12

Ascoltare tutti è il miglior modo per fallire

Devi seguire i consigli del mondo intero se vuoi fallire, se vuoi buttare al vento la tua professione e il tuo lavoro. Lo vuoi un consiglio? Leggi questo articolo e segui la tua strada.

Shares

Nei miei corsi di blogging cito sempre l’esempio di Seth Godin che decise di chiudere i commenti del blog. Motivo? Troppi interventi da moderare, ma non solo. L’opinione dei lettori potrebbe influenzare la scrittura, la creatività, il prodotto finale. E questo non è ammissibile per l’autore de La Mucca Viola.

Ascoltare tutti

Mi sembra giusto. Quindi elimino anche io i commenti? Non sono Seth Godin, però il concetto è chiaro: non puoi scrivere per tutti. O meglio, non puoi ascoltare ogni voce che arriva alla tua attenzione. Il web ha dato parola, ed è (fin troppo) facile lasciare idee e opinioni. Spesso non richieste e inutili.

Soprattutto incapaci di comprende la complessità del progetto. Tutti parlano, tutti esprimono giudizi e lasciano buoni consigli. Come diceva De André? Chi dà buoni consigli forse non può dare più il cattivo esempio. Ma non è questo il problema, anzi: le opinioni possono essere preziose.

È compito tuo filtrare

È compito tuo prendere coscienza del fatto che ascoltare tutti è il modo migliore per fallire. Questo vale in ogni situazioni, nel mondo del social media marketing e in quello della SEO. Non esiste riparo dai consigli a buon mercato se non hai personalità e competenze tali da ignorare le voci superflue.

Perché non tutti parlano in buona fede. Spesso il consiglio diventa critica immotivata. A volte pungente. Nella maggior parte dei casi si basa su un’ignoranza di base, su una non conoscenza che può diventare pericolosa. Soprattutto se non sei in grado di gestirla. E di superarla al momento giusto.

Ascolta tutti, prendi nota e rispetta ogni punto di vista. Ma guarda i tuoi conti, monitora i risultati che ti riguardano. Coccola i tuoi clienti e metti nero su bianco il piano editoriale del tuo progetto. Devi curare il tuo orticello, e devi difenderti da chi lo vorrebbe migliorare. O distruggere senza pietà.

Prova a fare ciò che vuoi

Ricomincia a soddisfare te stesso, a lavorare per raggiungere gli obiettivi e per soddisfare il bisogno di scrivere. Tutela il tuo stile, non appiattire la tua arte. Poi è chiaro, questo non vuol dire difendere l’indifendibile e far passare qual’è come scelta. L’errore è tale: impossibile ignorarlo, giusto correggerlo.

Ieri parlavo con un’amica: sono pesanti le aspettative che dobbiamo affrontare? Tanto, a volte sono insostenibili e ti costringono a fare ciò che non vuoi. Ti spingono verso territori inutili per raggiungere gli obiettivi. I tuoi obiettivi. Ricomincia a fare ciò che ami, anche se questo vuol dire deludere.

blog

Lo so cosa stai pensando: “Bello, guarda che a fine mese devo portare i soldi a casa”. Lo so, non ti sto proponendo di diventare un santone indiano alla ricerca della felicità assoluta. Devi guadagnare, devi dare un prodotto o un servizio ai clienti. E lo devi fare bene, devi seguire una procedura.

Ma non devi rimanere schiavo

Esatto, devi fare bene il tuo lavoro ma devi anche difendere la tua persona, la tua professionalità. Devi ignorare quando necessario. Prova a essere anche egoista, lo dico senza problemi. Perché spesso l’egoismo è salvaguardia della propria persona: tutti vogliono, tutti cercano, tutti hanno bisogno di essere ascoltati e di ricevere attenzioni. Tutti hanno delle aspettative nei tuoi confronti.

Si aspettano, ad esempio, che tu scriva in un determinato modo. Ci sono delle regole da rispettare, poi c’è lo stile da preservare. Uno stile che non può e non deve essere fotocopia di altre voci. Il mio consiglio: riprenditi i tuoi spazi, riconquista il tuo diritto di sbagliare con le tue mani.

Sbagliare con le tue mani, e non dopo aver seguito le parole di tizio e caio. Lo ripeto, le parole di una persona esperta valgono oro. Ma in un universo social tutti hanno la possibilità di aprire bocca e commentare il tuo operato. Non conoscendo, non approfondendo la tua esperienza.

Da leggere: come guadagnare con un blog

Tu ascolti o ignori?

Come spesso accade in questi casi, la via di mezzo è la soluzione migliore: dovresti essere equilibrato e capace di fare una cernita. Devi scegliere e valutare. Non sempre è facile, per questo ti chiedo consiglio: tu come ti comporti? Hai imparato la raffinata arte dell’ascolto? Ignorare è sbagliato, ma lasciarsi influenzare anche: ora aspetto la tua opinione nei commenti.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

12 Comments

  1. Beh, ovviamente la vedo come te: una via di mezzo.
    Avere ben chiari certi dettami e non tradirli né modificarli, ma perché non smussare qualche piccolo angolo, se ci fan notare qualcosa?

    La scelta di chiudere i commenti è follia pura, nel caso specifico lo ripeto da sempre. Se hai paura, significa che sei influenzabile, eccessivamente. E non è una bella cosa 🙂

    Moz-

    • Beh, nel tuo caso sì: è follia. Ricevi centinaia di commenti e hai una community forte per questo. Però forse nel suo caso è giustificato: ha un potere in mano, la sua scrittura. piace così come la propone. Se cambia è finito. Un po’ avrei paura anche io.

      • Ma perché dovrebbe cambiare? Solo perché un commento dice “cambia!”?
        Non penso possa succedere, significherebbe non credere nella nostra stessa scrittura…

        Moz-

        • Beh, non uno. Ma forse se arrivano 100 commenti al giorno che ti suggeriscono soluzioni differenti…

  2. “Ascolta tutti, prendi nota e rispetta ogni punto di vista”.

    Avanti così – ascoltare e rispettare non significa accettare o adeguarsi 🙂

    • Questa è una piccola filosofia di vita, se rispetti tutti non sbagli mai. Ma devi prendere le decisioni in base a dei riferimenti chiari. Non emozionali.

  3. Hai detto tutto nel tuo articolo .Articolo perfetto non c è nulla da aggiungere.
    Ascoltare ma attenzione a chi vuole ‘distruggere’.’Egoismo ‘e ‘ salvaguardia del propio lavoro e della propria persona

    • Salvaguardia del proprio lavoro, un concetto importante anche per la propria salute.

  4. Ascoltare gli altri ma seguire sé stessi: una strategia utililissima, non solo per il lavoro ma, più in generale, in tutti gli ambiti della propria vita. Grazie per avermelo ricordato!

    • Prego, anche questo è il mio compito: aiutare colleghi e professionisti nelle operazioni più semplici ed efficaci.

  5. Ciao Riccardo. Ho imparato a prendermi i miei spazi e questo mi ha portata a lavorare meglio. Questo perché in passato ho ascoltato troppo i consigli ma soprattutto le critiche di tutti, anche di quelli che non erano del mio settore e questo non mi ha aiutata. Poi ho capito che sbagliavo.
    Oggi ascolto tutti ma rimango comunque distaccata.

    • Le critiche… sai quante volte ho dovuto dividere le critiche distruttive da quelle effettivamente utili? Il vero lavoro è questo, capire chi può aiutarti e chi deve solo distruggere quello che vede.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *