4

Come creare un (grande) portfolio per copywriter

Sembra un dettaglio semplice da mettere a punto. Come creare un portfolio per copywriter? Aggiungi una pagina del tuo blog o del tuo sito web, fai una lista dei lavori portati a termine e inserisci il link nel menu principale. Non ci vuole un miracolo della tecnica per fare una cosa del genere.

come creare un portfolio per copywriter

Non proprio. I migliori copywriter italiani hanno un portfolio? Non so dirtelo, ma quelli che vogliono spingere il proprio nome e trovare nuovi clienti online hanno bisogno di una pagina del genere. E non possono accontentarsi di una meschina lista di lavori, magari non ragionata ma solo cronologica.

Non funziona così. Le landing page possono fare la differenza perché trasformano un lettore in un potenziale cliente. Ma anche la sintesi delle esperienze e dei lavori svolti può traghettare contatti interessanti verso la tua attenzione. Perché rappresenta una potente arma persuasiva al tuo servizio. Sei curioso di scoprire come creare un portfolio per copywriter? Ecco la mia ricetta.

Continue Reading

16

Perché cerchi articoli a basso costo?

In questi giorni si parla molto del prezzo ideale di un post. Quanto devo chiedere per un articolo? Nessuno lo sa, nessuno può saperlo. Io do un consiglio: inizia da un prezzo base e poi aumenta per ogni servizio richiesto. Così puoi creare un preventivo efficace e proporre una soluzione ragionata.

Perché cerchi articoli a basso costo?

In questo modo l’imprenditore, o il web strategist che ha bisogno di un web writer freelance, può avere misura del tuo impegno. Però attenzione, non tutto fila liscio. Nel mondo dei contenuti online c’è sempre la corsa al ribasso. Soprattutto quando si affronta il tema degli articoli per il blog.

In questi casi il desiderio di risparmiare è sempre in agguato. Perché sei disposto a spendere tanto per una landing page, per i testi del sito, per quelli dell’email che mandi ai contatti. Ma per gli articoli del blog no, proprio no. Forse perché ti immagini un calendario editoriale lungo e un impegno costante. O forse perché il blog è rilegato sempre nell’universo dei giocattoli digitali che funzionano ma non troppo.

Continue Reading

30

Con il blogging non si guadagna (però io oggi mi sposo)

Con il blogging non si guadagna, così dicono. Però oggi mi sposo. Condivido questa notizia sul blog perché ci sarà uno stop di una settimana. Il percorso che mi ha portato a questo punto è noto a chi mi conosce personalmente. È arrivato il momento, è un passo importante per la nostra vita.

Con il blogging non si guadagna

Le persone che devo ringraziare? Troppe. Però voglio dare una pacca sulla spalla anche a me stesso per un motivo semplice: aver creduto nella scrittura online. Quante volte ho sentito questa frase? Con il blogging non si guadagna, non si monetizza. Non è un’attività scalabile. Certo, all’inizio è così.

Se rimani articolista a vita è così. Ma come sempre c’è bisogno di evoluzione, devi diversificare le entrate. E devi trovare il modo giusto per fatturare. Devi guadagnare con il blog, e non scrivendo articoli per pochi euro. Tante persone hanno provato a scoraggiarmi (in buona fede?) ma senza risultati

Oggi sono qui, a poche ore dal mio matrimonio. Un matrimonio che si basa sulla nostra indipendenza. Certo, parto da una buona base. Sono fortunato come tutti quelli che nascono e vivono a Capri. Però insieme ad Alice stiamo costruendo qualcosa. E questo lo devo anche al web. Lo devo al blogging.

Lo devo ai libri che ho scritto, ai miei clienti (faccio sempre più selezione) e a ogni singolo mattone che ho posato dal 2008. Quando ho aperto My Social Web. Lo devo anche a te che leggi i miei articoli, li commenti e li condividi. Quindi grazie a tutti, ci leggiamo tra una settimana qui.

13

Web content editor: cosa fa e come lavora

Il web editor fa parte del nostro mondo, è parte del content marketing. Il motivo è semplice: questo professionista si occupa dei contenuti pubblicati sulle pagine web del tuo blog o negli articoli del blog. Anche se a volte viene definito web content editor o web content manager la sostanza non cambia.

Web editor: chi è, cosa fa, come lavora

Quando cerchi un web editor hai bisogno di una persona in grado di creare buoni contenuti. Un aspetto importante perché sai bene che la scrittura online è un aspetto essenziale per il successo di un buon progetto web. Le persone acquistano grazie ai testi che pubblichi sulle landing page.

Tutto questo senza dimenticare l’universo che ruota intorno al SEO Copywriting, all’uso delle parole chiave attraverso una buona organizzazione del testo e dei microcontenuti che inserisci nel tag title e nella meta description. Senza dimenticare l’H1 e gli altri heading. Insomma, tutto questo conta.

E un professionista della scrittura online deve conoscere tutto questo. Ma cosa fa il web editor per esattezza? Come trova lavoro e clienti? Quali sono le sue competenze? Scopriamolo insieme.

Continue Reading

12

Ascoltare tutti è il miglior modo per fallire

Nei miei corsi di blogging cito sempre l’esempio di Seth Godin che decise di chiudere i commenti del blog. Motivo? Troppi interventi da moderare, ma non solo. L’opinione dei lettori potrebbe influenzare la scrittura, la creatività, il prodotto finale. E questo non è ammissibile per l’autore de La Mucca Viola.

Ascoltare tutti

Mi sembra giusto. Quindi elimino anche io i commenti? Non sono Seth Godin, però il concetto è chiaro: non puoi scrivere per tutti. O meglio, non puoi ascoltare ogni voce che arriva alla tua attenzione. Il web ha dato parola, ed è (fin troppo) facile lasciare idee e opinioni. Spesso non richieste e inutili.

Soprattutto incapaci di comprende la complessità del progetto. Tutti parlano, tutti esprimono giudizi e lasciano buoni consigli. Come diceva De André? Chi dà buoni consigli forse non può dare più il cattivo esempio. Ma non è questo il problema, anzi: le opinioni possono essere preziose.

Continue Reading