi devono ancora mostrare delle prove che le immagini generino effettivamente maggiore engagement rispetto ad altri strumenti. Non confondiamo le dimensioni: l’immagine genera sicuramente traffico, curiosità, è più immediata di un articolo, o di un post, ma spesso si lega ad una suggestione della persona che è estemporanea, evanescente.
    Io credo che una bella immagine sia un corredo a dell’ottimo contenuto, senza intendere per contenuto necessariamente il “testo” scritto, bensì l’idea.

  9. Non potrei essere più d’accordo con Francesca Oliva e Matteo Pecora. Le immagini sono sopravvalutate e ricordiamoci che il lettore dedica loro ancor meno tempo di quello che impiega a leggere le parole in grassetto. Spesso poi sono un’arma a doppio taglio, perchè devono avere un senso ed essere ben definite. Cosa che su FB succede di rado. Allora divento strabica e finiscono col mettermi il nervoso! Lasciamo questo lavoro ai grafici, che ci hanno investito anni di studio…

    • Grazie a tutti per i vostri commenti!

      Il sondaggio andrà avanti per un paio di giorni e lunedì pubblicherò i risultati in un post. Parlerò anche della mia esperienza sulla fan gage di My Social Web.

      Nel frattempo continuate a condividere e a far “votare” i vostri amici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *