Quando fai shopping online i consigli di Google sono importanti, ma anche quelli dei tuoi amici su Facebook hanno la loro importanza. Anzi, possono fare la differenza e spostare le vendite a favore dell’azienda che conosce le regole della buona iterazione online.

Shopping online

Questa non è un’opinione ma il risultato di un’osservazione empirica: le aziende che vendono online devono curare le conversazioni. Lo rivela una ricerca di Socialblelabs.com condotta su un campione di 1.088 shopper che usano Facebook tra il 15 gennaio e 8 febbraio 2012.

L’obiettivo di questo documento di analisi? Scoprire l’impatto della condivisione dei contenuti sugli acquisti dei consumatori. Ecco qualche dato interessante che ho raccolto nel post riassuntivo:

  • Il 62% delle persone che hanno fatto acquisti online hanno anche letto i commenti relativi ai prodotti dai loro amici su Facebook.
  • Il 75% degli acquirenti che hanno letto i commenti su Facebook hanno cliccato sul link del prodotto, raggiungendo la pagina del prodotto sul sito web.
  • Il 53% degli utenti che hanno raggiunto il sito del prodotto ha fatto un acquisto.
  • L’81% dei consumatori che acquistano prodotti conosciuti attraverso la condivisione sui social condividono a loro volta, creando così un ciclo virtuoso di condivisione e acquisto.
  • Per il 32% dei visitatori ci sono maggiori probabilità di rimanere e fare acquisti su un sito che mostra le attività social degli acquirenti, anche se non sono amici. Quando ci sono le attività degli amici raggiungiamo il 62%.

Da questo studio appare chiaro che i consumatori sono influenzati dai loro amici nel decidere quali prodotti acquistare.  Nel tuo sito di e-commerce hai provato ad aggiungere un Activity Feed e i Like Button con le facce degli amici? La forza della riprova sociale è importante.
facebook

Questi dati sono importanti per definire un punto: ormai non possiamo ragionare in termini di isolazionismo completo: i social ci sono e possono portare vantaggi concreti alla tua attività di shopping online. Ma devi investire. Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti.

4 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo,
    Quello dello shopping online è un tema molto caldo perché (per la gioia di molti) vede la fase di acquisto/vendita come l’obiettivo finale di tutta l’attività di social media marketing.
    Da anni la Psicologia Sociale studia le dinamiche di approvazione del singolo nel gruppo, offrendo riferimenti grazie ai quali possiamo interpretare i diversi modi in cui gli utenti interagiscono on-line.

    Per comprendere al meglio il valore di uno “share” e di un “like” consiglio a tutti di approfondire le tematiche di Psicologia Sociale: nozioni teoriche – tutte confermate dal lavoro e dai dati di Daniele ; ) – che possono aiutare a rendere più efficace la nostra comunicazione online.

  2. La letteratura offre diversi libri di riferimento, ma questo potrebbe essere un buon inizio: “Psicologia sociale” di E. Aronson, T.D. Wilson, R.M. Akert
    http://www.mulino.it/edizioni/volumi/scheda_volume.php?vista=scheda&ISBNART=13846

    Ciao!
    F.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here