Ecco come migliorare il tuo Feed Rss in pochi minuti

Il feed rss è una risorsa in declino? Non credo, c'è ancora spazio per chi vuole fare la differenza con questo strumento. Ecco cosa devi sapere per ottimizzare ogni passaggio del tuo canale.

Cosa c’è di più semplice di un Feed Rss? Al lettore che vuole seguire i tuoi aggiornamenti serve un feed reader, mentre l’autore di un blog ha bisogno di una cosa ancora più semplice: una delle classiche icone color arancione! Inoltre c’è sempre modo per migliorare il Feed Rss del tuo blog WordPress in pochi minuti.

Come ottimizzare il Feed RSS.
Come ottimizzare il Feed RSS.

Nonostante la sua semplicità di utilizzo e di distribuzione, anche un Feed Rss può essere ottimizzato e trasformato in una protesi irrinunciabile per uno spazio web.

Testo completo o anteprima?

Preferisci guadagnare qualche clic in più o fidelizzare i tuoi lettori? Questa è la domanda che devi porti se sei indeciso tra un feed completo o con anteprima.

Per effettuare questa modifica su WordPress basta andare nella sezione reading dove troverai le alternative Full text e Summary. In questa schermata puoi anche cambiare il numero di articoli visualizzati nella pagina del feed.

Passa subito a FeedBurner

Abbandona al volo la distribuzione base del tuo Feed Rss e rinforzala con FeedBurner, la principale piattaforma di servizi per la distribuire dei feed. Se hai già un account Google basta andare nella home page del servizio e inserire la URL nel form.

feedburner
Ecco la schermata principale di Feedburner.

A questo punto puoi sfruttare al meglio l’ottimizzazione di Feedburner, magari anche per creare dei podcast. Tra le tante opportunità di FeedBurner, puoi anche inserire un feedcounter che indichi il numero di iscritti al tuo feed rss. Questa è riprova sociale.

Articoli correlati

Mostrare gli articoli correlati alla fine di ogni post è una delle soluzioni migliori per abbattere la frequenza di rimbalzo. Questo vale per i normali contenuti pubblicati.

Ma il tuo blog non si ferma a questo. Il classico plugin WordPress Related Post permette di mostrare gli articoli correlati anche nei feed grazie a una spunta.

Usa i link interni nel testo

Inserire dei link che puntano ad altre pagine del tuo blog è una cosa utilissima: abbattono la frequenza di rimbalzo, aiutano la SEO, rendono il sito più navigabile.

E, attenzione, appaiono anche nel feed rss. Così gli iscritti a questo canale possono aumentare le visite del blog cliccando sugli anchor text. Da usare assolutamente ma senza esagerare: i link si inseriscono quando servono.

Sfrutta la funzione RSS Footer

E se tutto questo non dovesse bastare? E se i link interni non soddisfano le tue esigenze e i post correlati non ti danno la sensazione di poter inserire tutto quello che ti serve? Sempre su WordPress puoi usare la funzione RSS Footer di WordPress SEO by Yoast per inserire il testo e i link che preferisci prima o dopo l’articolo.

il footer del tuo feed rss
Il footer del tuo Feed Rss.

Questa soluzione è interessante: puoi inserire testo prima e dopo il testo del feed, ed è una delle combinazioni più importanti per combattere i ladri di contenuti. Chi copia i tuoi articoli automaticamente, importando il feed, riprende anche il copy.

Icone per Feed Rss

Inutile dire che l’icona per Feed Rss può attirare l’attenzione dei lettori e facilitare l’opera di iscrizione. Attenzione, però, a legare sempre questi accessori con il layout del tuo blog! Puoi trovare una buona selezione di elementi sul portale Iconfinder.

 Rispetta gli iscritti al feed

Se vuoi essere rispettato devi guardare con attenzione cosa fanno i grandi blogger. Ad esempio, regalano a tutti il feed completo. Senza costringerli a visitare la pagina web originale. Questo è un modo per creare un blog di successo.

2 COMMENTI

  1. hehe vedo che tu hai optato per mettere tutta la notizia, attualmente uso moltissimo i feed per consultare le ultime news dai blog, grazie per la segnalazione di rss Footer che non conoscevo! -.-

    ciao

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here