Quali sono le competenze utili per un copywriter?

Quali sono le capacità di questa figura? Cosa deve saper fare il copywriter? Ecco una serie di nozioni utili per affrontare l'argomento al meglio. E senza perdere di vista la scrittura.

15

Approfitto della domanda fatta in un commento per approfondire le competenze del copywriter. Chi lavora con i testi online non può limitarsi a grammatica, sintassi, figure retoriche e creatività. Devi avere conoscenze delle tecniche SEO.

competenze del copywriter
Cosa studiare per diventare copywriter.

Sì, sto parlando di SEO copywriting. Guai a mancare uno di questi punti: sono la base del buon web copywriter. Così come è indispensabile sviluppare capacità associative tra significati incapsulati in contenitori differenti (testo, video, immagini).

Oggi chi si occupa di testi online deve avere una conoscenza ampia. Ma non devi saper fare tutto: Quali sono le competenze del copywriter? Approfondiamo?

Cos’è un web copywriter oggi: definizione

Vuoi lavorare come web copywriter? Devi conoscere SEO, SEM, SMM. Perché questa figura è capace di scrivere testi per il web e di ottenere il massimo dalla scrittura.

Una scrittura che parte dalle pagine web e si estende sui social network e nelle newsletter. C’è chi non vede di buon occhio la commistione tra copywriter e nuove frontiere del web. Ma il futuro si trova in questo sincretismo, questo è il mio modo di vedere il mondo della scrittura sul web.

Le frontiere sono porose diceva il mio professore di antropologia, e non solo quelle disegnate sulla cartina: le frontiere culturali si aprono in un continuo influenzare.

Da leggere: come diventare copywriter

Cosa e come deve studiare un copywriter

Per sviluppare capacità e abilità, un copy deve approfondire tutto ciò che riguarda la grammatica italiana. Ma non solo, lo studio riguarda anche il lavoro di persuasive copywriting con tecniche di vendita e scrittura efficace.

Insomma, ci sono un bel po’ di libri per copywriter da studiare. Poi c’è l’esperienza concreta a fare la differenza. Studiare per diventare un professionista del web marketing è cosa buona e giusta, ma non basta: devi fare qualcosa di concreto.

E sporcarti le mani. Magari anche con il primo stage per copywriter della tua vita ma devi attivarti. Tutto questo però non riguarda solo le competenze del copywriter ma anche tutto quello che c’è intorno. Soprattutto se si lavora online.

libro per copy

Vuoi acquistare il punto di partenza per ogni copywriter? Ti consiglio questo testo indispensabile.

È un libro decisivo per imparare a scrivere e convincere le persone: Le armi della persuasione. Come e perché si finisce col dire di sì di Robert Cialdini.

SEO copywriter o SEO e copywriting?

Un web copywriter resta una persona che scrive su portali, blog, landing page, siti web. Non deve diventare un esperto SEO o un di social media marketing. Deve conoscere i principi e, soprattutto, le sfaccettature che si avvicinano alla scrittura.

Al tempo stesso questa figura deve conoscere la SEO. I compartimenti stagni tra i vari settori sono caduti: il web writer deve essere pronto a collaborare con un SEO che ha bisogno di un testo da inserire su un sito da posizionare. Cosa significa?

Vuoi imparare a scrivere per il web?

Devi lavorare in modo strutturato, magari sui campi semantici e sulla significazione. Un concetto interessante è stato espresso dal SEO Francesco Margherita:

Per competere sul posizionamento, dovremmo comporre il nostro testo associando alla chiave principale un numero di significati tale da coprire l’intero campo semantico di rilevanza per google rispetto a quella keyword.

E quando ti chiederà di lavorare su tag title e meta description che farai? Ti limiterai a scrivere per Google? Non avrai bisogno di stringhe, perle di chiarezza direbbe Nielsen, che invitino l’utente a scegliere i tuoi contenuti? Questa è una prospettiva miope.

Quindi tra le competenze del copywriter ci sono anche i saperi della SEO on-page. Non parlo di capacità tecniche e legate alla link building, queste sono aree coperte da altri profili anche se le basi sono sempre ben accette anche quando devi scrivere.

Copywriting per Social Media: cosa fare?

Non puoi limitarti all’ottimizzazione SEO delle pagine web. Mi sono dimenticato dei social network. L’argomento è ampio, troppo ampio per essere affrontato qui. Ti dico solo che web copywriter e social sono legati senza soluzione di continuità.

competenze del copywriter
Quali conoscenze servono?

Le interazioni nascono dalla scrittura prestata all’attitudine di Facebook e Twitter, dal social media copywriting che si adatta alle diverse piattaforme e sa trovare con sensibilità le esigenze di fan, follower e accerchiati. Obiettivo? Condividere valore.

Ecco perché tra le competenze del copywriter c’è anche la conoscenza delle regole di social media marketing: quali sono le lunghezze ideali dei post, ma anche le parole e le tecniche di scrittura creativa, storytelling e persuasive copywriting.

Da leggere: come diventare ghost writer

Competenze del copywriter: opinione?

Quanto ne deve sapere un web copywriter di SEO, SMM e SEM? La mia risposta è questa: tanto, ma non troppo. Chi scrive per il web specializzarsi nel suo campo.

E, al tempo stesso, il professionista deve approfondire gli argomenti limitrofi. Ma non per rubare il lavoro agli altri: solo per fare meglio il suo. Sei d’accordo?

Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2019

15 COMMENTI

  1. Beh, mi pare obbligatorio davvero, se si vuole provare a fare le cose per bene.

    Come dice qualcuno, sistema a T:
    – Competenze verticali relative al tuo specifico lavoro, quanto più profonde e dettagliate
    – Competenze orizzontali relative a tutto ciò che c’è attorno al tuo lavoro. Saperne un po’, quanto basta, di tutto ciò che ti troverai ad affrontare anche al di fuori della tua stretta competenza.

    Questo discorso che secondo me vale per quasi tutti i lavori, diventa evidente e obbligatorio nel nostro settore: esiste forse nel web qualcosa che non sia sempre legata ad altro?

    • In linea di massima no. Ti posso portare l’esperienza personale: non ho la minima idea di come si possa creare una app per lo smartphone e la programmazione per me è un buco nero.

      Certo, tutto è collegato. Ma qualche area di totale ignoranza me la posso concedere, non credi? 😀

      • Mi verrebbe da dire che “ah, ma non è esattamente attorno a ciò di cui ti occupi”. Però in un certo senso sì.

        Allora rettifico, diciamo che con “attorno al tuo lavoro” bisogna intendere qualcosa come “non specifiche ma comunque strettamente attinenti”.

        Forse mi sono un po’ incartato, ma credo si sia capito il senso 😉

  2. Ciao Riccardo, condivido pienamente il parere di Daniele.
    Credo che bisogna saper fare benissimo il proprio lavoro, interpretare al meglio il proprio ruolo professionale (qualunque esso sia) ma essere per così dire “permeabili” alle altre conoscenze.
    Nello specifico per noi copywriter ( e affini) la fusione di competenze è sempre più importante. Noi realizziamo contenuti. Un social post è un contenuto. Un’immagine grafica è un contenuto. Un annuncio adwords è un contenuto e, credimi, quest’ultimo è una delle sfide più toste. Scrivere un testo originale in soli 70 caratteri con tanto di keyword e call to action.
    Del resto, anche io come te poi sono allergica al codice e ai linguaggi di programmazione e quindi in tal caso lascio fare a quelli davvero bravi :).

    Bella la presentazione sulla gestione delle pagine facebook, esempio evidente che non basta un’indole particolarmente “social” per aver successo. Occorrono conoscenze di content marketing, grafica oltre ad elevate capacità organizzative e di analisi.
    Pensa allo studio degli insigths. Di certo la parte più noiosa ma anche quella più importante per fare sempre meglio.

    Infine, non posso che condividere le parole di Francesco Margherita.
    Sai è stato proprio lui ad introdurmi al mondo del seo copywriting e della scrittura per il web. Colgo l’occasione per salutarlo. ciao Francesco.

    E scusate la lungaggine 🙂

    • Ciao Assunta,

      Ecco un punto importante che estrapolo dal tuo discorso: la capacità di concentrarsi su un unico campo e lavorare seriamente come professionista del settore “contenuti scritti”. Secondo te è giusto?

  3. Certo che è giusto, ma avere delle competenze trasversali è ancora meglio. Pensa alla grafica. Sai benissimo che viaggia insieme al testo. Quando si parla di format, si pensa quasi sempre a qualcosa di esclusivamente grafico. Invece io ho sempre bene in mente le parole di Anna Maria Testa che sono più o meno queste: ” il format è una struttura narrativa che si inserisce in una struttura grafica”. Un copy deve tenere sempre conto anche dell’impaginazione del testo, deve sapere dove posizionare il testo nel format specifico. Quindi sapere anche un po’ di altro fa bene. Detto ciò, ad ognuno il suo mestiere 🙂

  4. A mio parere un web copywriter deve essere orientato al SEO.
    Forse non servono particolari conoscenze in ambito SMM e SEM, ma deve avere la completa padronanza almeno nella creazione di contenuti in ottica SEO.
    Se così non fosse, i testi scritti dovrebbero essere poi rivisti da un altro operatore specializzato SEO. Servirebbero quindi due figure professionali quando una completa sarebbe sufficiente.

    • Il Seo copywriting è sempre un aspetto decisivo. Difficile scrivere per il web senza conoscere le regole dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

  5. Sarebbe bello che in ogni lavoro si potessero mettere insieme tutte le competenze specifiche di ognuno: il copy, il grafico, l’esperto seo, il programmatore…
    Purtroppo oggi la maggior parte dei clienti è sempre meno disposta ad “assoldare” un team, anzi è già tanto se è disposta a reclutare 1 (uno) professionista, il quale deve spesso coprire più competenze. Così magari da copy ti ritrovi a doverti arrangiare a fare un sito in wordpress, cercando di impostare una grafica dignitosa, sfruttando al meglio i plugin seo… e in tutto questo ricordarti almeno di scrivere meglio che puoi 🙂

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here