Come commentare un sito o un blog: idee e buone soluzioni sul web

Ci sono delle realtà difficili da scardinare. Ad esempio quelle che portano a commentare siti e blog aziendali senza la giusta educazione. Mi dispiace, non funziona così. Ecco cosa devi sapere.

0

Quando mi chiedono come commentare un sito la mia risposta è semplice: devi lavorare sodo con i contenuti, altrimenti rischi di passare inosservato. O magari di diventare spam, vale a dire un problema da evitare sempre. In ogni caso.

Come commentare un sito
Non è difficile commentare su internet.

Ci sono blog e progetti web che lavorano sodo con le interazioni. Anche il tuo diario online deve avere delle dinamiche chiare intorno alle conversazioni, e se vuoi creare la tua community devi capire come muoverti in questo campo così delicato.

Ti sembra facile lasciare un contributo sul blog? Ecco una serie di consigli e idee per un sito internet che vuoi arricchire con il tuo commento. La base di partenza: tanta buona volontà per arricchire il lavoro altrui. In che modo? Continua a leggere.

L’importanza del comment marketing

Prima di capire come commentare un sito devi mettere a fuoco qual è la portata del tuo intervento. Lasciare un intervento su un blog aziendale di un amico o di un competitor vuol dire imporre una traccia evidente.

Lo devi fare in prima persona, senza nasconderti. Soprattutto se devi lasciare una critica. Ma se vuoi fare comment marketing, e quindi sfruttare gli interventi a tuo favore, devi arricchire ciò che è già stato pubblicato. Non devi solo esserci, ma devi fare la differenza. Aggiungendo qualcosa di utile per farti notare, per attirare lo sguardo di chi vuoi portare sul sito.

Commentare bene può essere un buon modo per aumentare le visite del blog, ma nel testo devi aggiungere qualcosa di valido. Un’idea, un aiuto ai lettori e all’autore.

Da leggere: come analizzare un sito web

Gravatar, una buona base di partenza

Quando mi chiedono come commentare un sito il pensiero va a un’applicazione gratuita: Gravatar. Vale a dire il punto di partenza per rendere i tuoi commenti universali. Una volta impostati i parametri dell’account, Gravatar consente di inserire la stessa immagine in ogni commento. Basta usare l’email che hai scelto.

In questo modo puoi seguire uno dei parametri chiave per commentare bene un blog: rendersi riconoscibile. Il resto viene subito dopo, nel prossimo paragrafo.

Compila i campi del form al meglio

Quando ti trovi di fronte al form per commentare un blog hai delle scelte da fare e dei testi da inserire nei vari campi. Il primo punto: nome e cognome. Ti consiglio di usare la tua identità personale, niente nickname e soluzioni di fantasia. Fatti riconoscere.

Anche se scrivi il commento a nome dell’azienda, puoi specificare nel testo chi sei e per chi lavori. I commenti sono come i post: devono essere firmati.

Non fare link building con i commenti

Dopo il nome devi mettere l’email, campo obbligatorio, e il link della firma. Qui conviene usare l’URL della home page. Come commentare un sito?

Non facendo una balorda attività di link building. Perché i collegamenti dei commenti sono nofollow, e poi usando anchor text spinti (quindi con keyword commerciali) rischi solo di diventare spam e fare una pessima figura con i colleghi SEO.

Da leggere: come mettere Blog Personale su Instagram

Come commentare un sito secondo te

Le regole per ottenere buoni risultati quando ti chiedono come commentare un sito sono semplici e immediate. Senza dimenticare che ognuno di noi può lavorare sui blog altrui ma anche sul proprio, sempre con le regole che trovi in questa grafica.

 

coem commentare un sito web
Le regole per lasciare un buon commento.

Queste sono le regole di base che suggerisco a chi mi chiede come si commenta un sito: nome e cognome, link alla home, contenuti utili e di qualità. In questo modo il lavoro di comment marketing porta frutti reali. Sei d’accordo?

Ultimo aggiornamento:

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here