5

5 funzioni di Facebook che cambieranno al tua vita di blogger

Tweet about this on Twitter106Share on LinkedIn89Share on Google+45Email this to someone

Per fare blogging hai bisogno di una mano. Hai bisogno di strumenti che ti aiutino a lavorare nel miglior modo possibile per creare, pubblicare e distribuire contenuti. Ad esempio puoi sfruttare Hootsuite e PostPickr per pubblicare link sui social, Feedly per cercare fonti, Talkwalker per trovare gli influencer. Ma forse stai dimenticando la base, stai dimenticando il contributo di Facebook.

Certo, il social network per eccellenza. Con Facebook puoi lavorare sulla distribuzione: puoi raggiungere i tuoi amici e i fan della pagina, puoi fidelizzare un determinato pubblico. Puoi anche creare delle inserzioni, promuovere un post del blog e ottenere maggiore visibilità.

facebook

Facebook è uno strumento indispensabile per fare blogging. Non tanto per scrivere e creare contenuti, ma per distribuire link. Sei sicuro di questo? Facebook si limita a essere semplice piattaforma sulla quale lasciare dei link? Con Facebook puoi fare anche altro, puoi creare una cerchia di follower in grado di apprezzare e commentare i tuoi contenuti. Puoi creare una tribù con Facebook.

E lo puoi fare anche grazie a una serie di funzioni ideali per chi fa blogging. Usi Facebook per pubblicare contenuti su profilo e Fan Page, ma ci sono diverse caratteristiche che possono cambiare (e migliorare) la tua attività di content marketing. E soprattutto possono dare una marcia in più al tuo blog.

1. Salva link

Una funzione che ha cambiato la mia vita: salva link. Una sorta di magazzino delle idee, un luogo dove puoi salvare tutto quello che trovi su Facebook quando non hai la possibilità di fare altrimenti.

Ti faccio un esempio: sei su Facebook, stai navigando da mobile. All’improvviso trovi un link perfetto per l’articolo che stai scrivendo, o magari un grafico per illustrare un passaggio difficile. Ecco, hai bisogno di quel contenuto ora. Per salvarlo basta cliccare sulla freccia in alto a destra del post.

facebook

Prima opzione del menu: salva link.

Si apre un menu a tendina. Qui esce l’opzione per salvare il link che troverai in un archivio raggiungibile dalla home page. Il link di questo archivio si trova sotto le Facebook Fan Page e raccoglie tutti i link che hai salvato. Io di solito pulisco l’archivio a fine giornata e passo tutto su Evernote.

Questa funzione è perfetta per la tua attività di blogging perché ti permette di dare una marcia in più alla selezione delle fonti, soprattutto da mobile. Ovvero quando cambiare applicazione con un click.

2. Segui

Di solito cerchi di aumentare i fan della pagina Facebook, e inserisci sul tuo blog il box per cooptare i tuoi lettori. C’è una funzione altrettanto utile per fidelizzare i lettore: il follow button. Ovvero uno strumento che permette alle persone di seguire gli aggiornamenti pubblici del tuo profilo.

Non tutti sono interessati a quello che fai sulla pagina, magari le persone vogliono seguire la tua attività personale. Capita quando crei una differenza abissale tra attività di Fan page e di profilo. Quindi ti consiglio di utilizzare il follow button nel tuo blog, magari nella pagina about me o contatti.

Per approfondire: come fare personal branding con il profilo Facebook.

3. Ottieni link

Ogni post di Facebook ha un permalink, un URL unico che permette di isolare il post. Da mobile si ottiene cliccando sul menu a destra, mentre da desktop basta puntare sulla data di pubblicazione.

Ma perché è così importante questa funzione? Puoi trattare il post come un articolo di WordPress e lo puoi condividere su Twitter. Soprattutto, puoi creare dei link di condivisione interna:

  • Pubblica un contenuto su Facebook.
  • Genera il permalink cliccando sulla data.
  • Vai su PostAboutIt.
  • Genera un link di condivisione.

Torna sul post di Facebook e inserisci il link con una call to action: condividi questo post su Twitter. Grazie a questo processo hai creato un link per condividere su Twitter un post di Facebook.

facebook twitter

Ha senso utilizzare questa funzione per ogni post? No, io la uso solo per i contenuti più importanti. Magari per i post dedicati al mio libro o a qualche iniziativa. Ricorda che all’interno puoi inserire anche dei punti di condivisione dedicati a pagine esterne, non solo per ricondividere il post di Facebook.

4. Facebook Note

Ormai tutti hanno toccato con mano le nuove Facebook Note, un sistema di social blogging interno che permette di creare dei veri e propri post. Hai la formattazione, la possibilità di inserire link, la copertina con immagine, i commenti e le interazioni: le note hanno guadagnato nuova vita.

E le puoi usare per creare una rubrica esterna, per raccontare il backstage del blog, per segnare delle note o dei tool che potrebbero far comodo al pubblico di Facebook. Insomma, puoi fare un lavoro alternativo e parallelo a quello del blog ufficiale. Un po’ come fai con LinkedIn Pulse, ecco.

Per approfondire: Facebook Note, la vedo dura per i blog…

5. Segui quello che vuoi

Devi seguire le fonti utili per la tua attività, per il tuo piacere personale, per rendere Facebook un posto migliore. Spesso le persone si lamentano della qualità dei post che passano su Facebook.

facebook fanpage

In realtà tutto dipende dalle persone che segui: se sei amico di gente pessima, i contenuti non saranno da meno. Facebook ti dà tutti gli strumenti per filtrare il male e promuovere il bene:

  • Non seguire più – Utile per disattivare gli aggiornamenti di un contatto senza sciogliere l’amicizia e iniziare una guerra punica per giustificare l’accaduto. Della serie: “Siamo amici ma non ti calcolo neanche se mi pagano”. Valido per profili e pagine.
  • Mostra per primi – Fantastico, una funzione che ti permette di favorire gli aggiornamenti di determinate pagine o persone. In questo modo puoi trasformare la tua home page in un luogo ricco di contenuti di qualità.
  • Ricevi le notifiche – In questo modo puoi fare in modo che ogni aggiornamento di pagina o di profilo venga accompagnato da una notifica. Un’azione decisiva per essere sicuro di non perdere neanche un post, una notizia, una foto o un video.

Ultimo passaggio utile: crea delle liste di interesse e usale per monitorare solo determinati account. Ad esempio, voglio creare interazioni con un pubblico di blogger per fidelizzare e conquistare nuovi lettori? Individuo tutti i contatti utili e li inserisco in una lista di interesse. In questo modo posso raggiungere gli aggiornamenti di quel segmento e mettere in atto la mia strategia di blogging.

E tu come usi Facebook?

Lo puoi usare per pubblicare foto di gattini, per fare click baiting, per guadagnare qualche link a basso prezzo. Oppure puoi decidere di sfruttare Facebook per fare blogging sul serio. Io punto alla seconda opzione. Ovvero sfruttare Facebook per ottenere dei vantaggi seri. Specifici e strategici.

Voglio selezionare fonti, pubblicare contenuti, fidelizzare il lettore. Questo è il mio modo di vedere Facebook: combacia con il tuo? Sei d’accordo con il mio punto di vista? Lascia la tua idea nei commenti.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

5 Comments

  1. Ciao Ric,
    Facebook è potente, ma il potere è nulla senza controllo.
    Con i tuoi ottimi consigli lo userò al meglio! Grazie 😀
    Simone

    • Ciao Simone,
      Facebook ti permette di fare tanto. Ma come dici tu, niente possibile senza controllo. Dobbiamo essere noia creare i contenuti di qualità. E a gestire Facebook nel miglior modo possibile.

    • Ciao Alex,

      Il mio consiglio è semplice: inizia a usare Facebook per condividere contenuti interessanti, e cerca sempre di metterti nei panni di chi si trova dall’altra parte. Quello che stai pubblicando è utile? È veramente utile?

      • Grazie mille del consiglio, lo seguirò sicuramente. E farò molta attenzione affinché i miei articoli siano davvero utili a qualcuno 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *