11

Quando il blogger è schiavo del feedback

“Fammi sapere cosa ne pensi”. Quante volte hai scritto questa frase in un post? E in un’email? Quante volte hai atteso il giudizio di amici e colleghi? Va bene, non è un problema: fa parte del gioco ricevere feedback. Anzi, questo passaggio ti permette di migliorare il lavoro svolto nel tempo.

blogger

Perché grazie a uno sguardo esterno riesci a osservare il lavoro da una prospettiva diversa. Puoi individuare errori, problemi, passaggi poco chiari. Insomma, il parere esterno è utile. A tratti indispensabile. Ma devi dosarlo con cura, può diventare in un attimo il tuo peggior nemico.

Continue Reading

15

Arriva l’estate: come gestire un blog durante le ferie

Le ferie iniziano a farsi notare, sul calendario editoriale le pubblicazioni si avvicinano al giorno tanto atteso: stop al lavoro, arrivano le vacanze per riposare la mente. Questo vale anche se sei un freelance? Dipende dagli impegni, chi lavora in azienda ha delle libertà differenti.

blogger estivo

Ci sono 2 o 3 settimane che ti aspettano, un periodo da dedicare al relax. E il blog? Cosa succede al tuo progetto? Puoi abbandonare la piattaforma e sperare che al ritorno tutto sia pronto per ricominciare? In teoria non ci sono controindicazioni nei confronti di un lungo periodo di stop.

La piattaforma WordPress non ha problemi in questo senso, rispetta le tue volontà e il tuo ritmo di pubblicazione. Ma i lettori? Sono disposti ad aspettare i tuoi comodi? Le ferie possono minare la fedeltà del pubblico e portare a un calo del traffico? E a un abbandono del progetto?

Come gestire un blog durante le ferie? Io faccio blogging dal 2008 e ho messo in pratica soluzioni differenti. Soluzioni che oggi voglio suggerirti per lavorare nel miglior modo possibile.

Continue Reading

2

7 modi (efficaci) per notificare nuovi articoli ai lettori

Uno dei grandi problemi del blogger contemporaneo: la fuga dei lettori. Tra social, chat, Snapchat da inviare e Pokemon da inseguire non c’è soluzione, non esiste via di fuga. L’emorragia di utenti attivi è grave, Google Analytics piange lacrime amare, devi aumentare le visite e lo devi fare ora.

notifiche

Questo è il vero problema? No, se il blog è uno strumento per fare inbound marketing ci sono altri dati da mettere in campo. Ad esempio i lead o le vendite. Il numero di visite non è il dato più importante, ma resta il primo elemento per valutare la tua attività di web writer. E, più in generale, di blogger.

Detto in altre parole: devono arrivare le persone giuste sul tuo blog. Per ottenere questo risultato devi lavorare con i social network, devi puntare sulla SEO e sfruttare uno dei punti di forza del blog: la fidelizzazione. Diventi un appuntamento stabile, una pubblicazione che i lettori seguono con piacere.

Questo è uno dei vantaggi del blog: il pubblico aspetta il tuo contenuto e tu devi segnalare la pubblicazione dei post. In che modo? Quali alternative hai? Io ho contato 7 modi efficaci.

Continue Reading

14

8 modi per rinfrescare (senza stravolgere) il tuo blog

Chiaro, potrei suggerirti di cambiare il tema del blog per risolvere il problema. Nuovo stile, nuova vita. Se hai intenzione di rivoluzionare la presenza online questa è la strada da seguire: ecco 35 template WordPress che devi valutare e provare per ridare linfa al tuo blog.

cambia blog

Però la tua esigenza è diversa, non vuoi rinnegare il tema ma preferisci ottimizzare la presenza online. Un’esigenza che non riguarda solo l’aspetto estetico ma anche quello pratico. Vuoi dare una scossa al tuo progetto sotto tutti i punti di vista, e ripensare il tuo rapporto con i contenuti.

L’estate sta entrando nel vivo: è il momento giusto per pensare a un piccolo tagliando per il tuo blog. Magari non una rivoluzione completa. Puoi sfruttare i mesi estivi – di solito sempre più calmi – per modellare forma e sostanza del blog. Come? Ecco 8 modi per rinfrescare le tue pagine.

Continue Reading

7

Blog personale: cosa significa veramente?

Durante le lezioni e i corsi di blogging spesso mi fanno questa domanda: “Devo aprire un blog personale e iniziare a scrivere contenuti. Ma può essere anche professionale?”. Capisco il problema: il dubbio è legittimo e riguarda la divisione tra sfera personale e lavorativa.

blog personale

Se apri un blog aziendale il problema non esiste, in questa sede affronti temi legati al prodotto o al servizio. Ma in un progetto personale il dubbio nasce spontaneo. Sono un libero professionista, ho aperto un blog per promuovere la mia attività e trovare nuovi clienti online: cosa scrivo?

Questo blog personale è il luogo in cui abbandonare tutti i miei pensieri, le mie riflessioni, o è uno strumento di lavoro? Posso scrivere tutto ciò che penso, saltando da un argomento a un altro, oppure ho bisogno di una guida e di un calendario editoriale ben definito? La mia opinione è semplice.

Continue Reading