15

9 modi per conquistare la fiducia del cliente

Conquistare la fiducia del cliente è un passaggio importante. Non ci sono mezze misure, sai bene che una volta persa non puoi ritornare indietro. Ma sai anche che non basta trovare nuovi contatti: devi dimostrare la tua affidabilità nel tempo. Devi essere un punto di riferimento costante.

conquistare la fiducia del cliente

Mi immagino il processo: hai creato un blog, inaugurato dei canali social e iniziato a pubblicare dei contenuti. All’inizio si muoveva poco, poi sono arrivati i lettori. E le condivisioni, i link, i commenti. Infine i clienti. Il processo di inbound marketing ha fatto il suo lavoro, ora sei in gioco.

Trovare nuovi clienti online è dura. Dopo il primo contatto c’è un workflow di email che portano verso l’accettazione del contratto. Ma non è ancora finita: devi deliziare. Devi fare in modo che quella persona non sia tentata di lasciarti per andare altrove. A meno che non abbia terminato il lavoro.

Continue Reading

4

Il prezzo giusto lo decidi tu (e lo devi alzare)

Questo è un problema per il freelance: il prezzo. Vale per tutte le professioni, infatti credo che buona parte delle richieste di preventivo arrivi da colleghi mascherati da clienti. Potrebbero anche chiederlo direttamente, eh. Poi il dramma arriva quando vuoi aumentare i prezzi senza perdere i clienti.

aumentare i prezzi

Pochi giorni fa leggevo le polemiche nate intorno alla richiesta di lavoro lanciata da Salvatore Aranzulla: 25 euro ad articolo. In base alla mia esperienza è un’offerta di lavoro nella media, c’è chi scrive per molto meno. Molti però hanno criticato lo stesso Aranzulla, definendolo sfruttatore.

Per me è un’accusa insensata. Può essere un’ottima soluzione per chi vuole arrotondare, e per imparare a scrivere online. Devi farti le ossa, devi fare la gavetta da qualche parte. Questa è una soluzione dove puoi apprendere. Ma soprattutto non si può dare all’imprenditore la colpa.

Continue Reading

6

Essere speciali è un problema

Quante volte te l’hanno detto? Devi essere speciale per fare la differenza. Se vuoi diventare un professionista del web devi studiare, devi fare esperienza e trovare nuovi clienti online. Ma se preferisci avere successo devi trovare la combinazione giusta per fare qualcosa di unico. Di speciale.

Essere speciali è un problema

Qualcosa che sai mettere in campo solo tu. Questa è la chiave del successo e non vale solo tra i liberi professionisti del web: in ogni circostanza tu sei avvantaggiato se riesci a fare qualcosa di unico. La  combinazione è semplice: devi dare ciò che le persone cercano nel modo in cui solo tu sai fare.

Questo significa avere l’agenda sempre piena, lavorare senza sosta, ritrovarsi con un account Gmail ricco di richieste e di potenziali lead. Una cosa buona, non credi? In questo modo puoi guadagnare di più. Però c’è un problema: spesso la tua attività di freelance non è scalabile.

Ad esempio sei un web writer, e ti sei specializzato nella scrittura di articoli. Puoi scrivere una media di 3 post al giorno e le richieste aumentano. Hai aumentato il prezzo del preventivo ma non è un problema: le persone accettano. Tu però non puoi accettare altri lavori perché il tempo è materialmente finito. Quindi segui il consiglio: deleghi. Ma è possibile quando sei speciale?

Continue Reading

11

Volare alto e rischiare o rimanere al sicuro (in basso)?

Oggi non voglio scrivere articoli tecnici, guide per creare un blog o approfondimenti dedicati al SEO copywriting. No, oggi voglio affrontare un tema caro a tanti amici. Mi è capitato di pensare a questo argomento proprio ieri, e ho espresso la mia perplessità su Facebook come faccio spesso.

volare alto

Il dubbio: preferisci camminare con le tue gambe o rimanere all’ombra degli altri? Meglio essere piccoli e crescere con calma o seguire la scia per avere dei vantaggi immediati ma legati ad altre persone? Io punto sulla prima opzione. Ovviamente non mi ergo a detentore della verità, non lo sono.

Nessuno può dirti qual è il momento giusto per lasciare il lavoro fisso e aprire una partita IVA: devi capirlo da solo. E lo devi fare nel miglior modo possibile, senza traumi. Almeno questa è la teoria. La pratica è ben diversa e si manifesta in altre forme. Camminare con le proprie gambe è difficile.

Continue Reading

16

Quanto costa (veramente) un blog?

La domanda è chiara: quanto costa un blog? Difficile rispondere alla domanda, potrei bypassare il problema tirando in ballo una certa dose di relativismo. Dipende, ecco. In realtà la questione è più importante di ciò che sembra, soprattutto se abbandoni per un attimo la prospettiva del professionista.

quanto costa un blog

Il punto è questo: ragioni sempre con la testa del blogger, dell’esperto SEO, del social media marketer. Per te tutto questo è un investimento. Ed è vero, hai ragione. Però l’imprenditore non illuminato o l’aspirante web writer che sta per aprire un diario online ha un’idea differente. Vuole sapere quanto costa farsi fare un blog, quali sono le spese e quale sarebbe un ipotetico preventivo.

Già, non tutti sono in grado di creare un blog da zero. È facile per te, per me. Ma non per tutti. Quindi la domanda si rincorre tra le maglie del web: quanto costa un blog? Questo strumento ha le sue spese, ma sono sicuro che alla fine sarai d’accordo con me: il vero investimento è sul lungo periodo.

Continue Reading