Come e perché pubblicare la seconda edizione di un libro

Ci sono libri che devono essere riletti e ridefiniti nel tempo. Ecco perché è giusto pensare alla seconda edizione di un testo. In che misura? In che modo? Ecco tutto quello che devi sapere per lavorare bene.

21

Quando si lavora intorno alla seconda edizione di un libro ci sono sempre grandi aspettative. Perché tutti vogliono migliorare un lavoro già messo in pubblica piazza, c’è bisogno di evoluzione e di ottimizzazione dei testi messi su carta.

seconda edizione di un libro
Pubblica la seconda edizione di un libro o di un ebook.

Molti preferiscono concentrarsi sul come scrivere un libro, ma io credo che questo sia solo il primo passo. Il primo step, ecco. Il lavoro di chi si occupa di scrittura deve essere sempre in movimento. Ecco perché devi aggiornare il tuo operato: ti lascio questi consigli per rilasciare la seconda edizione di un libro davvero speciale.

Cos’è l’edizione di un libro: definizione

Con il termine seconda edizione di un libro, un ebook o un qualsiasi testo si tende a immaginare un passaggio successivo a ciò che è già stato fatto.

Magari si opera un miglioramento, un approfondimento di un testo già buono ma che ha bisogno di una rinfrescata.

La riedizione di un testo si definisce proprio in queste pieghe: si prende un modello già pubblicato e lo si migliora. Aggiungendo, togliendo, ampliando e correggendo errori di forma e di sostanza.

Spesso nei libri ci sono inesattezze dovute al passare del tempo, al fatto che ci sono eventi che non rappresentano più la realtà. Oppure ci possono essere delle date non più valide. In tutti questi casi c’è la seconda edizione che pone rimedio.

Per approfondire: 40 consigli per scrivere bene di Umberto Eco

Come vedere l’anno di edizione di un libro

Come riconoscere una prima edizione? Questo è uno dei punti che attira la curiosità del pubblico, e prima di capire come prepararsi alla seconda edizione di un libro vorrei risolvere un dubbio comune: come capire anno edizione libro?

Le informazioni si trovano all’inizio o alla fine del libro, in forma numerica. Come puoi vedere dall’immagine ci sono delle cifre. E poi delle date sul lato opposto.

Come vedere l'anno di edizione di un libro
Qui puoi capire l’anno di edizione del libro.

Queste hanno un significato: rispetto alle 13 edizioni, di cui l’ultima prevista per il 2019, tu stai leggendo la settima uscita nel 2016. Quindi, per riconoscere una prima edizione devi assicurarti di avere tra le mani un libro che inizi la numerazione con il numero 1. A volte la numerazione è invertita, ma comunque lineare alle date.

Differenza tra ristampa ed edizione

Ancora un punto prima di affrontare il tema della seconda edizione: quale differenza c’è tra ristampa ed edizione diversa? Con il primo passaggio, noto anche come ristampa anastatica, abbiamo una nuova tiratura della stessa edizione.

La differenza c’è solo tra edizioni differenti ed è qui che l’autore deve intervenire. La ristampa, invece, è la creazione di nuove copie che non sono state aggiornate.

Organizzare la II edizione di ebook e libri

Come scrivere la seconda edizione del tuo libro? Il primo punto da rispettare è questo: assicurati di avere a portata di mano il file originale editabile. Ad esempio in Word o su Google Docs, meglio ancora. Così puoi intervenire facilmente.

Quanto tempo ci vuole per scrivere un libro? Tanto, ma ne servirà ancora di più per editare un file in PDF. Assicurati di avere una buona base di partenza, insieme alle fonti necessarie. Infatti, prima di mettere mano al documento e migliorare la forma devi puntare alla sostanza. Quindi devi avere un piano d’azione per capire:

  • Aggiungere.
  • Eliminare.
  • Modificare.

Il lavoro da svolgere va dal generale al particolare. In primo luogo ti occupi dei grandi interventi, vale a dire l’aggiunta di paragrafi o magari capitoli. Questo avviene grazie a uno studio precedente, una riflessione sull’indice che puoi sviluppare con le mappe mentali. Io consiglio di preparare le aggiunte e inserirle durante la rilettura.

Fare Blogging
Un libro dedicato a chi vuole trasformare la propria attività personale di web writer. Lo consiglio a chi ha bisogno proprio di questo: dare valore al proprio operato per trovare clienti. Puoi acquistare il libro su Amazon.

Cosa migliorare nel corso della rilettura

È proprio con la rilettura che puoi portare avanti il resto della tua attività. La seconda edizione di un libro o di un ebook deve essere ottimizzata in ogni dettaglio:

  • Correzione dei refusi.
  • Aggiunta di nuove immagini.
  • Inserimento di note.
  • Eliminazione di ciò che non serve.

Se decidi di scrivere un libro senza editore tutto diventa più difficile perché non hai il contributo di correttore di bozze. Quindi devi operare in prima persona.

Ma non temere, anche se non stai pubblicando un ebook gratis su Amazon devi comunque operare con la massima attenzione. Non lasciare che siano gli altri a prendere le decisioni per te, devi avere sempre l’ultima parola sull’aggiornamento.

Da leggere: web content editor, un lavoro per chi ama scrivere

La mia seconda edizione di un libro

Ho lavorato in questa direzione con la seconda versione di Keep Calm and Write, il mio e-book gratuito. Ho pubblicato la prima versione dell’ebook diversi anni fa.

L’aspetto più interessante: durante la rilettura ho cambiato poco. Pochissimo. Perché in questo e-book gratuito ho cercato di seguire percorsi sempre validi.

seconda edizione keep calm and write
La seconda edizione del mio ebook gratis.

L’evoluzione del web è inarrestabile. E non mancano mai le occasioni per vivere nuove esperienze. Esperienze che hanno trovato posto in questa seconda edizione.

  • Capitolo 5.2 – Come organizzi le fonti del piano editoriale? Scegli solo i feed o preferisci integrare altre piattaforme? Ho riassunto i punti più importanti nell’e-book.
  • Capitolo 6.5 – In queste pagine dedico la mia attenzione al rapporto tra i link e il concetto di dono espresso dall’antropologo Marcel Mauss.
  • Capitolo 7.5 – Sposto l’attenzione verso la sinergia tra lettore e autore del blog, e cerco di individuare le tecniche per coinvolgere l’utente nel processo creativo.

Non voglio aggiungere altro, altrimenti non leggi l’e-book. Le novità ci sono, i miglioramenti anche. Ho lavorato sodo. Ora devi solo scaricare questo e-book gratis. Scaricherai 3 file (ebook PDF ed ePub, più note legali) e mi aiuterai a diffondere il prodotto con un retweet. Leggi il mio lavoro, e lascia la tua opinione nei commenti.

21 COMMENTI

  1. Io sono in ritardissimo: ho appena iniziato (proprio cinque minuti fa) a leggere la prima versione. Vorrà dire che leggerò la prima versione e poi subito la seconda. Comunque già dalle prime pagine mi piace. Trovo quello che dici molto stimolante. Che dire… grazie! Ora “corro” a scaricare la 2a versione…

  2. Grazie Riccardo, chissà che la lettura del tuo secondo ebook non mi aiuti a trovare nuove motivazioni e stimoli per portare avanti il mio piccolo progetto.

  3. Ho iniziato a leggere questo libro e ne sono subito rimasto impressionato per la densità e leggibilità dei contenuti.
    Molto, molto meglio di altri, anche a pagamento, che trattano gli stessi argomenti.
    Unico “neo”, a mio parere, l’eccessivo uno dei link in certe sezioni del libro che appesantiscono un po’ la lettura. In ogni caso un sacrificio più che accettabile, vista la qualità di un libro venduto con il “pay per click”. Ovvero gratis 🙂

  4. Ciao Riccardo ,
    ho condiviso su @RealestateCase e su Facebook Real Case , ma non riesco a scaricare tuo ebook , che avrei letto volentieri . Waiting news,
    Cheers From Nice
    Grazie
    Pat

    • Ciao, vai sul link feed: alla fine di ogni articolo c’è il link che porta al mio libro. Fammi sapere se tutto è ok.

  5. Ciao Riccardo,
    non vedo il pulsante pay with a tweet od altri modi per scaricare il libro, l’hai rimosso oppure c’è un problema tecnico?
    Mi farebbe molto piacere poter leggere il tuo libro per poter crescere in ambito personale e professionale, anche se la tua voce è per me un punto di riferimento ormai 😛

    Un saluto, Antonio.

      • Nell’articolo che mi hai passato funziona tutto, quindi credo sia un problema relativo a questa pagina e basta.

        Grazie mille!

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here