Negli ultimi giorni è avvenuto l’aggiornamento di aprile 2009 del Pagerank di Google, l’algoritmo che calcola la popolarità di un sito. Ovviamente, più alto è il suo pagerank e maggiori saranno le probabilità che sia al top nella serp per una query.

PageRank

Ho usato il termine “probabilità” di proposito, dato che si perde sempre più fiducia nella sua effettiva valenza nel gioco dei posizionamenti.  E proprio a ridosso del suo ultimo aggiornamento, cerchiamo di sfatare un po’ di miti a proposito del pagerank.

  • Le modifiche avvengono solo in occasione dell’aggiornamento – Il Pagerank cambia di continuo nel periodo che intercorre tra due upload: le modifiche sono frutto di un’equazione che subisce oscillazioni giornaliere. Non pensate che se vi date da fare nell’ultima settimana è più probabile che il vostro Pagerank salga;
  • Il Pagerank cambia ogni tre mesi – Google ci ha abituati a cambiamenti più o meno puntuali (circa 3 mesi) ma questo non vuol dire che ci possano essere periodi di attesa maggiori e settimane di assestamento;
  • Il giudizio di Google è unico e insindacabile – Questa convinzione è molto diffusa ma, ovviamente, errata. Basta dare uno sguardo ad Alexa per capire che il Pagerank è sicuramente uno dei valori più seguiti ma non di certo l’unico, e nenache il più completo;
  • Il Pagerank è il valore più determinante per un sito – Tutti temono una diminuzione del PR e tutti gioiscono quando aumenta ma ci sono tanti fattori che influiscono sul posizionamento del sito nella serp, come i tag title, le headline e i contenuti di qualità.

9 COMMENTI

  1. Complimenti per il riassunto efficace.

    Di fatto il Google PR è un indicatore universalmente riconosciuto.

    Che sia l’unico elemento di successo di un sito non è vero. Esistono tanti siti web che sono primi su google con pagerank non particolarmente significativo.

    La SEO si sta spostando su altro, pur tenendo saldi gli schemi di base che tu hai ben delineato.

    Puoi farti un giro sul mio blog http://www.antoniogrillo.wordpress.com/ troverai un bel po’ di materiale in merito 😉

    Ti aspetto!

  2. Ciao Antonio,

    ti ringrazio per i complimenti e… se proprio devo dirla tutta confido poco in tanti trucchetti per generare link in maniera “surrettizia”.

    A Google “piacciono” i contenuti di qualità e unici. Content is the king!

    Visiterò il tuo blog con piacere

    A presto

  3. Quando si parla di PageRank ci si riferisce a qualcosa coperto da copyright, il cui funzionamento è conosciuto solo dagli ingegneri di Mountain View. Già questo dovrebbe indurre molti a preoccuparsi d’altro: non ha senso “giocare” con chi in fondo, cambia le regole quando e come vuole.

  4. page rank alle volte dà i numeri, e spesso offre un’appagabile dose di scientismo ai venditori di domini.. but the content is the King (chi è stato il primo a scriverne?)

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here