10

Blog aziendali di successo: 8 esempi italiani

Questa domanda è interessante: quali sono i migliori blog aziendali italiani? Difficile trovare una risposta definitiva e chiara, ma a tutti farebbe piacere avere una lista delle migliori pubblicazioni. Il motivo è semplice e cristallino, riguarda la difficoltà insita nel concetto stesso di diario online.

Blog aziendali di successo: esempi e casi

È un’impresa creare un blog aziendale di successo. Tutte le forze remano contro di te, in primo luogo quella espressa dal pubblico: si parte con una sostanziale sfiducia nei confronti dei contenuti, a favore di quelli pubblicati da un blog personale. Questo perché è chiaro fin dalla notte dei tempi che le aziende vogliono vendere e il pubblico non si fida di chi si presenta con un tono da mercante.

Quindi devi essere bravo a impostare un tone of voice attento, devi fare in modo che le persone si affezionino al tuo brand grazie ai contenuti informazionali. Ovvero articoli capaci di rispondere alle domande. Ma non basta, devi creare un legame mettendo in primo piano la tua essenza.

Magari devi fare storytelling, devi raccontare attraverso il blog aziendale la tua storia. Insomma, non è facile lavorare in questa direzione. Per questo ho deciso di raccogliere in questo articolo i migliori blog aziendali italiani. Molti già li conosci, alcuni vedono me come autore o collaboratore: un puro caso? Non so, questa è la mia opinione personale e basta fare un confronto online per avere conferma.

Continue Reading

10

Come aprire e gestire un blog aziendale di successo

Vuoi creare un blog aziendale di successo e capace di farti vendere? Lo capisco, ho clienti che ragionano in questo modo: le cose vanno male, ho bisogno del blog, delle visite, delle condivisioni. E di tutto il necessario per ottenere buoni risultati. Ma te lo dico subito: è difficile.

creare un blog aziendale

È molto difficile aprire un blog aziendale e ottenere gli esiti immaginati. Motivo? Il diario online vuole tempo. Deve essere gestito da persone esperte e non puoi improvvisare. Se ci metti che la concorrenza è sempre dietro l’angolo puoi ben capire la mia preoccupazione.

Nonostante questo passaggio io credo che il corporate blog sia uno degli strumenti migliori per ottenere buoni risultati. E per risultati intendo un’unica cosa: il fatturato. Non le visite, non le condivisioni o i commenti. Lavorare in questa direzione vuol dire investire, e non poco.

Per questo devi puntare le tue risorse nella strada giusta: devi costruire un blog, magari partendo da un sito web istituzionale, e devi individuare gli argomenti da affrontare nella gestione ordinaria del calendario editoriale. Tutto questo è facile? Non credo, ma voglio aiutarti.

Continue Reading

4

Il miglior blogger aziendale sei tu (forse)

Per una volta mi metto dall’altra parte della barricata e provo a dare qualche consiglio a chi deve registrare i risultati dei contenuti. Cioè, non a chi deve scrivere gli articoli ma a chi ha deciso di investire nel mondo del blogging. E cerca il miglior blogger aziendale per sfornare grandi post.

Il miglior blogger aziendale

Il blog può dare molto a una strategia digitale, ma ha bisogno di alcuni elementi decisivi per funzionare al meglio. Ad esempio deve avere un piano editoriale, una strategia di fondo per fare in modo che ogni elemento ruoti nel modo giusto. E poi deve appoggiarsi al lavoro di chi scrive.

Perché tu gestisci un’azienda e non hai le competenze per scrivere online, vero? Hai altro da fare, e poi hai letto qualche articolo con indicazioni chiare: per creare articoli degno di nota, capaci di farsi leggere dalle persone e ottimizzati in chiave SEO, hai bisogno di figure competenti. Quindi inizia il carosello degli annunci di lavoro: devi scegliere il miglior blogger aziendale. Ma esiste veramente?

Continue Reading

4

Perché aprire un blog aziendale?

Già, perché aprire un blog aziendale? Da sempre è uno degli strumenti più discussi del settore web marketing. Potrei parlare di social media marketing, di SEO, di copywriting. Anche di email marketing, chiaro. Ma il corporate blogging è, praticamente da sempre, al centro dell’attenzione.

Perché aprire un blog aziendale?

Il motivo è semplice: con gli articoli metti in scena quel tuo bisogno di raccontare, di pubblicare, di fare storytelling. Che poi diventa un semplice luogo dove pubblicare comunicati stampa è un’altra storia: molti blog aziendali si trasformano in archivi di testi inutili a causa della scarsa professionalità.

Per creare un blog aziendale di successo devi affidarti a professionisti del settore, gente in grado di fare un piano editoriale e di pubblicare articoli capaci di raccontare veramente i valori aziendali. Intercettando il grande valore dell’inbound marketing che ti consente di definire il pubblico utile.

Mi chiedi perché aprire un blog aziendale? Ti dico subito il primo motivo: fare in modo che le persone giuste – ovvero i potenziali clienti – trovino il tuo sito web. Questa è la logica dell’inbound marketing. Il blog è il principe assoluto di questo ragionamento. Esistono altri vantaggi che ti consentono di spingere verso questa soluzione? Certo, oggi voglio dedicarmi proprio a questo punto.

Continue Reading

7

Quando il dipendente (felice) diventa il tuo primo fan

Questo è un articolo con due target differenti. Da un lato mi rivolgo a chi gestisce un’azienda, anche piccola, con dipendenti e collaboratori. Dall’altro parlo alle persone che danno vita a questa realtà, chi lavora ogni giorno in ufficio o a casa per permettere all’azienda stessa di raggiungere i suoi obiettivi.

dipendente

Quindi, superiori e dipendenti. Al centro c’è il mondo dei social media. Oggi è difficile incrociare realtà prive di qualsiasi contatto con questi strumenti. Anche l’ufficio del commercialista ha aperto una Facebook Fan Page (anzi, un profilo) e il parrucchiere della nonna ha il profilo Instagram.

Anche il mio barbiere a Napoli ha dei canali social. Lui ignora il mio lavoro e l’altro giorno, mentre mi faceva la barba, mi ha confidato: “Ho trovato quest’applicazione per aumentare i fan in automatico. Fratello, è potentissima. Mi arrivano decine di persone al giorno e non devo pagare. E chi li mette i soldi per fare queste cose sui social”. Il suo sorriso complice è stata la ciliegina sulla torta.

Continue Reading