Hai fatto manutenzione del tuo blog: ecco come migliorare i post

Quali sono i passaggi essenziali per fare una buona manutenzione del blog? Ecco una lista di punti che devi sempre tenere a portata di mano per evitare di presentarti nel peggior modo possibile.

È giusto non pubblicare quando non si ha voglia di scrivere, ma possiamo sempre fare qualcosa di buono per il blog. In questo fine settimana, ad esempio, ho fatto un po’ di manutenzione. Migliorando alcuni aspetti che non andavano bene.

manutenzione blog

Mi sono guardato indietro e ho scoperto che c’erano tante cose di My Social Web che potevo migliorare. Le stesse che consiglio di controllare al prossimo tagliando del blog. Ecco una lista di passaggi utili per dormire sonni tranquilli.

Calendario editoriale

La prima manutenzione che ho fatto al mio blog: modificare il calendario editoriale per ottimizzare tutti i passaggi in un’ottica di evoluzione.

Non sempre quello che hai pensato per il tuo blog 6 mesi fa è ancora valido. Il calendario editoriale deve essere sempre allineato con gli obiettivi del blog, di conseguenza devi fare in modo che tutto sia pensato per ragionare in termini concreti.

Quindi la prima attività per migliorare il blog è questa: trovare nuovi titoli per il calendario e fare in modo che la sua evoluzione corrisponda alle necessità di ciò che si trova a monte. Vale a dire il tuo business. Questo, ad esempio, per un blog aziendale è fondamentale, non puoi venir meno a questo passaggio se scrivi per farti trovare.

SCARICA SUBITO IL TEMPLATE EXCEL DEL TUO CALENDARIO EDITORIALE GRATIS

Asciuga la forma

Ho scoperto di non aver attuato fino in fondo la regola di Jakob Nielsen, ovvero di tagliare la metà delle parole usate per dire quello che avevo in mente: ho eliminato tutti gli aggettivi e le subordinate inutili. Devi scrivere per farti leggere.

Ottimizza i link interni

Rivedendo gli articoli mi sono reso conto che molti argomenti erano collegati ma non avevo inserito diversi link interni. Un altro errore imperdonabile che ho risolto immediatamente per migliorare la navigazione e l’ottimizzazione SEO.

Refusi ed errori vari

Errori di distrazione, sintassi e ortografia possono capitare, soprattutto a chi (come me) scrive durante le ore notturne. Questa, però, non è una buona scusa per tralasciarli durante la manutenzione del blog: migliora la scrittura subito.

Ottimizza le immagini

Il title e il tag alt di alcune immagini erano uguali al titolo del post: ho cambiato per evitare sovraottimizzazioni, utilizzando le keyword appropriate e un testo alternativo adeguato. Anche questa è ottimizzazione SEO per le immagini.

Elimina i link rotti

Ho cliccato tutti i link alla ricerca di collegamenti interrotti. Ne ho trovati alcuni e li ho indirizzati verso risorse simili. Poi ho scoperto il plugin Broken Link Checker e ho iniziato a correggere i link rotti giorno dopo giorno: una comodità.

Nuove informazioni

In alcuni casi è stato necessario integrare i post con ulteriori informazioni. Ho aggiunto dei link utili e ho corretto dei tag per agevolare il lettore nella fruizione dei contenuti. Ricordatevi solo di non cambiare le url dei post: anche se vi sembrano poco friendly questo errore vi farà saltare tutti i link!

Categorie errate

Alcuni post erano inseriti in categorie poco consone, inadatte. Ne ho creata una nuova (SEO) per avere tutti gli articoli ordinati in aree tematiche coerenti. Non è facile scegliere tag e categorie, ma devi farlo nell’interesse del tuo blog.

Da leggere: come inserire una sitemap in Google

La tua manutenzione

Questi sono i passaggi decisivi per fare manutenzione e migliorare il tuo blog. Una buona ottimizzazione SEO di WordPress è indispensabile fin dai primi articoli, ma ogni tanto ti devi fermare e guardare a ciò che hai fatto. Per migliorare le vecchie pubblicazioni e quelle che verranno. Sei d’accordo? Ti aspetto nei commenti.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here