Quali sono i migliori servizi per comprimere URL?

Ci sono diversi strumenti per accorciare gli URL delle tue pagine web. Quali sono i servizi migliori? Ecco una lista di riferimento con gli abbreviatori link più importanti del web.

Accorciare URL è un’azione semplice e utile. In qualche caso addirittura necessaria, soprattutto se devi comprimere link lunghi e dinamici. Tipo quelli dei vari ecommerce o che contengono tag di tracciamento affiliazione per guadagnare online.

accorciare url
Vogliamo iniziare ad accorciare gli URL del blog?

Non lo fai tanto per nascondere il tuo desiderio di monetizzare, ma perché comprimere URL può essere un buon modo per impegnare meno spazio nelle condivisioni dei link su Facebook o su Twitter. Senza dimenticare che questa soluzione può essere utile per aggiungere un tracciamento extra al collegamento.

Insomma, avere a disposizione un buon URL shortner, programma per abbreviare i link, può essere una buona soluzione. Ma di cosa stiamo parlando? Quali sono i migliori strumenti per una compressione URL degna di questo nome?

Tiny URL: il servizio più famoso

Uno dei tool che da sempre puoi usare per accorciare link da usare sui social o nella tua attività di blogging: sto parlando di Tiny URL.

Questo ottimo servizio da anni consente di abbreviare i collegamenti con un processo semplice e immediato.

Basta inserire la combinazione e premere sul pulsante di invio. In questo modo il servizio creerà un URL accorciato da usare ovunque, che non scadrà mai. Non dimenticare, puoi aggiungere anche un pulsante sul browser per velocizzare l’accorciamento.

Da leggere: come creare un link su Facebook

Bit.ly, comprimere e personalizzare

Una delle migliori soluzioni per accorciare URL e comprimere link in modo professionale. Bit.ly offre la possibilità di personalizzare l’operazione e avere un URL customizzato (opzione possibile anche su Tiny URL) ma anche le statistiche.

Bit.ly
I numeri offerti da Bit.ly.

Con Bit.ly puoi scoprire cosa fanno le persone con il tuo link accorciato. Nella dashboard che ottieni con il login raggiungi un pannello di controllo con tutti i dati.

Questo è un buon modo per tracciare i link. Inoltre Bit.ly permette di usare un add-on Firefox e Chrome per abbreviare URL con un click. Che poi condividi anche su Twitter una volta collegate le due entità. In questo modo risparmi tempo!

Goo.gl, un tempo ottimo short URL

Esatto. Accorciare link con Google era possibile grazie a un tool semplice ed essenziale che porta il nome di Goo.gl. Anzi, portava. Oggi questo servizio non è più operativo per i nuovi utenti e dispiace un po’ a tutti perché era veramente efficace.

Però può essere utilizzato da chi, prima del 13 aprile 2018, ha accorciato un link. E ti assicuro che vale la pena perché si tratta di una soluzione interessante.

Goo.gl
Ecco le statistiche di Goo.gl.

Hai una dashboard collegata al tuo account Google e una lista dei link compressi con tutte le opzioni, come le statistiche approfondite e il tool per creare QR Code. Unico aspetto negativo: con Goo.gl non puoi creare URL personalizzati.

Come accorciare URL per i vari social

Non esistono solo questi abbreviatori. Anche i servizi social e i social media marketing tool hanno provveduto a impostare degli accorciatori interni per sopperire alle necessità del pubblico. T.co, ad esempio, si attiva in automatico quando posti un link su Twitter. E ow.ly fa la stessa cosa per le pubblicazioni su Hootsuite.

Qual è il miglior servizio URL shortner

Chi segue il mio account Twitter forse ha notato che spesso evito di accorciare le URL. Il motivo di questa abitudine non aveva un vero e proprio fondamento scientifico, ma piuttosto si basava sull’atavica paura dell’ignoto (ricordi Zi.Ma?).

URL shortener

Infatti, i ragazzi della WatchMouse hanno monitorato le performance dei principali 14 servizi web per accorciare le URL e i risultati sono decisamente scoraggianti.

Per intenderci, non ho nulla di personale contro gli URL shortener ma basta osservare il primo grafico (immagine sopra) per avanzare qualche dubbio sulla loro efficacia.

L’uptime è un problema per molti servizi: solo goo.gl e twt.tl hanno dei risultati pari al 100% mentre mentre snurl.com e tr.im hanno dei valori inferiori al 99%.

Velocità di apertura dei link abbreviati

Per quanto riguarda le performance, relative sempre allo stesso periodo di tempo, la maggior parte delle applicazioni risultano piuttosto lente e necessitano più di mezzo secondo per aprire un collegamento. Quali sono i servizi più lenti?

Fb.me è stato il più catramoso del gruppo, mentre solo goo.gl e youtu.be raggiungono dei tempi accettabili. E anche TinyUrl sembra che non se la cavi male.

Miglior servizio per abbreviare URL

Molti abbreviatori di URL appesantiscono la fruizione del Web. Per questo motivo cerco di evitare queste applicazioni e creo delle URL più corte, semplici e immediate già dalla pubblicazione dei post. Questa è una soluzione più sicura e SEO friendly.

Verificare uptime dei programmi per accorciare URL

Se vuoi delle informazioni più precise puoi consultare i dati di WatchMouse che monitora giorno per giorno lo status, l’uptime e le performance di 14 servizi con una serie completa di grafici relativi anche alla loro efficacia geografica.

Per approfondire: esempi di link, come e dove si mettono

Abbreviatore url: quale usi per i post?

Io uso Bit.ly, lo ammetto senza paura. Mi trovo molto bene con questo tool, eventuali problemi (rari e di minor impatto) sono poca cosa di fronte ai benefici del tracciamento offerto. In questo modo puoi dare un valore in più all’URL accorciato: non serve solo a risparmiare spazio! Sei d’accordo? Tu quale URL shortner usi?

2 COMMENTI

  1. Personalmente uso tr.im perché mi indica quante persone hanno cliccato sul mio cinguettio, ma in realtà in effetti non so quanto possa essere affidabile quel contatore…

    • Diciamo che dobbiamo fidarci in ogni caso, l’unico modo per tracciare con precisione: i tag di Google.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here