4

Sei disposto a rischiare qualcosa in più?

Ieri su Facebook si parlava di link building, e della difficoltà di ottenere buoni risultati senza forzature. Non facile ottenere link per la PMI che si occupa di settori specifici, magari nel B2B. Si faceva l’esempio della fabbrica di bulloni. Non è un lavoro semplice, ma sei disposto a dare il massimo?

rischiare

Di fronte alle difficoltà della link building ho fatto l’esempio del content marketing secondo Porhub: qualche anno fa hanno pubblicato le statistiche del sito attraverso un’infografica divertente, fruibile e soprattutto “pulita” da qualsiasi immagine scabrosa. Risultato? Link da tutti i quotidiani online.

Continue Reading

9

La bacchetta magica non esiste (neanche quando fai blogging)

La bacchetta magica ha sempre avuto un gran fascino sull’immaginazione collettiva. Pochi passaggi, due o tre formule e il risultato è davanti a te. Senza sforzo e senza patemi. Hai presente la fata di Cenerentola quando trasforma la zucca in carrozza? Ecco, la bacchetta magica ha questo privilegio.

magia

E fa tutto in tempi brevi, senza sforzi. In realtà vedi solo la superficie, l’evento principale. Tu non sai cosa ha fatto la fata per ottenere quel potere, non conosci gli studi e l’impegno profuso negli anni per dare a quella bacchetta magica i poteri necessari. Però nelle favole esiste, c’è questo strumento.

Nella realtà, invece? Nel mondo del blogging ad esempio? Hai deciso di aprire un blog e di sfruttare la forza dei contenuti? Ho una brutta notizia per te: niente bacchetta magica. Questo significa che tutte le tue lamentele sono inutili, così come è inutile guardare in malo modo chi ce l’ha fatta.

Purtroppo ancora oggi alcuni aspetti del web marketing vengono affrontati a cuor leggero, ragionando in termini semplicistici. “Fare blogging? Va bene, devo solo scrivere. Che ci vuole”. Niente, figurati. Poi iniziamo il corso di blogging e cadono le braccia, gli occhi si sgranano, la bocca si spalanca.

Continue Reading

10

La democrazia dei social non funziona (per tutti)

I social dovevano essere lo strumento della rivoluzione comunicativa. I social dovevano essere il simbolo della democrazia in rete. Mi correggo: solo lo strumento e sono il simbolo.

I social hanno cambiato lo scenario comunicativo odierno.

I social hanno portato la democrazia nelle nostre case. Ce la portiamo ovunque la democrazia: in autobus, in ufficio, in vacanza, in bagno. Social e smartphone hanno creato la democrazia tascabile.

democrazia social

Ora tutti possono dire tutto. Prima potevi sbraitare per la strada ed essere etichettato come un folle, una persona instabile. Ora hai la possibilità di essere ascoltato. E di essere seguito.

E sai una cosa? Tutto questo è insostenibile per molti.

Continue Reading

11

Perché il mio blog non funziona?

Anche io, come Francesco Margherita, sono stato invitato allo SMAU. E anche io ho organizzato un workshop dedicato a una tematica legata al mio profilo. Detto in altre parole ho parlato di blogging.

Anzi, mi correggo. Ho parlato dei problemi del blogging. Era un evento dedicato alle PMI, agli imprenditori che volevano approfondire l’argomento, quindi ho pensato a un tema pratico. Concreto.

perché il mio blog non funziona

Perché il mio blog non funziona? Ecco la domanda che tutti gli imprenditori di questo mondo si fanno dopo aver aperto un blog. Ho introdotto il tema, ho mostrato alcuni benefici poi ho introdotto quattro punti che, a mio avviso, rispondono alla domanda che terrorizza la classe dirigente.

Sto investendo soldi e tempo: perché i risultati non arrivano? Forse perché non rispetti queste regole.

Continue Reading

13

Vita da freelance: come e perché uscire dalla zona grigia

La tua attività di blogger e webwriter freelance si è arenata nella zona grigia. In quella zona non completamente negativa, ma capace di bloccare ogni impulso lavorativo.

Detto in altre parole: il lavoro c’è, i clienti ci sono, ma non ti permettono di guadagnare abbastanza. E ti rendono debole sul mercato del lavoro perché ti costringono a impiegare risorse per un profitto misero.

lavoro

È una situazione instabile, una situazione di stallo. Hai vissuto anche tu questa realtà, vero?

Si tratta di una situazione di stallo perché la nostra cultura, una cultura tipicamente italica, ci spinge a santificare in ogni modo possibile il lavoro che cade dal cielo. Il lavoro non si rifiuta mai, è un sacrilegio.

Ma è un sacrilegio anche quando offre pochi euro? E, soprattutto, è un sacrilegio anche quando frena la tua attività imprenditoriale? Esatto, un freelance è un piccolo imprenditore: investe, rischia, guadagna.

Continue Reading