Gestire un blog vuol dire avere tante risorse a disposizione, ma è impossibile solo pensare di aprire un blog (anche se con WordPress.com) senza una buona quantità di tempo da investire.

tempo

Perché di investimento si tratta. Quindi dobbiamo imparare a utilizzare il tempo nel migliore dei modi, dobbiamo puntare a ottimi risultati senza sprecarlo. E come facciamo? Qualcuno ha dei consigli?

Una manciata di suggerimenti li ho trovati su Famous Blogger, gli altri li ho presi direttamente dalla mia esperienza personale.

  • Lavora per obiettivi – Tutte le azioni dovrebbero essere rivolte agli obiettivi che vuoi raggiungere. Prima individua quali sono, cerca di capire quali sono i passi per raggiungerli e infine datti da fare!
  • Guardati intorno – Prima di iniziare a scrivere guardati intorno e cerca di capire quali sono gli argomenti più letti, discussi e condivisi dal tuo target: non quelli più popolari in assoluto, ma rispetto alla tua nicchia.
  • Facilita il compito dei lettori – Metti i paragrafi, usa la formattazione, pulisci il testo da tutto ciò che non serve, usa titoli e sottotitoli informativi, scrivi per le persone e non per i motori di ricerca… insomma, migliora la leggibilità dei tuoi post.
  • Misura – Non lavorare alla cieca ma con il supporto di Google Analytics: individua quali sono i numeri che si legano agli obiettivi da raggiungere e muoviti di conseguenza. Altrimenti spendi risorse inutilmente.
  • “Sfrutta” i tuoi lettori – Cita i commenti che ti lasciano nei post, sviluppa le idee che ti lasciano su Facebook e embedda i tweet che ti illuminano nuovi orizzonti: i lettori sono fonte inesauribile di idee che tu puoi sfruttare per i tuoi post. Basta saper cogliere, ringraziare e citare.
  • C’è un tempo per tutto – Individua il momento della giornata in cui puoi dare il massimo e sfruttalo per fare la parte più dura del lavoro: scrivere. Quando sei stanco e le risorse vengono meno dedicati alla ricerca di nuove fonti e all’organizzazione delle pubblicazioni.
  • Fai buone pause – Ma se hai appena detto di risparmiare tempo… le pause non vanno nella direzione contraria? Niente di più errato: quando la stanchezza avanza e le idee vengono meno metti fine all’agonia della tua creatività e stacca la spina. Una pausa di 20 minuti ti farà guadagnare tempo e qualità del lavoro.
  • Usa le bozze – Ogni tanto mi lascio trasportare dall’ispirazione, inizio a scrivere e mi rendo conto di essermi infilato in un vicolo cieco. Ma non cancello, lascio nelle bozze (post in draft). Quasi sicuramente quel testo lo userò per altri articoli, mi servirà da spunto, riuscirò a trovare la giusta chiave per far funzionare l’idea originale…
  • Lavora con Google Drive  – Tutto a portata di mano, in ogni occasione, così posso lavorare sulle mie idee in qualsiasi momento. Senza portarmi dietro penne USB, fogli di carta, appunti o pezzi di carta. Sono pronto per lavorare sui documenti che ho salvato su Google Drive, e quieto mi fa risparmiare tempo.
  • Piega Hootsuite alla tua causa – Ci sono tanti motivi per scegliere Hootsuite, ma in questo caso ne sottolineo tre (tutti perfetti per l’ottimizzazione tempo/risultati): ti permette di schedare i tweet, di individuare e partecipare alle conversazioni, di creare dei flussi dedicati alle liste per avere sempre a portata di mano possibili fonti di ispirazione.

Ancora qualche articolo per ottimizzare tempo e lavoro, uno dedicato all’argomento Social Media e un altro agli aggiornamenti del blog. Adesso tocca a te: quali sono i tuoi consigli per risparmiare tempo e ottimizzare i contenuti? Lascia i tuoi consigli nei commenti!

Per l’immagine ringrazio Salvador Dalì – La persistenza della memoria, 1931

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

4 COMMENTI

  1. A proposito di Google Analytics ho una domanda da farti: è possibile inserire la stringa di codice per tracciare un blog su piattaforma wordpress.com? Se sì, come? Grazie!

  2. Aggiungerei anche che non bisogna farsi travolgere dalla rete.

    l’information overload è il pericolo che corre chiunque debba informarsi molto per produrre contenuti.

    Bisogna ricordarsi che i post non devono essere per forza esaustivi, ma sono quelle imperfezioni che rendono sociali le nostre performance creative. Quindi informatevi il giusto, leggendo i blog qualche blog selezionato e completando le informazioni con ricerche mirate e i tool adeguati (come hotsuite!)

    • @Ricardo – Hai perfettamente ragione: l’overload di informazioni rischia di farti perdere tempo prezioso. Per questo consiglio sempre di curare il proprio lettore feed e di selezionare al massimo le proprie fonti.

      @Domenico – Niente da fare WordPress.com non permette l’uso di Google Analytics.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here