Puoi trovare ottimi tool per migliorare la tua strategia SEO. Questi strumenti ti permettono di avere in un’unica pagina tutti i dati necessari: link in ingresso, traffico SEO, parole ricorrenti ecc. Ma c’è uno strumento nato anni fa che continua a presidiare la cartella dei preferiti di un SEO expert.

Strategia SEO Excel

Questo strumento così utile è un po’ come le email: un po’ avanti con l’età ma sempre utile, duro a morire anche in questi anni governati dalle logiche social. Sto parlando di Excel, un foglio di calcolo indispensabile per tutte le tue attività legate all’ottimizzazione SEO di un blog o di un sito web.

La domanda nasce spontanea: come sfruttare Excel in una strategia SEO? Ma non serviva solo a fare inventari? No, puoi utilizzare questo tool per mettere ordine nelle tue attività quotidiane.

Come utilizzare Excel

In realtà Excel può essere sfruttato per tutte le attività di reportistica Web, non solo per la strategia SEO. Excel è necessario anche per segnalare una qualsiasi azione svolta nel tempo, un po’ come il diario che in passato utilizzavi per appuntare tutte le tue avventure. Come sfruttare questo software:

  • Controllo incrociato Adwords con risultati di ricerca Google.
  • Report Keywords di posizionamento.
  • Report azioni Off page e On page.
  • Report campagne SEA.

Questi sono solo alcuni degli utilizzi: puoi usare il foglio di calcolo anche per altri scopi, come per esempio creare un archivio di blog per fare Digital PR o azioni innescate sui Social Media.

La domanda in questo caso sorge spontanea: come strutturare in maniera efficiente il foglio di calcolo? Ecco come ottenere buoni risultati con Excel, e migliorare la tua strategia SEO (ma non solo).

1. Controllo incrociato AdWords – Google

In cosa consiste un controllo incrociato tra Google AdWords e il motore di ricerca Google?

Beh, in sostanza si tratta di un’operazione molto semplice: devi cercare keyword di interesse per il tuo business con lo strumento di Google Keyword Planner e confrontarle nei risultati di ricerca di Google. Ma qual è il ruolo di Excel in tutto questo? Perché hai bisogno di un foglio di calcolo?

strategia seo excel

Scelte le keyword che ti interessano, riporta tutto sul foglio di calcolo. Crea una colonna in cui inserire le chiavi di ricerca e un’altra in cui inserire il numero di risultati di ricerca determinati da Google. Questa operazione di organizzazione è fondamentale per avere tutto sott’occhio e a portata di mano.

Soprattutto per capire bene quali azioni intraprendere e per preparare la nostra strategia.

2. Report Keyword di posizionamento

Definita l’importanza dell’avere tutti i dati e le statistiche SEO in un unico foglio, puoi inserire su Excel i dati relativi alle keyword per cui tentare il posizionamento.

Si tratta di un passaggio simile al precedente, con la differenza che qui riporterai solo i dati delle statistiche relative alle keyword di posizionamento scelte. E non tutte le parole chiavi che hai esaminato. In questo modo puoi consultare in modo veloce ed efficace le parole chiavi scelte.

3. Riportare su Excel le azioni off page

Come ben sai ci sono due grandi filoni dell’attività SEO: on page e off page. Ovvero quelle che riguardano l’ottimizzazione di una pagina web e quelle legate al lavoro che puoi svolgere all’esterno del sito web. In particolar modo l’analisi delle risorse e la gestione dei link in ingresso.

In questa scheda creata per definire le attività off page hai lo spazio giusto per segnalare tutte le azioni svolte oltre (come dice la parola stessa, off page) il sito che stai analizzando.

Il primo passo: creare una tabella in cui inserire tutti i portali, forum, siti ecc. che possono dare un aiuto concreto nel posizionamento con link e altre azioni mirate. Il mio consiglio è quello di suddividere tali risorse per categorie, creare una tabella per i siti di interesse e un’altra per i forum di settore.

In questo modo sarai in grado di procedere continuando a compilare il foglio Excel con altri dati, per esempio puoi creare una sezione in cui stabilire degli obiettivi che aggiornerai ogni qual volta raggiungerai o meno l’obiettivo.

4. Campagne SEA

Un altro modo per arricchire il tuo foglio Excel è quello di appuntarci in un’altra etichetta le campagne SEA, ovvero tutte quelle campagne a pagamento fatte con Google Adwords.

Riportare le keyword scelte e i risultati raggiunti ti aiuterà nelle sponsorizzazioni future, sarai quindi in grado di agire con precisione conoscendo i risultati già raggiunti nelle campagne precedenti.

sea
La differenza tra SEO e SEA – Fonte Studio Samo

Oltre a creare quindi la classica tabella potrai realizzare degli screenshots da Google Adwords e incollarli nella pagina, in questo modo sarai sicuro che non ti sfuggirà nulla.

L’utilizzo di Excel in una strategia SEO non si limita a questi punti, ma può essere utilizzato per azioni più precise. Per questo ti consiglio di consultare la guida Microsoft Excel for SEO.

Strategia SEO ed Excel: la tua opinione

Come hai visto Excel rappresenta un ottimo strumento per tenere traccia delle tuo azioni legate al Web Marketing e, nello specifico, delle azioni SEO utili al posizionamento. Uno strumento che se organizzato bene ti faciliterà il lavoro.

Insomma, comodo avere tutto in un unico documento vero? Ci sono tanti SEO tool che ti aiutano a ottenere informazioni utili, ma con Excel puoi riassumere tutto in un unico file. E se preferisci condividere questo documento con clienti e collaboratori puoi sfruttare Dropbox o portare tutto sul foglio di calcolo di Google Drive (praticamente simile a Excel ma facile da condividere).

E tu come organizzi il tuo lavoro? Usi Excel o altri strumenti? Aspetto la tua opinione nei commenti.

10 COMMENTI

  1. Molto interessante! Mi sono occupato poco di SEO e non sapevo che si potesse utilizzare Excel in questo modo. Quali altri tools consiglieresti a chi organizza la propria strategia SEO?

    • Ciao Marco, al commento di Simone aggiungo la lista di Studio Samo http://www.studiosamo.it/seo/strumenti-seo-guida-seo-tools-free/ che è praticamente completa. Io sto usando SEMrush in questo periodo, versione trial. Mi trovo bene.

    • Salve Marco!
      Per chi si è occupato poco di SEO potrebbe tornare utile questa lettura: https://www.mysocialweb.it/2013/03/15/seo-google/

      Sul Web ci sono tanti tools validi per la SEO e ognuno ha il suo scopo, alcuni ti aiutano nella ricerca delle keywords da colpire, altri sono più indicati per lo studio dei competitors e cosi via, potrei consigliartene alcuni. Che tipo di tools cerchi?

      Saluti,
      Simone

    • Ciao Alessandro!
      il tuo utilizzo di Excel è corretto, è un ottimo strumento per “monitorare” l’andamento generale di un sito.

      Anche io, come te, lo aggiorno sempre con nuovi report per tenere traccia dei cambiamenti.

      Personalmente credo non ci siano alternative cosi valide, e tu? hai provato altri software prima di optare per Excel?

      Saluti,
      Simone

        • Ciao Alessandro!
          è dura farne a meno 🙂

          Proprio ora sono alle prese con Excel e confermo che: avere tutti i dati in un’unica schermata semplifica il lavoro!

          Se ti va puoi condividere con i nostri lettori qualche screenshots della tua organizzazione, magari qualcuno potrà prendere spunto dal tuo metodo.

          Saluti,
          Simone

    • Ciao Alessia!
      noto con piacere che Excel è nella vita di tutti voi e, sembra proprio, che tu ne faccia un grande uso.

      Ti piacerebbe fornirci qualche altra idea per il suo utilizzo?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here