Anche se ho pubblicato una grande risorsa dedicata alle foto gratis, niente è meglio di Mountain View: è possibile trovare immagini Creative Commons su Google. Sul motore di ricerca puoi isolare i risultati e avere una galleria a tua completa disposizione. Non male come idea, vero?

Come trovare immagini creative commons su Google

Per chi non lo sapesse, le licenze Creative Commons permettono di condividere le proprie opere secondo il modello “alcuni diritti riservati”. E questa funzione di Google può migliorare il lavoro dei blogger. Ma come cercare queste immagini su Google? Ecco una breve guida.

Come trovare immagini gratis su Google

Sì, è possibile trovare immagini gratis su Google. O meglio, le puoi filtrare attraverso la licenza d’uso.

Sto parlando di Creative Commons, una soluzione che consente di dare al prossimo dei diritti d’uso. Quindi puoi consentire alle persone di usare quello che tu hai fatto, a patto che vengano rispettate determinate circostanze.

Così puoi suggerire a Google che le tue foto possono essere usare se si cita l’autore. Così, quando l’utente attiva il filtro la tua immagine viene selezionata. Vuoi vedere come funziona tutto questo?

Per approfondire: cos’è e come funziona Google Immagini

Ricerca avanzata di Google Immagini

Per trovare immagini Creative Commons su Google devi effettuare una ricerca nella sezione dedicata al visual. Quella che comunemente risponde al nome di Google Images e si trova nel menu in alto, a portata di click. In questa sezione trovi i risultati principali e le raccolte di ricerche correlate.

immagini di google

Guarda lo screenshot in alto, trovi tutte le indicazioni. Vai negli strumenti di ricerca e nei diritti di utilizzo dove si apre un menu a tendina. Le principali opzioni restituite dal menu sono cinque.

  • Non filtrate in base alla licenza – Tutto come prima, i risultati saranno simili a qualsiasi altra ricerca effettuata in precedenza.
  • Immagini riutilizzabili – Verranno segnalate solo le pagine con una licenza che consente di copiarne o ridistribuirne i contenuti. L’unica condizione è che vengano attribuiti al legittimo proprietario e che non vengano modificati.
  • Immagini riutilizzabili con modifiche – Simile alla precedente ma con un ulteriore filtro: la possibilità di modificare le immagini che si utilizzano.
  • Riutilizzo commerciale – I risultati includono immagini caratterizzate da licenza commerciale, ovvero che consente di riutilizzare il materiale anche attività a scopo di lucro;
  • Riutilizzo commerciale con modifiche – Massima libertà con questa ricerca che restituisce immagini modificabili e da utilizzare per qualsiasi scopo commerciale e non.

Una volta effettuata la ricerca, Google suggerisce di consultare (e rispettare) sempre i termini delle licenze che tutelano il materiale interessato. Un suggerimento che adotto sempre anche io, a prescindere dal tipo di licenza. La prudenza non è mai troppa quando si usano i contenuti altrui.

Posso usare le immagini prese da internet?

Questo è il punto: no, non le puoi usare. Per questo ti spiego come trovare immagini Creative Commons su Google. Per questo hai a disposizione dei siti che offrono immagini gratuite per blogger. Non puoi usare quello che trovi sul web a tuo piacere, senza chiedere il permesso.

Devi solo non prendere. E rispettare la proprietà dei colleghi. Scegli le migliori immagini, non rubare e non prendere ciò che non ti appartiene, cita sempre la fonte. Sei d’accordo? Tu come ti comporti?

Per approfondire: ottimizzazione SEO delle immagini

Usi le immagini scaricabili gratuitamente?

Queste sono le attività necessarie per scaricare le foto CC0 da Google. Sto parlando di immagini che puoi usare solo rispettando determinate regole, guardando con attenzione i ruoli imposti da Creative Commons. Anche tu lavori in questo modo? Come ti muovi? Lascia la tua esperienza nei commenti.

6 COMMENTI

      • Sì mette a confronto le serp dei tre maggiori motori di ricerca Yahoo Bing & Google , ma soprattutto è un test sull’utente più che sui motori. se ad esempio metti in ricerca una parola, ricevi tre serp ma sei all’oscuro (blind appunto) di quale sia il motore che produce ognuna. lo scopri solo dopo aver votato la serie di risultati che a prima vista ti soddisfa di più.. che nel mio caso spesso non è stata quella di Google (che shock!).. provalo, avrai delle sorprese! ?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here