10 parole fondamentali per un blogger

C'è un vocabolario che ogni blogger dovrebbe seguire per riuscire a ottenere risultati online. Quali sono le parole da pronunciare ogni volta che si elencano le qualità di un professionista?

Le parole delineano la tua esistenza: sono veicolo di sapere, nodi cruciali della vita professionale e non. Le parole sono l’essenza del lavoro per un blogger perché ti permettono di mettere su foglio (elettronico) pensieri e conoscenza.

 parole fondamentali per un blogger
Parole da non dimenticare mai.

Ma le parole segnano anche il percorso da seguire. Come dei lampioni in una strada di campagna inghiottita dalle tenebre. Ho letto un articolo di ProBlogger dedicato al tema, e ho deciso di creare la mia lista di parole fondamentali per un blogger.

Scopo

Devi avere uno scopo. Devi sempre avere un punto di riferimento che guidi la tua attività di blogger, dalla scelte estetiche alla pianificazione dei contenuti.

Vuoi parlare del tuo ristorante? Scrivi ottimi articoli dedicati ai cuochi del settore. Vuoi condividere la tua abilità con i motori? Cerca di soddisfare le esigenze dei lettori pubblicando post di gran qualità. A proposito…

Quali sono le esigenze del tuo target di riferimento? Studia le necessità di chi ti segue, fai una buona keyword research e scrivi titoli del blog in grado di catturare l’interesse.

Determinazione

La determinazione è una virtù nel mondo del blogging: ti aiuta a coltivare i rapporti con i colleghi, a studiare contenuti sempre più vicini alle esigenze dei lettori, a superare quella valanga di problemi che busseranno alla porta di casa.

Perché questa è la verità: ci saranno mille problemi da risolvere. E la determinazione ti darà man forte. Senza costanza non puoi fare blogging.

Da leggere: quali sono le competenze del blogger

Personalità

Hai deciso di seguire l’esempio di chi ce l’ha fatta. E nell’emulare i passi hai perso di vista la personalità: un brand che custodisci nel DNA e che nessuno potrà copiare.

Possono rubare le immagini, le idee, lo stile del tuo blog ma non la personalità. Per questo devi lasciarla libera di scorrere tra i paragrafi dei tuoi post migliori.

Qualità

Tatuati la parola “qualità” sul dorso delle mani: così avrai sempre davanti agli occhi la chiave del successo. Tutto quello che fai – dalla pubblicazione di un post alla condivisione di un articolo – deve essere temprato dal fuoco della qualità.

parole

Non c’è spazio per i contenuti senza anima. Gli articoli devono dare ai lettori il piacere della lettura, devono dare la possibilità di scoprire nuovi dettagli, nuove soluzioni per risolvere i problemi. I tuoi articoli devono essere una luce da seguire.

Coerenza

Non voglio paragonare l’incoerente con il traditore, ma il concetto è simile. Rispetta te stesso, il tuo blog personale, la linea editoriale che hai deciso e chi ti dà fiduciaO almeno avvisa i tuoi lettori che hai deciso di cambiare direzione.

Integrità

Perché gabbare i lettori prendendoti il merito di un articolo? Vuoi risparmiare sui link? E le immagini… perché non citi la fonte? Potrei elencare mille casi ma la sintesi è ovvia: i grandi blogger non mettono in gioco la propria integrità.

Pazienza

Non puoi pretendere numeri da capogiro dopo 30 giorni di pubblicazioni. E anche quando i numeri ti daranno ragione, ci sarà sempre qualche problema: gli AdSense non rendono, la grafica non ti convince, i social potrebbero andare meglio.

successo
Le parole del blogger di successo.

Devi avere pazienza, non puoi pretendere che i problemi si sistemino in un attimo. Come sosteneva Rousseau: “La pazienza è amara, ma il suo frutto è dolce”.

Fiducia

Per raggiungere vette sempre più alte devi credere in te stesso, in quello che fai e in quello che pensi ogni giorno. Ma devi anche credere nel prossimo.

Un blogger si fida delle persone che lo circondano – ad esempio dei guest blogger – e che non ha paura di sfruttare le idee dei fan su Facebook o dei follower di Twitter per creare nuovi articoli. Ovviamente ringraziando e citando la fonte.

Comunicazione

Non rispondi ai commenti, non partecipi alla discussioni su Twitter e non replichi alle persone che lasciano domande sulla bacheca di Facebook: sei sicuro di essere un blogger?

Credo che la comunicazione sia il perno della tua attività online. Inizia dal rapporto uno a uno, dal basso, parlando ai lettori come faresti con un amico.

Flessibilità

Viviamo in un tempo sfortunato per la flessibilità, legata a forme di lavoro poco amate (non tanto per la loro natura ma per l’uso distorno). Ma la flessibilità è una virtù.

parole del blogger
Le parole del blogger che fanno la differenza.

Gli equilibri sul web mutano in un nanosecondo, e devi essere sempre pronto a mettere in discussione le tue conoscenze. Tutto cambia, per questo devi essere flessibile. Talmente flessibile da cogliere al volo i mutamenti e raccoglierne i frutti.

Vuoi suggerire una parola ai blogger di successo? Bene, lasciala nei commenti.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

14 COMMENTI

  1. Passione… se non fai le cose con trasporto, piacere, passione, cosa potrai mai comunicare? Le parole, le immagini, hanno un’anima e, le cose fatte con passione saltano subito all’occhio. 🙂
    P.S.: davvero un post bello ed utile, grazie!

    • Costanza e Passione… due termini con un sifnificato profondo per un blogger.

      E se io aggiungessi rispetto? Può andare?

  2. Grazie, ogni tuo post è una sorta di piccola bibbia…mi insegni sempre tanto e te ne sono veramente grata.
    Concordo con i tuoi punti, con le aggiunte della carinissima Erika…

    cosa aggiungere?

    sensibilità…
    al lettore, ai contenuti…

    umiltà
    chi si mette in gioco deve essere in grado di capire che il suo spazio (più o meno seguito) non farà mai di lui o di lei un onnipotente…

    gratitudine
    perchè ogni spazio è energia!

    Grazie ancora… e buon #futurosemplice

    Grazie ancora

  3. Penso che se alla base di quello che si fa ci sono delle passioni il tutto viene da se!!! Chi riesce poi a trasformare le proprie passioni in lavoro ha fatto bingo!

    • Come dimenticare l’importanza della passione… in giornata farò un riassunto delle parole suggerite dai lettori!

  4. Io credo che, purtroppo, manca la capacità.
    A volte non bastano i 10 punti sopraelencati, ed ancor più umiltà, povertà d’animo e rispetto: se non si sa scrivere, è meglio non scrivere.
    Inutile ostinarsi.
    Molti, troppi oggi scrivono senza accorgersi che il loro italiano fa acqua da tutte le parti.
    Qui si scrive, non si gioca a poker…
    Pace e bene…

  5. Ciao Riccardo ho letto con piacere il tuo elenco.

    Sto preparando un progetto un po’ particolare per la mia nicchia di mercato, e vorrei costruire una mappa mentale inserendo, tra l’altro, anche i punti da te espressi (che sintetizzano molto bene la questione), che eventualmente poi svilupperei nel corso del tempo.

    Ho anche individuato altri tuoi spunti che potrei inserire.

    Mi dai qualche consiglio per riconoscerti la paternità di questi spunti, sempre che possa inserirli nei miei lavori?

    Grazie!!!

    PS: non so ancora quando il progetto diventerà pubblico: preferisco prepararlo con calma e bene…

    • Certo che puoi inserirli.

      L’unica cosa che devi fare – tieni presente che non ho idea di come sarà articolato il tuo lavoro – è non copiare per intero i contenuti e ripubblicarli sul web.

      Per riconoscere la apternità basta un link al blog, puro e semplice. O una mention a mysocialweb.it nel caso in cui si pubblichi su cartaceo.

      Tienimi informato (e scusa per il ritardo con cui ti rispondo).

  6. In effetti avevo immaginato una cosa simile.

    Ok ti ringrazio e sicuramente ti farò sapere appena partirà il Progetto (se e quando partirà: lo sto imbastendo in questi giorni con il poco tempo libero a mia disposizione).

    PS: il tuo ritardo mi ha stupito: credevo che un vero blogger non dormisse mai e che non conoscesse sabati e domeniche… 😉

    • Il sabato e la domenica sono al mare 🙂

      Tempo permettendo, mi sembra ovvio. E in questo periodo le isole della Campania sono ancora assolate!

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here