Shares

Ci sono sempre tanti errori da blogger in agguato. In effetti scrivere un post non è facile. Vuol dire scegliere la strada per migliorare il tuo brand e dare vita al tuo blog: ti guadagni un buon posizionamento SEO, fai conoscere il tuo nome a una audience che ti interessa veramente, stringi rapporti con gli altri blogger.

errori da blogger

Ma quando ti trovi davanti allo schermo per lavorare al prossimo articolo devi essere impeccabile nella scelta dell’argomento e preciso nella scrittura. E devi essere bravo a evitare quei piccoli errori che rischiano di far crollare tutto il tuo lavoro.

Ignorare il piano editoriale del blog

Il punto essenziale per iniziare la tua avventura, per fare blogging nel miglior modo possibile: non improvvisare. Non puoi e non devi lavorare in questo modo. Alla base del tuo impegno c’è e deve esserci il piano editoriale.

Vale a dire un documento in grado di riassumere le tue strategie di blogging.

Come fare un piano editoriale? Le strade sono diverse, per operare nel modo migliore hai bisogno di un contributo importante. Quello che devi sapere è chiaro: attraverso un’opera di analisi e di approfondimento dei topic devi trovare gli argomenti per scrivere il blog. E intercettare il pubblico con contenuti utili.

CREA SUBITO UN PIANO EDITORIALE VINCENTE PER IL TUO BLOG AZIENDALE

Dimenticare le immagini del post

Non è per mancanza di fiducia, ma perché lasciare la scelta dell’immagine che accompagnerà il tuo post al caso? Insieme all’articolo cura anche il materiale (foto, grafici, video, slide) per supportare i contenuti scritti curando

  • Posizione.
  • Dimensione.
  • Peso.
  • Qualità.

Usa i programmi per ridurre il peso delle immagini, se necessario sfrutta i migliori tool online per ritagliare le immagini online e ricorda sempre che hai Canva per migliorare il lavoro del visual. Che è centrale per il tuo blog.

Sorvolare sulla formattazione

Dopo aver definito con estrema precisione l’anchor text dei link (uno degli aspetti più interessanti per l’ottimizzazione SEO) perché non formatti il testo con neretti, spazi e paragrafi? Faciliti il compito del lettore e dai al tuo post la leggibilità che merita.

Piccola precisazione: sai come allineare il testo? A bandiera, è logico. Il testo giustificato lascia spazi innaturali tra le parole che devi riempire con parole sempre allineate a sinistra. Questa è una regola da rispettare sempre e comunque.

Non ottimizzare il post in ottica SEO

Perché investire tempo nell’ottimizzazione SEO di un articolo? Semplice: più persone leggono l’articolo, più aumentano le possibilità di far scoprire il tuo blog a utenti del settore. Ciò significa trovare clienti online, sai? O almeno in questo modo aumenti le opportunità di guadagnare online.

Ecco perché devi scrivere un articolo in ottica SEO. Ma questo vuol dire, prima di tutto, fare un attento lavoro di keyword research per capire cosa dove dirigere le tue attenzioni, quali topic coprire con la tua attività. Poi devi puntare su:

Poi, ovviamente, c’è il lavoro di SEO copywriting che riguarda la scrittura del testo. Un approccio che io vedo attraverso l’ottica della naturalezza: studia ciò che vogliono le persone e poi scrivi il miglior contenuto possibile.

Ignorare i commenti dei tuoi lettori

Sono serio su questo punto: devi seguire le discussioni che si sviluppano nei commenti, rispondere alle domande, ringraziare i soggetti che ti fanno i complimenti e dare spiegazioni a chi ti fa notare qualche errore. Per rendere tutto più semplice iscriviti al feed rss dei commenti e interagisci sempre con il lettore.

Non condividere l’articolo sui social

Dopo la pubblicazione metti in moto la tua macchina social (Facebook, Twitter, Google Plus…) e avvisa che hai pubblicato un articolo su un blog amico. Apprezzeranno la tua attenzione e la tua capacità di aggiornare i lettori. Come condividi i tuoi post? Puoi usare diversi tool, ecco quelli che preferisco:

Lo sai che puoi condividere più volte il tuo articolo? Tra gli errori da blogger c’è la convinzione di dover rilanciare solo una volta il contenuto. Puoi dare di più, ma senza fare spam e cambiando quando possibile immagine, didascalia e titolo del post.

Da leggere: come scrivere l’attacco di un post

I tuoi errori da blogger nei commenti

Questo è un post dedicato ai piccoli errori ma è giusto ricordare anche quelli più evidenti: scegli argomenti a tema, non riciclare comunicati stampa o articoli recuperati dal cestino del tuo blog, cura ortografia e sintassi, non prendere idee o contenuti altrui senza citare la fonte. Tu conosci altri errori da blogger? Ti aspetto.

Impara a fare blogging
Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

4 COMMENTI

  1. Buongiorno, trovo interessante leggere il tuoi articoli, ma oggi ho notato che il tuo sito web risulta non sicuro: ho pensato di sottolinearlo perché potrebbe minare la tua visibilità. Alla prossima

  2. Sto per pubblicare il mio primo articolo, al quale spero ne seguiranno tanti altri.
    Queste “pillole” sono suggerimenti importanti per cercare di partire con il piede giusto.
    Grazie mille!

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here