17 regole per una community sui social network

Creare una community sui social media è importante. In questo modo puoi lavorare su un pubblico fedele e attento alle tue necessità. Quali sono i consigli da seguire in questi casi?

Quali sono le regole delle community sui social network? Hai sentito tanto parlare di Social Media Marketing, di quanto i social network come Facebook possano migliorare e spingere la visibilità della tua azienda. La questione che si pone ora è come costruire una community che dia significato alla tua presenza. E che aumenti le visite del blog.

regole delle community sui social network
Ecco le regole delle community sui social network

Da un buon articolo di Harry Gold ho recuperato un po’ di informazioni per ottenere un canovaccio dedicato a tutti i social network per creare una community di fan, amici e followers capace di seguirti in capo al mondo. Il tutto si riassume il 17 regole.

Controlla le discussioni

Utilizza strumenti come gli hashtag e il motore interno di Twitter per capire come vengono utilizzate le keyword correlate alla tua attività dagli altri utenti. Vale a dire le persone da raggiungere.

Ma anche coinvolgere. Perché ricorda sempre il punto di partenza del Cluetrain Manifesto: i mercati sono conversazioni. E tu devi esserci.

Perché puoi ottenere vantaggi concreti. Magari se trovi una conversazione interessante buttati dentro e partecipa, ma attento a quello che dici: tutto può diventare pubblico!

L’aspetto importante da considerare in questi casi: la scelta della piattaforma per osservare e ascoltare le conversazioni. Puoi usare Hootsuite o Tweetdeck, ma soprattutto hai la possibilità di organizzare i flussi con Mention.

Usa icone e annunci

Il secondo passo per creare una grande community è quello di utilizzare banner, icone social e widget per indirizzare traffico dal tuo sito ai canali social. Attenzione, però, a valutare la necessità di alcuni moduli troppo invasivi, tipo Facebook Fan Box.

Migliora il tuo sito

Aggiungi una sezione dedicata nella pagina chi sono e call to action alla fine dei tuoi post che invitino le persone a iscriversi ai principali social network. Devi mostrarti.

Incrocia i canali

L’autismo mediale non ha tanto futuro nel web: assicurati che nella Facebook Fan Page venga menzionato il tuo contatto Twitter e, periodicamente, invia tweets che suggeriscano i vantaggi di diventare fan della tua pagina Facebook.

Dai un motivo per aderire

Come gestire community sui social network? Dai alla gente ciò che vuole e ti seguirà. Il punto sta nel capire cosa vogliono: fai autoanalisi e prendi spunto da chi bazzica da più tempo di te, e con più successo, nel mondo dei Social Network.

Comunica senza limiti

Scrivi e pubblica un comunicato stampa sul lancio della tua Facebook Fan Page, Twitter, canale Youtube o SlideShare. Però non devi essere freddo e asettico.

Devi scegliere

Sei iscritto a 20 social network ma non puoi promuoverli tutti allo stesso modo: fai la tua scelta e impegna il 60% delle tue risorse a sostenere il social fortunato.

Spazio ai segreti

Content is the king: condividi i contenuti e le tue conoscenze con altre persone ma non cercare subito di portare a termine i tuoi affari. Perderai la fidelizzazione del pubblico. Le regole delle community efficaci: devi fare content marketing.

Fascia oraria

Così come esistono giorni migliori per pubblicare sul blog, ci sono orari più indicato per ogni post sui Social Network. Evita la mattina presto e la sera ma preferisci gli orari di ufficio (molte persone durante l’orario di lavoro si intrattiene su Facebook).

Segui gli influencer

Ci sono persone molto influenti sui social network. Se riesci a raggiungerli nel modo giusto, e soprattutto senza fare il ruffiano, puoi avere la possibilità di dimostrare valore e diffondere il tuo nome. Ecco le regole delle community sui social network.

Partecipa alla vita di Twitter

Spingi discussioni sulle principali parole chiave utilizzate dagli utenti. Esprimi la tua opinione: ci sono centinaia di persone al seguito di queste conversazioni.

Utilizza canali alternativi

Inserisci l’indirizzo Twitter o della pagina Facebook nei tuoi biglietti da visita elettronici, in calce alle e-mail, nelle firme dei comunicati stampa, dei forum.

Crea conversazione

Fai in modo che i tuoi amici si sentono come se tu stessi parlando con loro e non a loro. Così, oltre a instaurare un rapporto più stretto, quando gli amici degli amici vedranno la vostra interazione anche loro vorranno entrare nel tuo network.

Ricambia le amicizie

Come ho già sottolineato nelle regole per fare web marketing con Twitter, è giusto essere selettivi. Ma non accettare le amicizie è come pretendere di essere ascoltati e non ascoltare. Ovviamente non è un buon modo per costruire relazioni.

Definisci un flusso di contenuti

Se non pubblichi spesso la gente dimentica. Un flusso continuo di informazioni ti consente di rimanere nella mente di chi ti segue e ti aiuta a farti notare.

community social network

Quindi, un po’ come nel caso dei blog, cerca di programmare le tue pubblicazioni in maniera giornaliera magari con un buon tool come PostPickr.

Sponsorizza un concorso

La gente ama di vincere (o quanto meno l’idea di poter vincere). Sponsorizzare un concorso vuol dire aumentare il numero dei fan e stimolare l’interesse di chi già ti segue. Un evento del genere, però, richiede organizzazione e premi interessanti.

Non fare spam

Conservare i fan è importante quanto guadagnarne di nuovi. Se utilizzi il tuo social network come un canale per fare spam stai andando fuori strada. Rischi di ritrovarti solo. In ogni caso la lista non finisce qui: hai altre proposte? Aggiungile qui.

7 COMMENTI

  1. Articolo molto interessante, complimenti.
    In effetti il SocialNetwork è un problema più sociologico che informatico.

  2. Esattamente. dipende dai popoli e dall’utilizzo che ne fanno. in italia non credo venga tanto utilizzato perchè preferiamo usare altri mezzi, che ci consentano di usare più parole.

  3. Grazie per l’articolo. Interessante ed utile. Sono convinto che Twitter a breve esploda in Italia come è già successo altrove.

  4. Speriamo solo che esploda nel modo giusto, verso una comunicazione più utile, e non diventando un gomitolo di spam…

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here