4

Come scrivere testi efficaci per un sito web

La domanda che spesso mi rivolge, in privato, chi inizia a lavorare in questo settore: come scrivere contenuti per un sito internet? Perché molti pensano che tutto si riduca alla stesura dei post per il blog. Certo, questo fa parte del tuo lavoro. Però c’è un altro lavoro da fare: devi scrivere testi.

come scrivere contenuti per un sito internet

Testi per il sito web aziendale. La classica combinazione che vede home page, chi siamo, servizi e contatti su un’unica barra di navigazione. I nuovi temi WordPress lavorano su un concetto interessante, su landing page capaci di racchiudere tutto in un’unica risorsa. Perfetta per gli smartphone e i tablet.

Questo però non cambia lo stato delle cose. Devi essere un bravo blogger, devi saper scrivere una newsletter e conoscere i passaggi chiave per creare un piano editoriale. Ma soprattutto devi conoscere la base del web writing. Allora, come scrivere contenuti per un sito internet? Ecco la mia esperienza.

Continue Reading

6

Le regole della punteggiatura per scrivere meglio

Le regole della punteggiatura sono indispensabili per garantire un contenuto qualitativamente superiore. Ciò che scrivi è importante, ma devi fare attenzione a come esponi i tuoi pensieri. Devi immedesimarti nel tuo target, non puoi rendere il lavoro difficile al pubblico.

punteggiatura

Questo vale per ogni forma di scrittura, soprattutto per il web writing che contempla l’esposizione dei contenuti attraverso pagine, articoli e aggiornamenti social. Quando scrivi il testo devi puntare su una scrittura fluida, senza ostacoli. Il risultato si ottiene anche con i segni di interpunzione.

Grazie al buon uso di punti e virgole puoi dare significato al testo, puoi migliorare la leggibilità e rendere piacevole la permanenza del pubblico sul blog. Ma quali sono le regole principali della punteggiatura? Ecco i passaggi indispensabili per una buona scrittura sul web.

Continue Reading

6

Scrivere per farsi capire e leggere: come alleggerire i testi

Un consiglio su tutti: scrivere per farsi leggere. Questo è il punto di partenza di ogni blogger, di ogni web writer. Non devi creare per mettere in bella mostra la tua abilità e per dare a Google il miglior risultato. No, tutto questo è illusione. Ciò che fa la differenza è la tua capacità di farti capire e leggere.

Scrivere per farsi leggere

Proprio ieri leggevo l’articolo del Tagliablog che sottolinea non tanto il bisogno di scrivere articoli brevi, ma di accendere il cervello quando lavori con la scrittura online. Leggi ricerche che parlano di contenuti generosi che si posizionano bene, quindi continui a scrivere pillar e cornerstone content.

Va bene, ma cosa metti in questi contenitori? Nella maggior parte dei casi la quantità è testo vuoto, ridondanze e periodi superflui. Scrivere tanto non vuol dire accontentare una sorta di comandamento non scritto della SEO. Devi dare al pubblico il miglior contenuto possibile, e scrivere per farsi leggere può tornare utile in un’epoca in cui il contenuto viene fruito da uno schermo minimo.

Quali sono i consigli per scrivere bene e farsi capire? Io parto da questo principio: meno scrivi, meglio è. Ma le cose le devi spiegare per dare valore a un contenuto. Se devo spiegare come guadagnare con un blog ho bisogno di una quantità di testo differente e superiore rispetto a un articolo pensato per rispondere a una definizione. Ora ti spiego come ottenere, in qualsiasi caso, dei buoni risultati.

Continue Reading

5

Impara a fare blogging con The Walking Dead

Esatto, The Walking Dead. La serie televisiva che vede come protagonista un gruppo di sopravvissuti, in un mondo infestato dagli zombie, può insegnare tanto a chi vuole fare blogging. Non sto scherzando, non prendere alla leggera questa grande narrazione contemporanea governata da Rick Grimes.

The Walking Dead

Aspetta un attimo. Perché collegare la scrittura online con una serie televisiva basata su un olocausto zombie? Non ci sono storie legate a scrittori di successo o a giovani blogger che pubblicano grandi contenuti per raggiungere i propri scopi. Anzi, in tutte le puntate non ho visto un solo computer.

Eppure ti assicuro che il nesso c’è, la connessione tra fare blogging e The Walking Dead esiste. Io la vedo, la sento e te la racconto. Ma prima ti dico questo: non ci sono grandi rivelazioni, puoi leggere senza timore. Ma se c’è il rischio di spoiler in un paragrafo ti lascio un avviso nel titolo.

Continue Reading

22

Riprenditi il diritto di scrivere solo per te

Spesso questa domanda emerge dai meandri dei forum: esiste la scrittura SEO oriented? In questi casi ho sempre paura di rispondere. Non voglio ferire e infrangere aspettative precise: conosco un unico modo per scrivere, ed è quello che ti consente di soddisfare le esigenze del pubblico.

Rispondi ai dubbi senza fare economia di sapere, questo è il modo migliore per ottenere buoni risultati sui motori di ricerca. Sul serio. Poi ci sono delle regole da rispettare, dettagli che possono fare la differenza come quelli che riguardano il tag title e l’ottimizzazione SEO delle immagini.

Ma la sostanza è nella strategia. La differenza si trova nella visione d’insieme, nella tua capacità di organizzare i pezzi di un puzzle molto grande. Il testo è solo la protesi finale per raggiungere l’obiettivo, ma la scrittura non è solo tecnica. C’è anche la tua anima che esige attenzione.

Continue Reading