Generare una landing page con WordPress

Quali sono i punti essenziali per creare una landing page efficace sul tuo blog? Ecco cosa devi sapere per ottenere buoni risultati. E soprattutto come puoi creare una landing.

4

Come creare una landing page con WordPress? Questa è la domanda che si fanno molti blogger nel momento in cui vogliono guadagnare online. Sì, perché a questo serve la pagina di atterraggio: trasforma gli utenti in potenziali clienti.

Come creare una landing page con WordPress
Come si crea una pagina di atterraggio?

Ma come creare una landing page efficace? Per un blog su WordPress ci sono una serie di passaggi da seguire. Ecco una guida base che ti aiuterà a sfruttare questo CMS e ottenere buoni risultati. Senza dover spendere una fortuna in sviluppo.

Scegliere un obiettivo per la pagina

Il primo passo per capire come creare una landing page con WordPress: identificare un obiettivo da raggiungere. Quindi prima di mettere mano al codice HTML e alle sezioni dei vari builder devi scegliere un topic.

Detto in altre parole, chi vuoi raggiungere? Quali sono le persone che ti interessano? Con i vari SEO tool come Ubersuggest e Semrush puoi fare delle ricerche e capire cosa cercano le persone. Quando individui delle query con un CPC elevato probabilmente, non per forza, sei di fronte a ricerche utili.

Se riesci a intercettare una query con un costo per click interessante rispetto all’argomento che affronti, e ai servizi che offri, potrebbe aver senso creare una landing page. A patto che ci sia un search intent transazionale, vale a dire votato al fare qualcosa: comprare, prenotare, scaricare… Come procedere a questo punto?

Da leggere: come scrivere un articolo per il blog

Usa i plugin per creare la tua landing

La soluzione migliore per creare e ottimizzare una landing page: usare un plugin builder, vare a dire la costruzione semplificata delle risorse attraverso moduli già definiti. Creare una landing page in HTML non è la soluzione più semplice.

Se non sei un esperto webmaster rischi di perdere molto tempo e ottenere un risultato pessimo. Puoi usare anche strumenti per fare email marketing (tipo Mailchimp) in modo da allineare la landing page alle newsletter e innescare un processo inbound. Ma il miglior rapporto tra semplicità, qualità e risultati.

Qual è il miglior plugin landing page?

Ce ne sono diversi. Io preferisco Elementor, il più completo e facile da usare. La versione base offre diversi widget e modelli mentre quella a pagamento è praticamente perfetta. Perché offre quello che serve per completare il sito con pagine:

  • About me.
  • Conversione.
  • Contatti.
  • Portfolio.
  • E altro ancora.

Una volta installato il plugin hai la possibilità di modificare la pagina con questo page builder cliccando sul relativo bottone: a sinistra hai tutti i box e i widget.

Come funziona Elementor.

Mentre a destra c’è la pagina che stai creando. Dalla sua parte ha una grande varietà di elementi con i quali costruire la landing e una buona leggerezza. In sintesi non incide molto sui tempi di caricamento. Questo è molto importante.

Aggiungi la pagina a menu e sidebar

Ora che la pagina è pronta hai bisogno di inserirla sul blog e farla vedere. Di solito io consiglio di aggiungere le pagine più importanti nel menu di navigazione. Al massimo in un sottomenu, in ogni caso dovrebbero essere subito raggiungibili.

Poi vale la pena riflettere sulla possibilità di creare una sidebar con dei banner contestualizzati. In modo da avere delle barre laterali di navigazione personalizzate in base all’argomento: categorie e tag hanno banner differenti in modo da intercettare l’interesse del pubblico. Come ottenere questo risultato?

creare sidebar personalizzate
Come creare sidebar personalizzate.

Usa il plugin Custom Sidebar. Per creare landing page con wordpress devi anche gestirle nel miglior modo possibile. Portando traffico di qualità sulle pagine.

Puoi fare una pagina con Gutenberg?

Questa è una delle novità: possibile creare una landing page con WordPress Gutenberg? Il nuovo editor è più flessibile, ma soprattutto pensato come un page builder. Ma non è l’ideale per generare una pagina di atterraggio.

O meglio, qualcosa si può fare, ci sono degli strumenti che consentono di adattare la semplice pubblicazione di testo e foto alla pubblicazione di una landing. Ma per ora se vuoi creare una pagina di vendita devi ancora usare i plugin specifici.

Da leggere: come scrivere per vendere

Creare landing page con WordPress

C’è qualcosa di più rispetto alla costruzione di una pagina di servizio. Devi guidare il lettore rispettando regole di persuasive copywriting. Sfruttando lo spazio above the fold. Tu sei pronto per creare una landing page con WordPress sul tuo blog?

Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2019.

4 COMMENTI

  1. si capita anche nel nostro settore.
    si lavora molto per passaparola e per le referenze e testimonianze di clienti soddisfatti e di colleghi e persone di settore che si fidano della tua esperienza e del tuo approccio. E’ per questo che bisogna puntare sul servizio e coltivare i rapporti umani, sempre!

    • Ciao Paola,

      Mi fa piacere che ti sia piaciuto l’articolo. Passa il tempo e sono sempre più convinto: online puoi catturare l’attenzione di molti, ma una stretta di mano e una chiacchierata a telefono sono indispensabili per lavorare bene.
      Sei d’accordo?

  2. Ciao,
    mi occupo di SEO e dovrei iniziare subito dicendo che è tutta questione di visibilità ma l’esperienza mi ha insegnato che anche nel mio caso la differenza in concreto è data dalla capacità di gestire parametri anche non del tutto misurabili e “tangibili” ed inquadrabili a pieno titolo in tutto ciò che è Relazioni.
    In parole povere, noi possiamo tirar fuori la nostra carta d’identità anche rispondendo a qualche domanda al volo via Blog o commentando un gran bel post come questo.
    Felicità e successo,
    Danilo.

    • Hai perfettamente ragione, Danilo. Io credo che sia sempre una questione di sinergie tra visibilità e rapporti: da un lato ci sono le tecniche che ti permettono di essere visibile online e offline, dall’altro i buoni rapporti con le persone. E non solo i clienti.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here