Shares

Diventare guest blogger è una delle soluzioni più efficaci per acquistare visibilità e aumentare i click al sito. Senza contare la possibilità di guadagnare backlink contestualizzati verso il tuo blog. Quindi ci sono dei vantaggi concreti.

Come diventare un buon guest blogger

Non tutti possono scrivere per un blog di successo e con un buon numero di visitatori al giorno. Con queste 8 semplici regole per guest blogger sarai sempre ospite ben accetto nei blog altrui. Perché il contenuto di qualità è decisivo in questi casi.

Attenzione ai guest post

I guest post possono essere una grande risorsa per la tua strategia di blogging, ma al tempo stesso rappresentano una minaccia per il tuo progetto. Infatti i link in ingresso potrebbero essere visti come il tentativo di manipolare il posizionamento.

Google ha sottolineato questo nella pagina dedicata agli schemi di link. Cosa può danneggiare? “Campagne di marketing di articoli o di pubblicazione degli ospiti su larga scala con link di anchor text pieni di parole chiave”.

Questo significa rinunciare ai guest post? Dipende come decidi di muoverti. Lavorare su un’azione massiva di articoli con dei pattern riconducibili a compravendita i link puoi avere dei problemi. Anche se la tua attività di guest blogging è in buona fede, solo per creare una buona collaborazione.

Da leggere: come valutare la qualità di un link

Studia il blog ospitante

Non presentarti da un giorno all’altro senza sapere nulla di chi ospiterà il tuo post. Iscriviti al feed rss del blog che ti interessa, seguilo con costanza e leggi quanto scritto in precedenza dal proprietario e dagli altri guest blogger.

Rispetta lo stile di scrittura

Come scrivere un guest post? Cerca di capire se sono graditi articoli asciutti o densi. E valuta attentamente le tue capacità nell’uno o nell’altro caso. Ricorda che devi creare un contenuto di valore, non puoi accontentarti.

Scrivi bene (ma sul serio)

Quando scrivi sul tuo blog rileggi ogni post 2 volte prima di pubblicarlo? Quando scrivi un guest post passa a 3, intervalla ogni rilettura con pause abbastanza lunghe e dai uno sguardo a queste semplici regole per migliorare la tua scrittura.

Segui le regole del blog

Ogni blog ha le sue regole per i guest post: non fare orecchie da mercante e non provare a inserire link i maniera surrettizia. O magari a usare qualche anchor text non gradito. Insomma, ci sono delle linee da seguire e non puoi far finta di ignorarle.

Controlla le fonti del post

Se scrivi una fesseria sul tuo blog fai una figura barbina, ma se la scrivi su un guest post ne fai una ancora peggiore. Quindi controlla le fonti e assicurati di aver scelto solo il meglio per i tuoi articoli che vuoi destinare al guest blogging.

Trova il giusto argomento

Dopo aver studiato il blog, cerca di capire qual è l’argomento utile al piano editoriale e se ci sono particolari categorie del blog a secco di post: sarà più facile farsi accettare. In questi casi puoi usare i migliori SEO tool per individuare il tema ideale.

Dai un valore aggiuntivo

Se nel tuo post affermi l’utilità dei backlink per aumentare il posizionamento di un sito non stai dicendo nulla di nuovo. Cerca, piuttosto, di condividere la tua conoscenza su un argomento e di suggerire nuove soluzioni a problemi comuni.

Da leggere: come creare un sito web

Vuoi diventare guest blogger?

La risposta me la immagino: sì, è il mio obiettivo. Ma cosa fai per ottenere buoni risultati? Fai attenzione alle regole SEO per WordPress? Devi evitare errori e lavorare per creare il miglior articolo possibile. Lascia i tuoi commenti per approfondire.

Impara a fare blogging
 
Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

2 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo.
    Inizio col complimentarmi con te, è la prima volta che commento (credo), ma comunque ti seguo da tempo via Feed RSS.
    Io ho sempre pensato che scrivere un Guest Post sia nettamente più “stressante” dello scrivere un articolo sul nostro blog, questo probabilmente perché non ci troviamo a “casa nostra”, ma siamo ospiti, quindi dobbiamo presentarci in maniera corretta. E’ anche vero che comunque, l’autore del blog su cui si vuole scrivere, controllerà prima i nostri articoli, per vedere se non abbiamo scritto “boiate”.
    Un’appunto sullo stile di scrittura: ognuno ha il suo, non credo che questo elemento possa essere “controllato”, magari se uno solitamente è molto ironico nei suoi articoli, cercherà di diminuire questa sua caratteristica, ma non si può pretendere di cambiare completamente ;).

    A presto.

    V.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here