11

Cosa ti spinge a diventare freelance?

Voglio continuare la mia discussione intorno al mondo del lavoro online. Pochi giorni fa ho dedicato spazio alle professioni del web, ieri mi sono occupato del dipendente. Oggi tocca al freelance.

Il freelance che decide di lavorare nel settore web marketing deve affrontare difficoltà bibliche: clienti che non pagano, partita IVA, stress a quantità industriali, clienti che non pagano, tasse, commercialista, telefonate alle 23.54, lavori da consegnare ieri. E poi i clienti che non pagano, ovvio.

diventare freelance

Diventare freelance vuol dire tutto questo. E nel mondo del web marketing c’è anche un altro fattore da considerare: la continua necessità di aggiornamento. Il mondo cambia in fretta, devi essere in grado di cogliere immediatamente gli sviluppi del tuo campo altrimenti sei fuori dal giro.

Quindi, ecco la sintesi: futuro incerto, soddisfazioni personali da strappare con le unghie, concorrenza a secchiate, stress da farti cadere i capelli (anche se i miei a 34 anni resistono), poco tempo libero, un fegato immenso a causa delle tasse e dei clienti che giocano a nascondino.

Continue Reading

15

I dipendenti non esistono più

Questo articolo rischia di attirare l’astio di molti.

Però mi sento di lasciare la mia opinione, perché questo è un argomento centrale per chi lavora in una web agency. Ovvero per i dipendenti che condividono il progetto di chi ha avuto un’idea.

Uniamoci, facciamo qualcosa di speciale. Qualcosa di grande. Ci sono progetti che ti fanno perdere la testa, e che cercano nuove forze per gestire campagne SEO, attività di web copywriting, blogging, AdWord, Facebook Advertising, Social Media Marketing. Hanno bisogno di gente in gamba.

Tu sei tra questi. Tu sei un dipendente. Sei uno di quelli che ogni giorno odia i freelance che continuano a lavorare in pigiama e pantofole, ma li benedice con il gesto dell’ombrello quando l’orologio segna le 18.30 o quando arriva il week end. Questo sei tu, vero? Bene, ho una notizia per te.

Continue Reading

9

5 consigli per fare una buona formazione

In questo periodo sto lavorando molto con la formazione. In particolar modo, con piccole e medie imprese, sto approfondendo un settore che conosco per esperienza professionale: la scrittura online.

Spiego alle aziende come e perché scrivere online. Lavoro inoltre con liberi professionisti, con freelance che vogliono raggiungere determinati obiettivi. E anche con blogger che vogliono sfruttare WordPress per ottenere visibilità, per promuovere i propri servizi e fare un buon personal branding.

fare formazione

Sto lavorando sodo. E ho capito che la formazione è un settore che permette di imparare ogni giorno qualcosa. Certo, accade ovunque. Ma la varietà delle situazioni che puoi incrociare in questo percorso ti consente di ampliare il tuo bagaglio di esperienze con una costanza giornaliera.

C’è ancora tanta strada da fare. Ma ho capito che per fare una buona formazione devo rispettare 5 punti fondamentali. Te li lascio in questo post, poi mi dirai nei commenti se ho ragione o torto.

Continue Reading

9

Cosa ho capito dopo 3 anni di lavoro freelance

È strano, sai?

Passare dall’azienda al lavoro freelance vuol dire affrontare un’evoluzione straordinaria. Non tutti ci riescono. Questo ti riempie di orgoglio, ma questa sensazione piacevole scompare subito.

Dietro al lavoro freelance si nascondono centinaia di problemi. Ci sono le tasse da pagare, ci sono le fatture, c’è la pubblicità che deve essere fatta altrimenti i lavori non arrivano. E poi ci sono i clienti.

Impossibile vivere senza i clienti. Però ci sono anche delle situazioni che vorresti evitare. Tipo quella del cliente che ti ruba il lavoro o vuole farti lavorare gratis a tutti i costi. Anche quando hai ben definito il preventivo. Sì, il lavoro freelance è logorante. In alcuni casi comporta anche disturbi psicosomatici.

Hai sempre bisogno di staccare. Però io ho capito una cosa importante dopo 3 anni di lavoro freelance. Ho afferrato un concetto che non riguarda solo i liberi professionisti, ma anche i dipendenti.

Continue Reading

12

Non sei perfetto

Questo articolo è dedicato a chi aspetta.

Questo articolo è dedicato a chi non pubblica.

Questo articolo è dedicato a chi vuole raggiungere la perfezione, a chi non si sente pronto e vuole fare formazione. Ancora. E ancora. Io sono d’accordo, sai? Io faccio formazione. Ma al tempo stesso acquisto competenze, ogni giorno imparo qualcosa di nuovo perché cerco sempre nuove sfide.

perfetto

E cerco di lavorare con persone in gamba. Questo, dal mio punto di vista, è il modo migliore per continuare quella sana gavetta che ti permette di imparare sempre qualcosa di nuovo.

Ma dove eravamo rimasti?

Continue Reading