I tuoi articoli si somigliano in maniera scandalosa? Non è una cosa grave: 8 trucchi per scrivere come un copywriter possono essere d’aiuto, e dei modelli di post possono aiutarti a fare in modo che la scrittura venga fuori con naturalezza.

modelli di post

I lettori tendono ad annoiarsi quando si trovano di fronte sempre gli stessi argomenti. Per smuovere le acque cerco di alternare questi 6 standard pronti per l’uso e che si fanno (quasi sempre) condividere, linkare e commentare. Vuoi approfondire?

Lista puntata di elementi

Questo è sicuramente, tra i vari modelli di post, la soluzione migliore per dare buoni consigli. La struttura a punti è ben gradita dagli utenti che vogliono il succo del discorso a portata di pupille. Un modello che attira lo sguardo del lettore, da usare per i contenuti migliori.

I suoi vantaggi: facile da leggere, la organizzare mentalmente e da digerire. La lista di elementi – la famosa bullet list – può usare al meglio gli header (H2, H3) e ragionare su una leggibilità sempre più necessaria.

Articolo celebrativo

Sono articoli che raccolgono altri post per celebrare un argomento che ci sta a cuore. Individua 7 – 10 post che trattano un argomento, introducili con un cappello e poi elencali come ho fatto io con i blog virali. Questo sistema permette di sviluppare un passaggio utile per l’architettura del blog e per la SEO: i link interni.

Post con intervista

Solo i blogger più famosi riescono a mettere a segno interviste a personaggi degli di nota. Se ci vuoi provare, non intervistare il salumiere all’angolo ma te stesso: a un blogger interessa sempre il parere di un collega ferrato in materia.

C’è un altro punto da considerare: scrivere un’intervista è un vero e proprio esercizio di comunicazione, affrontalo con la massima attenzione. Sembra una soluzione semplice per il calendario editoriale, in realtà è uno dei modelli di post più insidiosi.

Breaking news

Forse è il modello più semplice da buttar giù ma più difficile da incastrare nei tempi giusti. Devi essere sempre aggiornato sugli argomenti da trattare altrimenti la blogosfera diminuirà il “breaking” del tuo post nel giro di 24 ore. Abbonati ai Google Alert per le chiavi di ricerca che ti interessano e segui i blog più accreditati;

Case study online

Prende come riferimento un caso emblematico, dimostrativo: ne approfondisce le circostanze e i dettagli, prolungandosi nel tempo se la situazione si evolve. Inizia con situazioni poco articolate perché un case study è difficile da affrontare, ma con l’esperienza puoi decidere di alzare il tiro. E creare dei contenuti evergreen.

Nella scrittura di un case study ricorda l’architettura: premessa metodologica, raccolta dei dati, analisi dei dati e discussione della tesi sono passaggi decisivi per dare sostanza a quello che è uno dei modelli di post più interessanti.

Ti consiglio di leggere Fare Blogging
Un libro dedicato a chi vuole trasformare la propria attività di blogger in un lavoro. Lo consiglio a chi vuole dare valore al proprio operato per scrivere contenuti di qualità. Puoi acquistare il libro su Amazon.

Esperienza personale

Ogni tanto puoi concederti un piccolo passo verso i lettori e confidare qualcosa che trascende la semplice enumerazione di trucchi e segreti. Magari affrontando un argomento da una prospettiva soggettiva, personale, legata all’esperienza personale: può aiutare a instaurare un rapporto solido con i lettori (sempre importante).

Da leggere: come creare un piano editoriale

I tuoi modelli di post

Come puoi ben immaginare i modelli di post possono dare una mano concreta al tuo calendario editoriale, alla tua presenza online. Ormai non è accettabile una situazione in cui lasci scivolare le pubblicazioni verso lo standard e il già visto.

Vuoi migliorare questo aspetto? Inizia da questi modelli. Continua leggendo con queste soluzioni per creare post di successo e lascia le tue idee nei commenti.

5 COMMENTI

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here