4

Come trovare lavoro su internet (senza impazzire)

Una delle domande che spesso arrivano nella casella email: come trovare lavoro su internet, nel settore del web marketing. C’è quello che vuole diventare un esperto SEO, quello che preferisce puntare sul mondo del social media marketing. E poi c’è il mio collega, l’aspirante copywriter.

Le richieste sono tante, il mondo del lavoro online è in crescita, le professioni del web richiamano l’attenzione dei giovani laureati. Ma anche di chi vuole rimettersi in gioco, ha assistito allo sgretolamento della propria professione e alla nascita di altre. Quindi deve cercare lavoro su internet.

Questo è un settore molto competitivo, non ci sono soluzioni definite, nessuno ti può guidare verso strade già disegnate. Ognuno deve creare una storia a parte, la propria storia. Questo vale anche per te, ed è per questo che oggi sei qui: vuoi consigli e idee per trovare offerte di lavoro serie nel web.

Continue Reading

8

Come ricominciare a lavorare (seriamente) dopo le ferie

Le vacanze sono finite e ricominciare a lavorare dopo le ferie è sempre un dramma. Un impegno che va oltre la tua capacità, la tua forza. Sì perché la mente è ancora altrove, hai voglia di rimanere sulla spiaggia o in montagna. L’ufficio non è il posto adatto dopo le ferie d’agosto, vero? Sei d’accordo?

ricominciare a lavorare dopo le ferie

Questo discorso vale per freelance e dipendenti, senza distinzione. Certo, i liberi professionisti si lanceranno sulla massima che riprende il sacro vincolo della passione: fa’ ciò che ami e non lavorerai un solo giorno nella tua vita. Il principio è giusto ma non sempre le cose vanno così.

Spesso, anche quando hai conquistato il lavoro dei tuoi sogni, ricominciare a lavorare dopo le ferie è un colpo basso difficile da incassare. Perché l’impiego più bello del mondo ha i suoi lati negativi, impegni da seguire controvoglia, clienti da sopportare e da assecondare. Non ci sono vie di fuga.

Riprendere a lavorare dopo le vacanze è difficile per tutti. Per chi si occupa di social media marketing e per chi fa blogging. Anche per me, non temere. Ma ho deciso di affrontare la situazione con lo spirito giusto, concentrandomi sulla passione per il mio lavoro. E su questi 7 punti che consiglio a tutti.

Continue Reading

8

La differenza tra perdere e migliorare il lavoro

A volte perdere il lavoro è la soluzione migliore in un mondo in cui è così difficile trovare un impiego. Sei stato abituato all’idea del posto fisso, al mito del lavoro che non mancherà mai. Ma tutto questo non esiste più e devi partire da un punto chiaro: l’instabilità è tua amica.

lavoro

Non puoi puntare sulla sicurezza. E il tuo lavoro sarà sempre precario, anche quando sarai assunto e lavorerai in azienda. Per questo dico sempre che un dipendente deve muoversi come un freelance, deve conquistare la propria visibilità e fare formazione. Questo per me significa migliorare il lavoro.

Ci sono persone che non vogliono accettare lo stato delle cose e hanno un unico obiettivo: posare il sedere sulla sedia e prendere uno stipendio. A prescindere dalla qualità del lavoro.  Non posso fare un’analisi degli ultimi 30 anni di capitalismo in Italia, ma la situazione è cambiata.

È cambiata da quando tuo padre e tuo nonno sono andati in pensione. Il mondo era diverso, oggi tu sei imprenditore di te stesso. Odio questa frase ma è così: devi gestire i tuoi affari, e lo devi fare attraverso un principio unico: la qualità. C’è una differenza tra perdere e migliorare il lavoro, sai?

Continue Reading

11

Il vero valore dello stagista

Sei stato stagista? Ricordi quella sensazione di disagio e inadeguatezza? Un brivido corre lungo la schiena e si presenta come il dolore fantasma di quelle persone che non hanno più la mano. Ma continuano a sentire fitte al pollice e all’indice. Sì, è un paragone macabro ma rende l’idea.

stagista

Non sei più l’ultima ruota del carro ma ricordi ogni dettaglio. Ora sei un professionista affermato, sei un freelance che può inviare preventivi di tutto rispetto. O forse sei in una fase di crescita e ti fai largo in questa giungla. Lo puoi fare solo se sei stato stagista, solo se hai iniziato dal basso.

Perché così impari a rispettare il prossimo. Spesso questo valore viene dimenticato. Negli uffici si parla di efficienza, obiettivi raggiunti, visite da aumentare e processi di inbound marketing per conquistare nuovi clienti. E si dimentica il rispetto, continuando a spremere collaboratori e colleghi.

Continue Reading

12

Come e cosa studiare per lavorare nel web marketing

La pratica è indispensabile, il modo migliore per imparare è fare. Questo è vero per lavorare nel web marketing, e l’attenzione è puntata sul tema che attraversa la tua passione. Web writing, SEO, web design, email marketing, social media marketing: tutto prende grande forza dall’esperienza.

Basta buttarsi nella mischia per diventare un professionista del web? Io punto sull’esperienza, sulla gavetta in agenzia per affrontare casi differenti. E sullo studio. Ma proprio questo è uno dei dubbi che attanaglia chi si avvicina a questo mondo: cosa studiare per lavorare nel web marketing?

Come e cosa studiare per lavorare nel web marketing

Non basta fare. Non basta la pratica, serve la teoria. Ci piace pensare il contrario e che, in fin dei conti, tutto sia possibile dopo sei mesi di stage intensivo. Al massimo un anno, dai. In realtà la preparazione è indispensabile per affrontare le difficoltà di un mondo in continuo movimento.

Non c’è alternativa, non ci sono vie di mezzo: per diventare un professionista del web devi approfondire. Devi avere una base solida di conoscenze. Ma dopo aver preso coscienza di questo punto ritorna la domanda espressa all’inizio: cosa studiare? Quale soluzione scegliere per migliorare le proprie conoscenze? Ecco la mia guida dedicata a chi inizia, a chi continua, a chi vuole migliorare.

Continue Reading