Strumento controllo URL: cos’è e a cosa serve questo test per la SEO

Quali sono i dettagli necessari per ottimizzare le tue pagine web? Qui trovi una serie di consigli e di idee per usare il controllo URL della search console e ottimizzare la scansione del tuo sito web.

2

Con lo strumento controllo URL della Search Console puoi fare tanto. In passato c’era totale indifferenza rispetto alle necessità del webmaster che doveva curare i problemi di indicizzazione per aumentare le visite del sito web.

Strumento controllo URL
Ecco il tuo strumento controllo URL per fare test SEO.

Tutto questo trova un aiuto nella Search Console (ex Google Webmaster Tool). La nuova versione è precisa nell’indicare problemi di scansione e indicizzazione.

Basta dare uno sguardo veloce al grafico per capire che ci sono molte pagine che hanno bisogno del tuo aiuto. E per approfondire puoi usare lo strumento controllo URL per fare dei rapidi test. Di cosa sto parlando? Continua a leggere, dai.

Cos’è lo Strumento Controllo URL

Lo strumento Controllo URL è un tool della nuova versione della Search Console, la piattaforma per la gestione del sito web di Google, che ti consente di scoprire il comportamento dello spider su una singola pagina. In questo modo puoi individuare, isolare e risolvere eventuali problemi, senza procedere a caso.

L’idea è quella di procedere verso l’individuazione delle risorse con problemi di indicizzazione grazie al grafico dei problemi generali. E poi andare a risolvere il singolo caso grazie all’approfondimento offerto dall’ispection tool di Mountain View.

Da leggere: come strutturare i contenuti di un sito

Come funziona il controllo URL?

Per accedere a questo strumento devi andare nella nuova versione della search console. Sulla sinistra troverai un link dedicato proprio al check URL. Qui puoi inserire il parametro che ti riguarda e alla fine del controllo otterrai una serie di indicazioni relative agli aspetti decisivi per influenzare il comportamento di Google.

Indicizzazione e scansione

Anche a te capita di osservare dei risultati altalenanti nei tempi e nelle modalità di indicizzazione del tuo sito/blog? Il controllo URL ti dà informazioni sui tempi, ti dice qual è l’ultima volta che il crawler è passato sulla tua pagina.

Oltre alle informazioni sui tempi, lo strumento controllo URL rileva e riporta eventuali errori in questo senso. E ti indica qual è il punto da risolvere se c’è un blocco della pagina. Oppure suggerisce semplicemente la presenza di un tag noindex.

AMP, Canonical e sitemap

Ormai tutti sanno cosa è un rel=canonical. Ma è efficace veramente? E dopo quanto tempo si possono raccogliere i primi risultati? Qui puoi capire se la tua pagina ha il canonical giusto, se è stato rilevato nella sitemap e se la tecnologia AMP, per velocizzare il caricamento della pagina web, è stato implementato nel modo giusto.

strumento controllo url
Tutti i risultati URL sono positivi.

Ognuno dei casi elencati si presenta nella finestra dei risultati, nella quale vengono inseriti gli aggiornamenti registrati dallo strumento controllo URL. Questo è un buon modo per monitorare in diretta l’evoluzione del lavoro, e per ottimizzare tutte le risorse del sito per permettere un’indicizzazione completa.

Quali sono gli status delle pagine?

Una volta analizzato l’URL puoi ottenere diversi status. Quello che ti aspetti di trovare è l’ok completo, l’indicizzazione senza problemi della risorsa. Ma non sempre è così, puoi ottenere risultati diversi da prendere in considerazione. Quindi la pagina:

  • Si trova su Google ma ci sono problemi.
  • Non si trova su Google per errori o per volontà.
  • È una versione alternativa.

Quindi ci possono essere dei problemi ma in fin dei conti al pagina è negli archivi di Google. oppure è stata tagliata fuori per tua volontà precisa (magari con il noindex) oppure per un settaggio errato. O ancora per qualche malfunzionamento.

search console errore
Ehi, qui c’è un errore sulla pagina web.

In ogni caso questo è il punto di partenza per risolvere tutti i problemi. O almeno quelli più evidenti, chiaramente lo strumento controllo URL non andrà mai a sostituire il fiuto e la competenza di un webmaster esperto.

Per approfondire: migliora i call to action button

Hai già usato l’inspection tool?

Dal mio punto di vista questo è uno dei migliori SEO tool a disposizione perché ti consente di andare in profondità e ottenere delle informazioni che prima erano difficili da reperire. Certo, strumenti come Screaming Frog restano indispensabili per fare SEO audit più approfondite ma anche così puoi fare tanto. Sei d’accordo?

2 COMMENTI

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here