6

Come ottimizzare una pagina web

Se ti occupi di SEO, molto probabilmente, hai già sentito questa domanda: come ottimizzare una pagina web? Purtroppo non esiste una risposta definitiva, ma puoi individuare una serie di buone pratiche. Soprattutto oggi che l’attenzione non riguarda solo l’uso delle keyword on-page.

Come ottimizzare una pagina web

Devi individuare un’intenzione di ricerca e lavorare sulla risorsa. Senza dimenticare la qualità del testo che viene prima di tutto. Devi scrivere per le persone, non per i motori di ricerca. Ma un occhio ai campi essenziali ti consentono di puntare all’obiettivo: ottimizzazione e posizionamento nella serp.

Il valore di tutto questo? Devi farti trovare delle persone giuste, proprio come suggerisce la logica inbound marketing. Come ottimizzare una pagina web per posizionarla bene su Google? Devi seguire delle indicazioni, devi scrivere contenuti di qualità. Ma soprattutto devi avere una strategia.

Continue Reading

19

Cosa è un blog: come funziona veramente questo strumento

Il blog è un diario online, uno strumento per pubblicare opinioni, conoscenze e idee. Tutti possono aprire un blog e iniziare a scrivere per raggiungere un pubblico più o meno ampio, questo dipende dalla tua abilità. Quindi, cosa è un blog? Lo strumento più democratico che io conosca.

cosa è un blog

Il blog – web log, diario in rete – nasce come sito web dinamico e vede la sua origine nel 1997 grazie a  Dave Winer. Ovvero lo sviluppatore del primo software per pubblicare in autonomia nuovi articoli. Perché il contenuto è la vera essenza, la svolta di questo tool dai tratti rivoluzionari.

Ora però mettiamo da parte le definizioni: cosa è un blog? Cosa è veramente un blog? Un diario? Un passatempo? Un mezzo per raggiungere obiettivi lontani o per trovare nuovi clienti online? Continua a leggere, qui ho lasciato la mia opinione. E altre indicazioni per far funzionare questa invenzione.

Continue Reading

3

Creare contenuti per nativi digitali: come cambiano gli input

È stato provato che gli studenti, oggi, ragionano ed elaborano informazioni in una maniera differente rispetto a chi li ha preceduti. Verosimilmente, i cervelli dei ragazzi nati negli ultimi decenni appaiono o appariranno diversi dai nostri man mano che il tempo passerà. Il motivo? Il mondo digitale.

contenuti per nativi digitali

Velocità, accesso random, azioni multitasking, grafica al posto del testo, videogiochi, web come prima risorsa informativa, mondo sempre connesso. Così si configurano gli ultimi decenni. Non ti ci trovi? Ti senti spaesato? Probabilmente – come direbbe Marc Prensky – è perché sei un immigrato.

Un immigrato digitale però. Il punto è che, a quanto pare, neanche i nativi si trovano granché bene a causa del gap tra chi produce contenuti, insegna o fa formazione e loro che usufruiscono di tutto ciò. Il problema è generazionale. Allora, come progettare i contenuti per nativi digitali?

Continue Reading

10

5 buoni motivi per NON scrivere ogni giorno

Esatto, non hai bisogno di scrivere tutti i giorni. Te lo dice uno che segue da anni questo regime e conosce le sfumature del blogging quotidiano. Ci sono mille buone ragioni per pubblicare con costanza, ma non per forza ogni giorno. Perché vuoi ritagliarti spazio per fare altro.

non scrivere sul blog

Magari per creare video di qualità o per staccare la spina. La costanza è una cosa, la quotidianità è un’altra. Il tuo blog ha bisogno di contenuti per crescere, per diventare grande e alimentare il processo di inbound marketing. Ma al tempo stesso cerchi equilibrio nel tuo calendario editoriale.

Un equilibrio che spesso fa a botte con l’iperattività di chi vuole scrivere ogni giorno. Io ti dico questo: hai tanti buoni motivi per scrivere dal lunedì al venerdì, ma ne conto almeno cinque per diminuire il numero delle pubblicazioni. Vuoi sapere quali sono? Ecco la lista personale che ripeto ogni giorno.

Continue Reading

5

Comprare articoli per il blog: tutto quello che devi sapere

Spesso è necessario comprare articoli per il blog. Motivo? Non hai tempo, non puoi investire risorse personali in quest’attività. Quindi decidi di delegare il lavoro di stesura e organizzazione del testo ad altre persone. Ai blogger, a quelle figure professionali capaci di scrivere articoli di qualità al posto tuo.

Comprare articoli per il blog

Comprare articoli per il blog non è una pratica tanto lontana dalla realtà, anzi. Ci sono web writer che vivono grazie a questo mercato. D’altro canto questo è uno dei settori più colpiti dalla corsa al ribasso. Continuo a leggere richieste di lavoro che offrono 1 Euro ad articolo. Quando va bene.

Cosa significa questo? Scarsa qualità. Anzi, io avrei paura di contenuti simili. Potrebbero essere copiati o scritti senza criterio. Questo è il punto: vuoi comprare articoli pronti, ma al tempo stesso degni di questo nome per aggiornare il tuo blog. E rispettare il calendario editoriale. Ma sai cosa chiedere? Ti sai muovere nel mondo degli articolisti e dei blogger? Ecco quello che devi sapere.

Continue Reading