12

Modello di calendario editoriale per il tuo blog

Shares

Cerchi un modello di calendario editoriale per il tuo blog? Perfetto, ferma, non ti muovere: qui trovi ciò che ti serve: un template gratis in Excel da sfruttare al massimo per organizzare i tuoi contenuti. E regalare al tuo blog il dono migliore, il più importante in assoluto. Ovvero la continuità.

Modello di calendario editoriale blog

Spesso i blogger cercano supporto per migliorare il calendario editoriale. Hanno bisogno di idee e soluzioni per individuare i temi da affrontare. In questo caso posso consigliarti di leggere questa piccola guida per scrivere un articolo ottimizzato SEO. A questo punto devi gestire i titoli.

E poi le date, gli argomenti. Ci sono più autori? Non puoi accontentarti di un foglio di carta: cerchi un modello di calendario editoriale in Excel. Perché così puoi organizzare al meglio le caselle, gli spazi, i passaggi necessari per dare continuità al blog. Ecco, oggi hai bisogno del mio modello.

Nuovo modello di calendario per te

Sì, non sbagli: avevo già pubblicato un modello di calendario editoriale sul mio blog. Però sai come funzionano queste cose: non basta mai, devi sempre migliorare quello che offri. Ecco, questa è la seconda edizione del documento che uso ogni giorno per mettere in ordine la mia attività di publisher.

Come funziona il calendario editoriale

Il sistema è semplice: sull’asse orizzontale hai le varie caratteristiche del titolo, mentre sulla linea verticale c’è l’evoluzione temporale dei titoli. Ecco, nel video puoi avere un’anteprima chiara di questo modello di calendario editoriale pensato per il tuo blog. Quali sono i punti essenziali?

Data di pubblicazione, headline, tag e categorie, altre informazioni. Ho aggiunto un paio di colonne per questo scopo. In primo luogo ci sono due sezioni dedicate ai tempi: la data di consegna e quella di pubblicazione. In questo modo puoi indicare ai collaboratori quando consegnare e quando andare online. Poi c’è l’area dedicata al nome autore, qui puoi assegnare i compiti da svolgere.

Ho creato anche una piccola legenda con i colori che, di solito, uso per definire lo status del post. Il rosso è da creare, il verde è pubblicato, l’arancione è nelle bozze. In questo modo posso capire subito la situazione del lavoro con una semplice occhiata. Ovviamente puoi usare i colori per fare altro, ad esempio distinguere gli argomenti o i pillar article dagli articoli normali, dalle news o dalle interviste.

C’è anche spazio per la SEO

Come è giusto che sia. In questo calendario ci sono un paio di colonne per ottimizzare l’aspetto SEO copywriting. Ad esempio viene indicato lo spazio per inserire il titolo principale che corrisponde al tag H1, poi c’è una sezione per il tag title e una per la focus keyword. Ovvero la parola chiave principale.

Ora, il punto è questo: niente testi scritti per i motori di ricerca, niente banalità tipo keyword density o altre semplificazioni del genere. La focus keyword è un punto di riferimento intorno al quale far ruotare la buona scrittura. Infatti, nella colonna successiva vengono indicati gli argomenti correlati, gli aspetti da affrontare per soddisfare al meglio le esigenze del lettore. Perché questo è lo scopo ultimo.

Scarica il modello di calendario editoriale

Vuoi provare il mio modello di calendario editoriale per il tuo blog? Cerchi un template per affrontare i titoli migliori? Io ho una soluzione utile, la puoi scaricare a costo zero cliccando su questo bottone. Automaticamente partirà il download del file .xls sul tuo computer. Così lo puoi modificare.

Scarica il file Excel del Calendario Editoriale e inizia subito a organizzare le tue pubblicazioni

Puoi condividere questo lavoro con chi vuoi, puoi usarlo per organizzare le tue attività personali. Ma anche e soprattutto i progetti di ampio respiro: questo modello di calendario editoriale è stato pensato proprio per definire blog multiautore, magazine online e interventi firmati da più persone.

Per approfondire: come fare un piano editoriale per il blog

Calendario in Excel: la tua opinione

Ok, questo è tutto: ora puoi scaricare il mio modulo e organizzare i titoli sul file Excel che troverai sul tuo desktop dopo il click sul bottone. D’altro canto aspetto la tua opinione: secondo te posso migliorare questo documento? Ti piace? Come lo userai? Ti aspetto come sempre nei commenti.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

12 Comments

  1. Ciao Riccardo, io sono una fan della carta ma devo ammettere che il tuo calendario editoriale mi permetterebbe di essere meno disordinata. Lo trovo semplice e immediato. Grazie.

    • La carta ha il suo fascino, ma se devi lavorare nel lungo periodo con il blog… Beh, non c’è paragone: file Excel tutta la vita. In questo modo la chiarezza regna sovrana.

  2. Dopo qualche ritrosia, sto iniziando ad apprezzare l’uso di Excel per pianificare la mia strategia.

    Ho iniziato tenendo nota delle Twitterchat che mi interessano, e ora… approfitto della generosa offerta – grazie mille 😉

    • Guarda, Excel è una salvezza. Avere un calendario su file .XLS è una salvezza, soprattutto con tutti questi programmi cloud che ti consentono di condividere il lavoro in un attimo. Io, ad esempio, uso Google Drive come un drogato.

  3. Ciao! Grazie mille è utilissimo! Due domande: quindi hai un calendario editoriale per ogni sito web/blog che segui? Per te questi calendari sostituiscono l’agenda oppure tieni anche questa per avere una visione più ampia di cosa fare ogni giorno per i vari blog che curi?

    • Ciao, due risposte:

      Sì, ho un template di calendario editoriale per ogni blog. È più comodo e funzionale. Poi ho un calendario generale dove appunto solo le scadenze e si trova su Google Calendar. Che in realtà sarebbe la mia agenda. Non lavoro su carta.

  4. Grazie 😉 😀
    Io purtroppo faccio confusione a tenere tutto diviso. Il lavoro per i clienti è in un solo file(un’agenda in pratica), per i miei blog, un file a progetto (e voglio provare il tuo calendario, è ben strutturato!)

    • Ti ringrazio!

      Prava, poi mi dirai. Non esiste una soluzione buona per tutti. l’alternativa: Google Calendar. Ogni task una pubblicazione. Ne puoi mettere più di una in un giorno.

      • No Google Calendar no, è stata una dannazione per me. Provato per alcuni mesi per via di una cliente ma ci sono impazzita. Scriverò la mia esperienza con il tuo calendario, stasera inizia la migrazione 🙂

        Buon lavoro!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *