6 tecniche per chiudere i commenti WordPress ed eliminare il box

Quali sono le tecniche necessarie per togliere il campo dei commenti dal tuo blog? Qui hai una serie di operazioni da eseguire per avere la situazione sotto controllo e operare al meglio.

Per chiudere i commenti sul tuo blog WordPress hai diverse soluzioni. Se vuoi intervenire su una singola pubblicazione e disattivare il box su un unico articolo, devi aprire il post e dirigerti nella sezione discussione che si trova al lato del contenuto.

Disattiva ora i commenti, tutti o solo su alcuni post.

Per chiudere i commenti, trackback e pingback basta togliere le spunte dalle sezioni. Ma come bloccare i commenti sull’intero blog WordPress in modo definitivo?

Come chiudere i commenti sul blog

Vai nella dashboard del tuo blog e dirigiti nella sezione discussione. I primi campi si trovano nella voce Impostazioni predefinite per la pubblicazione.

A questo punto per disattivare i commenti sul tuo blog WordPress e togliere il box per lasciarli basta disattivare la spunta Permetti l’invio di commenti per i nuovi articoli.

Se vuoi togliere anche la possibilità di ricevere pingback e trackback nei commenti dei post devi spuntare Permetti i link di notifica da altri blog per i nuovi articoli.

Da leggere: come aumentare i commenti del blog

Chiudere i commenti dei post vecchi

La tecnica che ti ho appena mostrato serve a bloccare i commenti su pagine e post nuovi (o ancora da pubblicare). Vuoi intervenire su tutti i contenuti già online?

Togli i commenti a tutti i post vecchi
Togli i commenti a tutti i post vecchi.

del tuo blog devi seguire una strada differente. Ecco il tutorial per proseguire:

  • Vai nel backend del tuo blog WordPress.
  • Fare clic su Tutte le pagine nel pannello di sinistra.
  • Seleziona tutte le pagine con la spunta del titolo.
  • Seleziona Modifica e poi clicca su applica.

Nella casella con menu a discesa nominato con la voce Commenti seleziona Non consentire, quindi fai click sul pulsante Aggiorna per salvare le modifiche.

Chiudere i commenti dei singoli post

Vuoi disabilitare i commenti del blog? Una soluzione per intervenire sul singolo articolo: nella lista dei post nel backend. Vai sul link di modifica rapida e clicca sulla spunta Permetti di commentare. Lo stesso vale per i soliti trackback e pingback.

Disabilita i commenti di un unico post.
Disabilita i commenti di un unico post.

Se vuoi intervenire sui post nella pagina di modifica puoi andare nella sidebar e togliere la spunta all’opzione per consentire di lasciare commenti nella voce delle discussioni.

Gestire commenti sulle pagine fisse

Sulle risorse statiche del blog i commenti WordPress sono già disabilitati. Se vai nel backend, nella lista con tutte le pagine fisse, puoi fare un lavoro inverso e attivare la possibilità di commentare.

Plugin per i commenti WordPress

Se vuoi nascondere i commenti su WordPress puoi agire tranquillamente con le impostazioni native che ti consentono di eliminare l’area in cui si scrivono dalle singole pagine o da tutti gli articoli. Però ci possono essere esigenze differenti.

Esigenze che vengono soddisfatte da plugin come Disable Comments, il più completo per chi vuole avere massimo controllo sui box per lasciare le interazioni.

chiudere i commenti wordpress
Come disabilitare il campo dei commenti su WP.

La gestione dei commenti non prevede solo un metodo per bloccarli ma anche per cancellare quelli che non ti interessano. Se hai tanti interventi del pubblico che vuoi eliminare e non hai intenzione di rimuoverli su ogni pagina puoi usare un plugin?

Sì, Delete All Comments Of Website che ti consente di eliminare tutti i commenti in un sol colpo. O di gestire delle sfumature come quelle per eliminare solo lo spam.

Rimuovi i commenti dal codice

Per disabilitare la visualizzazione commenti sul modello di pagina devi cambiare il codice. Apri il file page.php nell’editor WordPress o nella cartella del tema e cancella:

<? php comments_template ('', true); ?>

Dopo aver eseguito l’operazione clicca su Salva. Il box commenti sarà scomparso. Ovviamente prima di eliminare qualsiasi stringa di codice dal tuo blog fai prima backup.

8 COMMENTI

  1. La penso come te, lo sai. E fra qualche giorno ci scriverò su anche io. A me, sinceramente, le scuse che hanno accampato suonano proprio come scuse. E alla gente che non ha mai tempo non ho mai creduto.

    A me i blog che si trasformano in un monologo non piacciono per niente. A questo punto scrivi un libro, io me lo leggo e finisce lì. Ma non aprire un blog.

  2. Ciao Riccardo,
    ok, per me è pura follia.
    Sono una blogger alle prime armi e non conosco il problema di gestire un numero altissimo di commenti, ma la tesi che aveva sostenuto Godin all’epoca (quasi 10 anni fa, praticamente un altro mondo), mi fa sempre rabbrividire un po’: ogni volta cerco di capire le sue ragioni, ma secondo me nel momento in cui inizi a vedere i commenti dei lettori come un ostacolo alla tua scrittura c’è qualcosa che non va.
    È vero, i commenti influenzano te e il tuo modo di scrivere, ma ben venga!
    Ben vengano i nuovi stimoli, i diversi punti di vista, gli incontri di idee: amputando quest’arto al blog, il tuo corpo potrà anche continuare a vivere, ma non sarà più come prima, perderà la sua natura.
    Però…non mi chiamo Seth Godin. 😉

  3. Ciao Riccardo,
    secondo me i commenti sono uno dei pilastri fondamentali di un buon blog. Spesso è proprio lì che nasce quel famoso valore aggiunto che molti vanno a ricercare: diversi professionisti che dicono la loro, approfondendo un particolare aspetto del post originale.

    Se, però, non si ha il tempo di gestirli e rispondere… allora è meglio chiuderli!

    • Anche quando riesci a moderare solo una parte? Voglio dire… è vero, ogni commento può avere una risposta. Ogni commento può nascondere l’innesco di una nuova conversazione. Ma la moderazione può abbracciare anche solo una parte dei commenti, o no?

  4. Condividere non è già un commento?
    Parliamoci chiaro, fintanto che i commenti rimangono “chiusi” nel blog, l’utente lazzarone non vorrà mai commentare, piuttosto condividere.
    Dire a tutti gli altri la sua per ricavare, quasi sempre, un sonoro rimbombo di commenti e, perché no, ammirazione. Ma la verità è il totale silenzio, perché l’interesse è la condivisione (o il like) piuttosto che il commento vero e proprio.

    Chiudere i commenti NON vuol dire tagliare un arto. Senza alcun dubbio sulle pagine social si scateneranno le flame wars, o una loro versione più pacifica: comunque, commenteranno.

    E allora la vera domanda è: i commenti vanno rivoluzionati, oppure bisogna educare gli utenti del web?

      • Per il suo contenuto, si.
        Per l’aumento di portata, direi di no. Un commento sul social è palesemente più virale, rispetto ad un commento classico.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here