4

Perché aprire un blog aziendale?

Già, perché aprire un blog aziendale? Da sempre è uno degli strumenti più discussi del settore web marketing. Potrei parlare di social media marketing, di SEO, di copywriting. Anche di email marketing, chiaro. Ma il corporate blogging è, praticamente da sempre, al centro dell’attenzione.

Perché aprire un blog aziendale?

Il motivo è semplice: con gli articoli metti in scena quel tuo bisogno di raccontare, di pubblicare, di fare storytelling. Che poi diventa un semplice luogo dove pubblicare comunicati stampa è un’altra storia: molti blog aziendali si trasformano in archivi di testi inutili a causa della scarsa professionalità.

Per creare un blog aziendale di successo devi affidarti a professionisti del settore, gente in grado di fare un piano editoriale e di pubblicare articoli capaci di raccontare veramente i valori aziendali. Intercettando il grande valore dell’inbound marketing che ti consente di definire il pubblico utile.

Mi chiedi perché aprire un blog aziendale? Ti dico subito il primo motivo: fare in modo che le persone giuste – ovvero i potenziali clienti – trovino il tuo sito web. Questa è la logica dell’inbound marketing. Il blog è il principe assoluto di questo ragionamento. Esistono altri vantaggi che ti consentono di spingere verso questa soluzione? Certo, oggi voglio dedicarmi proprio a questo punto.

Continue Reading

7

Quando il dipendente (felice) diventa il tuo primo fan

Questo è un articolo con due target differenti. Da un lato mi rivolgo a chi gestisce un’azienda, anche piccola, con dipendenti e collaboratori. Dall’altro parlo alle persone che danno vita a questa realtà, chi lavora ogni giorno in ufficio o a casa per permettere all’azienda stessa di raggiungere i suoi obiettivi.

dipendente

Quindi, superiori e dipendenti. Al centro c’è il mondo dei social media. Oggi è difficile incrociare realtà prive di qualsiasi contatto con questi strumenti. Anche l’ufficio del commercialista ha aperto una Facebook Fan Page (anzi, un profilo) e il parrucchiere della nonna ha il profilo Instagram.

Anche il mio barbiere a Napoli ha dei canali social. Lui ignora il mio lavoro e l’altro giorno, mentre mi faceva la barba, mi ha confidato: “Ho trovato quest’applicazione per aumentare i fan in automatico. Fratello, è potentissima. Mi arrivano decine di persone al giorno e non devo pagare. E chi li mette i soldi per fare queste cose sui social”. Il suo sorriso complice è stata la ciliegina sulla torta.

Continue Reading

9

Lead Generation: è indispensabile un blogger aziendale?

Meglio sgombrare subito il campo da ogni equivoco: lo scopo di ogni azienda è vendere, sia a nuovi clienti che a quelli fidelizzati o da fidelizzare. Quindi è l’aumento dei profitti il bersaglio a cui puntano le tecniche di web marketing utilizzate da gran parte delle PMI. Che si tratti di inbound marketing, lead generation o di direct marketing non fa molta differenza.

Fra gli strumenti per chiudere una vendita c’è il blog. Se hai intenzione di diventare un corporate blogger devi sapere come viene utilizzato nel processo che porta ad accettare una proposta commerciale. Così comprendi la tua funzione nell’ingranaggio del marketing aziendale.

Lead generation. È indispensabile un blogger aziendale?

Poi perché il corporate blogger diventerà un tassello sempre più indispensabile nelle strategie di vendita affidate alle campagne di advertising che sfruttano le potenzialità del web.

Dunque è bene che tu sappia con cosa andrai a misurarti. Il punto di partenza per ogni processo di vendita è una sistematica e razionale acquisizione di nominativi e recapiti telefonici/email, step indispensabile per la fase di conversione di un semplice contatto in cliente.

Perché un blogger aziendale è indispensabile? Quando diventa davvero indispensabile? Quali caratteristiche deve avere un post per fare lead generation? Proverò a rispondere a queste domande, fornendo un po’ di informazioni che spero possano esserti utili. Iniziamo dalla lista dei contatti.

Continue Reading

10

Blog aziendale: 9 cliché della scrittura da abbandonare

Qualcuno (una persona affidabile, magari uno dei tanti esperti che segui) ti ha suggerito di aprire un blog aziendale. E tu hai seguito il consiglio, anche perché con WordPress basta un attimo e sei online.

Cosa fai con un blog aziendale? Crei contenuti, scrivi, pubblichi tue idee e le tue impressioni. Parli della tua azienda. Crei dei post e delle pagine che siano in grado di raccontare il tuo punto di vista.

Leggi e rileggi i tuoi testi: scorrono, sono piacevoli. Ma c’è qualcosa che non va. C’è una frizione che limita, stride, frena la buona riuscita del testo. All’improvviso l’illuminazione: stai collezionando cliché.

Continue Reading

2

Blogging aziendale: il punto di vista del padrone

Forse lo sai, forse no: pochi giorni fa ho presentato il mio libro “Fare Blogging” a Napoli, nella sala conferenze della libreria Ubik. C’era gente, c’era una bella atmosfera, ci siamo divertiti.

blogging aziendale

La presentazione è andata alla grande, merito anche delle domande di Francesco Margherita. Poi ho lasciato spazio alle curiosità del pubblico: tutte pertinenti, ponderate, in tema con la presentazione.

C’è stata una domanda, però, che ha attirato la mia attenzione perché ha (giustamente) espresso un dubbio. Ponendo in primo piano il punto di vista del padrone nel discorso di blogging aziendale.

Continue Reading