14

Tutti i blog possono monetizzare?

In teoria sì, tutti i blog possono monetizzare. In un modo o in un altro. Quelli aziendali nascono proprio per questo, quelli personali possono scegliere vie differenti. Ma esiste una strada unica?

come monetizzare un blog

Una domanda che può mettere in difficoltà chi ha tante certezze, idee e convinzioni. È possibile guadagnare con il blog, questo è chiaro. E se organizzi le tue azioni con lungimiranza puoi ottenere grandi risultati. Lo sa bene chi lavora con le affiliazioni e le recensioni online.

Studi bene il contesto, definisci una nicchia redditizia, lavori sodo con l’ottimizzazione SEO on page, fai una buona attività per ottenere link in ingresso e giochi le tue carte. Certezze non ce ne sono, ma puoi avvicinarti al concetto di lavoro ben fatto. Senza dimenticare che ci sono diverse strade.

Continue Reading

6

Il blog è ancora uno strumento valido per guadagnare online?

Ho letto con attenzione il PDF dell’Osservatorio Blog 2016. Questo documento è interessante perché ti consente di avere una prospettiva ampia dell’argomento: qual è il rapporto tra aziende e blogger? Vengono chiamati per fare digital PR? Il blog è uno strumento per guadagnare online?

guadagnare blog online

La risposta è chiara: sì, è possibile fare soldi con un blog. Anzi, ci sono molte realtà professionali che si affidano ai blogger per pubblicizzare prodotti e servizi. In questo caso vengono pubblicati dei post sponsorizzati o delle recensioni, un servizio che ovviamente viene pagato. Ma come?

Questa è la domanda importante dal mio punto di vista: in che modo gli autori riescono a monetizzare il blog? Quali sono gli strumenti e le tecniche da mettere in campo? La grafica che ho trovato a pagina 12 del documento mi ha lasciato con l’amaro in bocca. Ecco il motivo del mio disappunto.

Continue Reading

12

Aprire un blog e guadagnare: pro e contro di 5 soluzioni

Tutti vogliono aprire un blog e guadagnare soldi, monetizzare l’attività di web writer e vivere sfruttando la passione verso un argomento. Perché è proprio questo il punto: hai bisogno di diversi ingredienti per raggiungere il risultato, ma alla base c’è sempre una grande passione per un tema.

Aprire un blog e guadagnare

Solo questo ti spinge verso l’impegno quotidiano, solo grazie alla passione puoi superare le difficoltà iniziali. Aprire un blog e guadagnare non è mai stato facile, ma hai un vantaggio dalla tua parte: ci sono soluzioni differenti , e non per forza contrarie, per monetizzare la tua presenza online.

Devi diversificare le entrate, lavorare in modo da ottenere guadagni da metodi diversi. E monitorare gli espedienti che fatturano tanto. Uno dei problemi di chi inizia a scrivere e pubblicare post è questo: come guadagnare soldi con un blog? Cioè, quale combinazione scegliere?

Io ho la mia idea: inbound marketing. Il blog è lo strumento per trovare clienti online, per portare persone interessate al tuo lavoro verso le landing page. Ma poi? Ho scelto 5 modi differenti per creare un blog e guadagnare. E ho elencato vantaggi e svantaggi, così puoi decidere con serenità.

Continue Reading

19

Ecco perché voglio eliminare gli annunci Adsense

Il 2 giugno i siti dovranno comunicare la presenza dei cookie di profilazione. Anche quelli strettamente tecnici devono essere resi pubblici con l’informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003. Ma i cookie utilizzati per inviare messaggi pubblicitari hanno bisogno di un consenso specifico.

Quando l’utente accede alla home di un sito – sostiene Ghibellini – deve comparire immediatamente un banner con informativa breve e richiesta di consenso all’uso di cookie di profilazione.

eliminare gli annunci Adsense

Perfetto. Io non ho capito niente, e devo correre ai ripari (a proposito, hai consigli?). Questa grande attenzione nei confronti dei cookie ha risvegliato il mio interesse verso Adsense. Ovvero il programma Google che ti permette di guadagnare con la pubblicazione di banner pubblicitari sul tuo sito.

Praticamente il sogno di ogni blogger. Io però ho scelto di eliminare gli annunci Adsense. Sono pazzo?

Continue Reading