Basta, me ne vado. Siete brutti e cattivi. Forse ha pensato questo Enrico Mentana prima di scrivere il suo ultimo tweet. Un tweet di addio.

enrico mentana
Enrico Mentana si lascia andare…

Esatto. Enrico Mentana – il giornalista tutto d’un pezzo che ha condotto per anni Matrix e che oggi guida il TG LA7 – ha lasciato TwitterTroppe offese, troppe cattiverie. Ma, soprattutto, troppi insulti anonimi.

Ancora una vittima dell’utente anonimo, questo Guy Fawkes che si aggira per il web provocando tragedie immani. Stavamo giusto smaltendo l’angoscia (giustificata) della Boltrini, ed ecco un nuovo caso di trolling.

Guy Fawkes
Guy Fawkes, la maschera

Mentana lascia, Mentana getta la spugna. Brutta mossa, mi dispiace. Il giornalista di LA7 ha sbagliato. Perché ha rinunciato alla sua libertà e ha regalato ai troll il sapore della vittoria.

La mia opinione: il web è di tutti, anche mio. E non permetterei a nessuno di limitare la mia presenza online, tanto più se le accuse sono infondate. Anche se vengo sommerso da una montagna di insulti.

L’anonimati fa parte del web, mi dispiace. È un diritto dell’utente rimanere anonimo, anche se le cose peggiori arrivano sempre da chi non ci mette il proprio nome. Mentana scalcia. Ma non può fare diversamente.

“Resterei se ci fosse almeno un elementare principio d’uguaglianza: l’obbligo di usare la propria vera identità. Strage di ribaldi col nickname” (Il Fatto Quotidiano)

Voglio spezzare una lancia a favore di Enrico Mentana, così come per Laura Boldrini: io sono abituato a lavorare con i social, e a incassare qualche qualche critica. I commenti offensivi sono pochi, quasi nulli.

Ma non sono mai stato coperto da una valanga di insulti non meritati. Io credo che sia una brutta sensazione, non credi? Per ora l’account di Enrico Mentana non è stato cancellato: spero che trovi un buon motivo per restare.

Secondo te Mentana fa bene a chiudere l’account Twitter? Deve continuare e ignorare i troll, oppure deve iniziare una crociata e risponderli uno a uno?

Ultimo aggiornamento:

6 COMMENTI

  1. Difficile dire se fa bene o fa male, forse che una risposta assoluta non esista davvero. Dipende da cosa pensa lui lasciando. Perché se sta pensando “questo non è lo strumento che voglio” potrebbe far bene, se sta pensando “non si usa così la comunicazione” allora non condivido.
    Perché è lo strumento che impone il modo d’uso, non il contrario. Non importa neanche per quale motivo sia nato, la ma sua natura al momento dell’utilizzo non può che imporsi.

  2. Online mi hanno insegnato che a chi insulta si risponde educatamente, così si recuperano anche una marea di followers come effetto collaterale. Non dico di rispondere a tutti i troll, ma sicuramente ai più insidiosi sì e da professionista qual è mi dispiace per questa sua decisione.

    • Purtroppo c’è anche questo sul web, e non è possibile pensare alla fine dell’anonimato: rappresenta uno dei pilastri della libertà in rete.

      Anche perché, scusa… a che ti serve sapere come mi chiamo e chi sono? Vuoi denunciarmi? Io credo che si stia passando la misura!

  3. L’obbligo di usare la propria vera identità non è attuabile; nessuno può controllare se il nome e cognome che un individuo usa è quello reale (quello dell’anagrafe). E comunque non è quello il problema.
    L’unico modo di contrastare i troll è ignorarli: “don’t feed the troll”, il vecchio adagio nato con Usenet, è tuttora valido, e lo sarà sempre, in qualsiasi social network.
    Credo sia comunque umana la reazione di Mentana: già viviamo una realtà stressante, se anche online dobbiamo assorbire stress, meglio prendersi una pausa. Poi non è detto che, se anche si chiude una porta, non si debba riaprire mai più.

  4. Secondo me ha fatto bene: se fare un piacere agli altri diventa uno stress, allora è giusto lasciare. Non è quello il suo lavoro, non è moralmente tenuto a farlo.

    E per favore non confondiamo quattro ragazzini che insultano a caso con Anonymous, il gruppo di hacker anonimi rappresentato dalla maschera di Guy Fawkes. 😛

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here