8

Il vero ruolo del blogger professionale

108 Flares 108 Flares ×

Tu sai qual è il ruolo del blogger professionale? Cioè, voglio dire: tu credi che sia veramente solo una questione di scrittura? Dai, non scherzare. Saper scrivere è l’ultimo problema per un blogger.

blogger professionale

Ecco cosa vuol dire essere professionale!

Scherzo. La scrittura è importante per chi (ad esempio) lavora nel mondo del blogging aziendale. È vero, però, che questo lavoro non si limita solo al tamburellare delle dita sulla tastiera. Sorpresa!

Me la brucio subito la carta: essere blogger professionale vuol dire creare connessioni. Vuol dire creare un legame tra chi legge e chi scrive. Questa è la definizione? Perfetto, hai fatto la scelta…

…sbagliata. Il blogger non crea legami tra chi legge e chi scrive: non può impadronirsi del messaggio che stai trasmettendo. Il blogger professionale è un tramite tra l’azienda e il lettore.

Certo, c’è la condivisione del progetto e l’immedesimarsi nei valori del brand. Questi passaggi sono la chiave per creare una grande collaborazione. Ma il blogger professionale non trasferisce il suo messaggio: trasferisce quello dell’azienda per cui lavora.

Il concetto è semplice: Il blogger non si trova sul diario personale. Deve preservare il suo stile, il suo marchio di fabbrica, rispettando anche le esigenze del cliente e i valori che vuole comunicare.

blogger

Deve mantenere le caratteristiche della scrittura e, al tempo stesso, piegarla intorno al profilo del committente per mettere in contatto l’azienda con il lettore. Il ruolo del blogger è marginale.

Il blogger resta fondamentale: è lo snodo, lo specialista che lavora con le parole per comprendere e coccolare i gusti, le abitudini del lettori. Credi che tutti siano in grado si svolgere questo compito?

Sbagli alla grande. Il blogger professionale è vero protagonista. Ma sempre nel rispetto dei valori e del pubblico utile all’azienda: c’è bisogno di grande equilibrio per questo lavoro!

Blogger professionale: la tua idea

Arriva il momento per esprimere la tua opinione: secondo te questo ragionamento è giusto? Il blogger professionista è veramente il collegamento tra pubblico e azienda? Approfondiamo insieme l’argomento nei commenti.

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

8 Comments

  1. Buongiorno Ric!

    Il blogger, io, l’ho definisco tale: colui che detiene l’ago della bilancia, dove su un piatto troviamo l’azienda e sul piatto opposto il suo pubblico.

    Di solito, quando cito questo mio pensiero in un contesto quale può essere una riunione di lavoro, riesco sempre a rendere l’idea al cliente e noto che sgrana gli occhi :)

    • Mi piace questa metafora: blogger, ago della bilancia.

      Come professionisti dobbiamo essere equilibrati. Da un lato c’è il nostro voler trasformare ogni piattaforma in un pezzo nostro; dall’altro c’è l’azienda con valori e necessità.

      Non possiamo pendere a nostro favore, giusto?

  2. Non so che dirti, visto che non sono in questo mondo… anzi tutto l’opposto!
    E comunque, se dovessi mai scrivere per terzi, cercherei ugualmente un contatto con i lettori, l’interazione e lo scambio.

    Moz-

    • Posso fare una domanda: hai mai pensato di lavorare come blogger?

      Voglio dire… hai pensato a questa opportunità? È un sogno nel cassetto?

      • E arriva la domanda bastarda ;)

        Dunque, potrei dirti che per me è già quasi come un (piacevolissimo) lavoro, non retribuito in termini economici, ma in termini umani. Un lavoro perché, come hai letto nel mio ultimo post, ci sto dietro abbastanza.

        Abbandoniamo la retorica e ti rispondo senza giri di parole: se venissi retribuito attraverso il mio blog di certo non rifiuterei il denaro. Ma non credo sia una eventualità possibile, data la natura del MoC e i suoi numeri bassi.
        Scrivere, comunque, mi piace molto. Ho scritto sempre, anche prima di aprire il blog, e continuo a farlo anche fuori dal blog.
        Questo è il sogno: scrivere, e farlo sempre.
        E’ difficile arrivare a campare scrivendo, io però scrivo comunque (e non per forza romanzi :p)

        Moz-

        • Il punto è questo: tu non puoi guadagnare con il tuo blog ma grazie al tuo blog. Io ad esempio non guadagno con il mio blog (a parte quel po’ di pubblicità) ma riesco a portare avanti una professione grazie alla visibilità che mi offre.

          Il blog ti fa guadagnare, sì. Ma indirettamente.

          • In pratica è ciò che mi è successo col lavoretto che svolgo adesso, sperando che possa aprire nuove porte.
            Sono d’accordo con te, ma io non sono un blogger aziendale né saprei manco cine vendermi! ;)

            Moz-

            • Non è semine vendersi all’inizio. La concorrenza è tosta: ci vuole un Brand forte.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *