10

Comprimere le immagini di WordPress: 3 plugin e una strategia completa

Shares

Comprimere le immagini WordPress è una delle pratiche più importanti per velocizzare il caricamento della pagina. Purtroppo, soprattutto per siti web e blog che sono online da diverso tempo, può capitare che il peso rallenti l’upload delle pagine. E Google non è così felice di questo, sai?

Comprimere le immagini di WordPress

Per Mountain View la velocità di caricamento del sito web è un fattore capace di fare la differenza. La qualità di un contenuto non riguarda solo quello che scrivi ma la soddisfazione dell’utente. Per questo è importante caricare immagini leggere e ho suggerito questi tool per ridurre il peso delle immagini online. Ma cosa fai quando ti trovi di fronte un sito che ha già caricato centinaia di Kb inutili?

Una soluzione interessante la puoi trovare nei migliori plugin WordPress per ridimensionare e alleggerire le immagini. Uno degli ultimi casi affrontati? Il blog di Luca Vanin (webinarpro.it): abbiamo ragionato insieme per migliorare il caricamento delle pagine. E lui ha deciso di raccontare la sua esperienza su My Social Web. Ecco come comprimere le immagini WordPress con tre plugin.

Dimensioni immagini su WordPress: la premessa

La strategia del blog è sempre stata legata all’inbound marketing: i clienti ci trovano e ci chiedono i nostri servizi grazie a un’oculata, instancabile, costante attenzione alla creazione di contenuti di qualità e al posizionamento SEO. Il blog porta visite preziose e molte diventano clienti se la strategia è stata ben studiata.

Forse il tuo problema è simile al mio: non hai prestato attenzione alle dimensioni e al formato delle immagini. In fase di migrazione su un altro server ci siamo accorti del dramma: 1,5 Gb di cartella media (per intenderci wp-content/uploads). Alcune immagini pesavano 4-5 Mb e se pensi che abbiamo le thumbnail in diversi formati puoi immaginare il risultato. Come ridurre le dimensioni delle immagini su WordPress e ridare brio al caricamento?

I requisiti per ottimizzare le immagini del sito

Primo requisito: devi avere un backup del sito. Meglio se hai a disposizione qualcuno che sia bravo a gestire questi aspetti (nel caso qualcosa vada storto), oppure puoi contattare i provider del tuo server per chiedere di attivare un backup completo, ed essere pronto per ogni evenienza.

Secondo requisito: devi sapere cosa stai facendo. I plugin che seguono fanno un lavoro egregio, ma non basta installare per comprimere le immagini. O meglio, per ottenere il massimo devi avere una conoscenza di questo mondo. ovvero dell’ottimizzazione delle immagini online.

Terzo requisito: le azioni che ti sto consigliando sono irreversibili. Verranno sovrascritte tutte le tue immagini, cancellate le vecchie e da questo momento non sarà possibile tornare indietro. Quindi, hai fatto un back up? Hai una copia delle immagini originali e della cartella wp-content/uploads?

Dimensione e qualità delle immagini

Prima di tutto devi usare un plugin che riduca in massa la dimensione dei file. Il plugin che ho sperimentato e che funziona perfettamente (per le esigenze del mio blog) si chiama Imsanity.

Imsanity ti chiede, nella pagina setting, la dimensione massima del lato dell’immagine e la qualità. Quelli che vedi sono i numeri che ho usato. Per intenderci, non ho permesso a nessuna immagine di essere più larga di 800 px e più alta di 400 px. Questo ovviamente è un punto relativo.

come ottimizzare le immagini wordpress

Definire le dimensioni delle immagini.

Per il mio sito web questo formato va bene, devi decidere in base alle esigenze individuali. Ricorda, in ogni caso, che per ottimizzare il caricamento della pagina devi avere sempre immagini ritagliate rispettando la dimensione esatta che vuoi mostrare sul blog.

Setting dell’immagine

Con Imsanity puoi gestire anche la qualità dell’immagine. Abbiamo chiesto al plugin non solo di convertire le BMP e i PNG (più pesanti) in JPG, ma gli abbiamo chiesto di ridurne la qualità all’80%.

ridurre peso immagini

Seleziona le immagini che vuoi migliorare.

Questo significa alleggerire molto ogni singola immagine. Una delle funzioni più interessanti di questo plugin è la ricerca e il ridimensionamento delle immagini. Cliccando su Search Image, Imsanity cerca i contenuti più grandi delle dimensioni che hai indicato. Il plugin ti mostrerà un elenco di immagini dandoti l’opzione di selezionarle oppure no. Qui decidi se ridimensionarle tutto o meno.

Ridurre il peso delle immagini in evidenza

Il problema rimane legato alle centinaia di thumbnail in evidenza che, partendo da un’immagine originale molto pesante, potrebbero gravare molto come quantità. In questo secondo passaggio abbiamo usato Thumbnail Cleaner. In una sola pagina di questo plugin ti guida così:

  • Backup delle impostazioni iniziali
  • Analisi delle immagini da ottimizzare
  • Pulizia delle vecchie thumbnail
  • Rigenerazione delle nuove soluzioni

In questo modo puoi analizzare la dimensione delle immagini, eliminare le vecchie thumbnail, rigenerare le nuove che pesano di meno. Ricorda, puoi utilizzare il backup che hai già fatto.

Ridurre il peso delle immagini in evidenza

Qui scegli le thumbnail da ottimizzare.

La mia opinione? Non sono molto tentato dai template con molte immagini nella home page. Difficile gestire soluzioni del genere, preferisco i blog con un’unica colonna centrale e pochi widget. Ma, ovviamente, questa è la mia opinione personale, non una regola definitiva per scegliere il tuo template.

Elimina le immagini che non usi

Con il primo plugin WordPress hai ridotto il peso e hai ridimensionato le foto. Con il secondo hai ottimizzato le thumbnail delle immagini in evidenza. Il terzo passaggio chiama in causa Media Cleaner per eliminare le foto che non usi, un peso inutile da evitare con cura.

Media Cleaner cerca tutti i media e le immagini non inserite nelle pagine e negli articoli: pensa a quando usi una foto, poi cambi idea. Cosa fai? La cancelli dalla libreria? Non ci credo! Ecco, Media Cleaner va a cercare tutte le immagini che non hai utilizzato e le elimina. Un bel servizio di pulizia.

ottimizzare immagini blog wordpress

Quali sono le immagini da eliminare?

Ho usato nel modo errato questo plugin e per sbaglio ho eliminato foto che servivano. Fortunatamente avevo il backup e con pochi click ho ripristinato il sito: non muoverti senza una copia di sicurezza. Basta un attimo per risolvere e una distrazione per ritrovarti in una situazione spiacevole.

Per approfondire: ottimizzazione SEO delle immagini

Come evitare che le immagini pesino troppo

Adesso che hai pulito il tuo sito da ingombranti foto, non ti resta che prestare attenzione a quali media inserisci nella pagina. Devi fare in modo che le immagini che usi siano dimensionate correttamente e non pesino troppo. Se vuoi, terminati i passaggi che ho indicato, puoi anche disattivare i plugin.

Ora devi ridimensionare e alleggerire sempre le immagini che carichi. in che modo? Un qualsiasi programma di fotoritocco va bene. Io ad esempio uso Picmonkey per le dimensioni e Compressor.io per il peso. Ma per intervenire sulle vecchie immagini devi usare per forza i plugin WordPress?

In realtà no, puoi intervenire sulla singola foto. Riccardo ha chiesto a Sara Palmieri (webmaster di My Social Web) il metodo che usa per ottenere buoni risultati in termini di velocità del caricamento. E il lavoro si fa più interessante perché si sposta sull’FTP. Qual è al procedura esatta?

Un altro modo per ottimizzare le immagini WordPress

Questa è la base di partenza per chi vuole ottimizzare le immagini senza sporcarsi le mani. La seconda soluzione parte dall’FTP: vado nella cartella uploads – il percorso è public_html/wp-content/uploads – e scarico tutto il contenuto. Poi lo passo su tinypng.com, un tool per comprimere il peso delle immagini online che lavora molto bene. E consente di lavorare su gruppi di 20 immagini.

In questo modo puoi velocizzare l’opera di compressione. Una volta che hai ridotto il peso di tutto il materiale puoi rimettere le immagini nella cartella public_html/wp-content/uploads con lo stesso nome. In questo modo il programma FTP chiederà se vuoi sostituire il contenuto. Clicca su sì e goditi il risultato: il contenuto compresso prende il posto di quello vecchio.

Ora puoi andare su Google PageSpeed Insights per un test. Se ci sono immagini troppo pesanti Google te la indica, così puoi migliorarla e procedere sereno con un sito web veloce come una freccia. In ogni caso ricorda di lavorare sempre con backup e un esperto webmaster al tuo fianco. Se non sai cosa stai facendo ti consiglio di evitare questa soluzione: rischi di cancellare file utili al tuo blog.

Da leggere: scegli le migliori immagini per il tuo blog

Tu come comprimi le immagini WordPress?

In questo articolo trovi due strade per comprimere le immagini del blog WordPress e aumentare la velocità di caricamento delle pagine: un aspetto decisivo da migliorare. Tu come ti muovi? Anche tu ragioni in questo modo? Hai altri metodi? Consiglia i tuoi plugin e le tue soluzioni nei commenti.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

10 Comments

  1. Anche se ormai in tanti hanno connessioni internet veloci, l’ottimizzazione e l’alleggerimento è sempre fondamentale, sopratutto oggi che gran parte del traffico è su mobile.

    • Ciao Michele

      Le connessioni veloci sono importanti, ma cambiano anche le esigenze del pubblico. Che vogliono sempre nuove soluzioni per velocizzare la navigazione. Quindi l’obiettivo è semplice: ottimizzare le immagini del sito web per dimensioni, quantità e peso.

  2. Ottimizzare le immagini e, in generale, ridurre la velocità di caricamento di un sito web è fondamentale sia lato utente (sopratutto da mobile) che “lato motori di ricerca”, tra i quali Google per primo ha dichiarato di utilizzare la velocità di caricamento di un sito web come fattore di posizionamento.
    Quindi ben vengano i tuoi consigli, molto interessante sopratutto Imsanity: un plugin che non conoscevo ma che fa bene il suo lavoro ed in maniera molto semplice.

    • Ciao!

      A dirla tutta neanche io lo conoscevo. Di solito puntavo su ewww image optimizer o wp smush. E devo dire la verità: mi ha stupito questo plugin, è un buon modo per comprimere e ridimensionare le immagini di WordPress.

  3. Bell’articolo. Grazie per i consigli. Procedo con la pulizia
    Personalmente preferisco immagini un po’ più grandi, almeno 1000 px
    Per le foto nuove uso Photoshop “salva per web” (anche se nell’ultima versione del programma credo l’abbiano tolto)

    • Il salva per il web dei programmi di fotoritocco è sempre una grande soluzione!

      • sino a qui ho provato di tutto 🙂 ma il miglior risultato lo ottengo comprimendo manualmente le immagini…poi però l’utilizzo di vari template con portfolio predefiniti incasinano il tutto!

        • Senza dubbio, comprimere le immagini manualmente e senza plugin è la soluzione migliore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *