WordPress: 10 funzioni che dovresti sfruttare sempre

Quali sono i punti di forza legati a questo CMS? Dove puoi ottenere il massimo? Puoi scrivere su WordPress e ottenere grandi risultati? Certo, ecco tutto quello che devi sapere e sfruttare.

Sì, lo hai già letto da qualche parte questo titolo. Facebook Fan Page: 10 funzioni che non usi (e che dovresti sfruttare), un articolo che ho pubblicato qualche settimana fa, e che ha avuto un buon successo. E sarà lo stesso con le funzioni WordPress.

funzioni WordPress
Come scrivere su WordPress.

Vuoi limitarti a Facebook e Twitter? Il blog aziendale ti permette di trovare nuovi clienti online: pubblichi contenuti, ti posizioni sui motori di ricerca, costruisci il tuo brand. Il blog è il centro della mia attività online e forse anche della tua.

Perché un blog di proprietà ti permette di gestire i contenuti al 100%. E poi WordPress è un CMS dalle risorse infinite. Puoi personalizzare il tuo spazio.

Lo puoi ottimizzare anche in chiave SEO per ottenere risultati migliori sui motori di ricerca e avvicinare alle tue esigenze estetiche. Puoi fare tutto con WordPress.

Soprattutto quando scopri che ci sono 10 funzioni inutilizzate. E che potrebbero fare la differenza per il tuo lavoro quotidiano di blogging. Non credi? Sei scettico? Capita anche ai migliori, non temere. Ecco quello che deve sapere un blogger professionista.

Funzioni WordPress per i contenuti

WordPress ti permette di risparmiare una valanga di tempo con delle funzioni interessanti, e che non sempre conosci.

Ad esempio con il drag and drop delle immagini: le prendi dal desktop e le lasci nel punto in cui le vuoi inserire. In questo modo risparmi due click: sembra poco, vero?

Ma quando devi caricare diverse immagini questa funzione ti salva la vita. Soprattutto se hai deciso di usare WordPress Gutenberg il risparmio di tempo è ancora maggiore.

In un articolo non trovi solo immagini e le foto online: puoi aver bisogno di video, embedded di Twitter o di Instagram. Senza dimenticare Facebook, Pinterest ed eventuali podcast. Per inserirli in un attimo nell’articolo, senza passare da visual a text, devi solo incollare il permalink.

Per approfondire: usa tag e categorie come un ninja

Puoi anche embeddare gli articoli

Su WordPress puoi inserire gli embedded copiando e incollando il permalink. Lo stesso meccanismo lo puoi usare per creare un collage di post con una soluzione nuova, creativa. Basta incollare l’URL di un articolo che hai scritto nella pagina.

Ecco il risultato: un embedded del post con titolo, numero dei commenti, nome del blog e descrizione. In questo modo è facile creare una pagina per racchiudere gli articoli dedicati a un unico argomento. O presentare i link alla fonte di riferimento.

Crea una dashboard personalizzata

La dashboard del blog può essere personalizzata nei colori (sezione Utente) e puoi organizzare i moduli con un semplice meccanismo di drag and drop. In alto a destra c’è il menu a tendina che ti permette di scegliere quali box mantenere.

Come ottimizzare tag e categorie

Le tassonomie su WordPress sono organizzate con tag e categorie. In queste pagine puoi riassumere articoli dedicati a determinati argomenti, ma puoi anche inserire una stringa di testo. Basta andare nella pagina della categoria o del tag e scrivere.

Come personalizzare il titolo della categoria.

Qui c’è uno spazio dedicata alle descrizioni che accetta anche il codice HTML. Se usi WordPress SEO by Yoast o All In One SEO Pack puoi puntare in alto.

In particolare a un’ottimizzazione completa aggiungendo tag title e meta description. Ricorda che puoi togliere Category dal titolo H1 (guarda video).

Migliora la discussione del tuo blog

Vuoi ottimizzare le conversazioni dei lettori che lasciano commenti sul blog? Puoi attivare i commenti indentati, organizzati per definire chi scrive e chi risponde.

discussione wordpress
Gestisci i commenti di WordPress.

Per attivare questa funzione devi andare nel menu principale (setting), poi nella sezione dedicata alle conversazioni. Per attivare i commenti indentati devi spuntare la casella indicata nell’immagine. Io ho scelto di indentare fino a dieci commenti.

Questa rappresenta la soluzione massima, ma se preferisci puoi scegliere un numero inferiore: è preferibile quando il tema non va d’accordo con i commenti nidificati.

Funzioni WordPress: Next Page Tag

Di solito usi il more tag per proporre un’anteprima ai lettori nella home page. Ma puoi anche dividere il post in più pagine con il Next Page Tag che si presenta così: 

<!--nextpage-->

Con questa funzione puoi dividere gli articoli più lunghi in diverse sezioni. Molti blogger e quotidiani online usano questa soluzione: se vuoi personalizzare i comandi per cambiare pagina puoi dare uno sguardo a paginated post di WordPress.

Creare feed per tag e categorie

Il feed RSS è una delle risorse più importanti di un blog WordPress: permette ai lettori di trovare nel proprio reader tutti gli aggiornamenti, senza dover andare nella home page per controllare se l’articolo è stato pubblicato. Questo è fidelizzare.

Per chi preferisce ricevere solo gli aggiornamenti legati a determinati topic? Puoi creare il feed RSS di tag e categorie, in modo da proporre al lettore di iscriversi a questi aggiornamenti. Ed evitare il rumore che si trova intorno (utile per i portali).

  • http://www.example.com/category/categoryname/feed
  • http://www.example.com/tag/tagname/feed

Ecco qualche esempio, trovi tutte le spiegazioni nella pagina WordPress. Ricorda che il feed è fondamentale per mantenere il rapporto con i lettori, ma puoi puntare sull’aggiornamento degli articoli via email grazie alle funzioni offerte da Feedburner.

Aggiungere link al profilo autore

Vuoi aggiungere il link di Facebook o di altri social al box autore? Devi spuntare la relativa opzione nella pagina utente che trovi nella dashboard di WordPress.

facebook
Qui devi inserire il permalink di Facebook.

Per inserire il link alla pagina o al profilo Facebook bastano pochi click. E puoi condividere i tuoi articoli con un elemento in più per garantirne l’autorevolezza.

Funzioni WordPress per le foto

WordPress ti permette di modificare le foto caricate. Fai l’upload dell’immagine, clicca sull’icona della matita e raggiungi il pannello di controllo del contenuto.

Sotto all’immagine c’è un pulsante: edit original. Qui trovi gli strumenti per modificare l’immagine: ridimensiona, ritaglia a mano libera o in base alle proporzioni, raddrizza orizzontale e verticale. Poca roba, ma sufficiente per non ripetere l’upload.

Migliorare la leggibilità degli articoli

Tutto quello che ti serve per migliorare la leggibilità si trova nel pannello di controllo, ma c’è un elemento che la maggior parte dei blogger ignora: la linea orizzontale. Questa funzione ti permette di inserire, come suggerisce il nome, un separatore.

Migliorare la leggibilità
Migliorare la leggibilità con la linea orizzontale.

Questo per dare una distanza tra gli elementi della pagina. La linea orizzontale può essere inserita per separare due sezioni di un blog, per mettere in evidenza un elemento o per creare una netta separazione tra due elementi visuali e testuali.

Per approfondire: come scrivere su WordPress

Tu come usi le funzioni WordPress?

Questi sono i dettagli che sfrutto per ottimizzare la mia attività su WordPress: spingo tutte le funzioni del CMS e cerco di migliorare i miei contenuti. A volte basta un dettaglio per fare la differenza: qual è la funzione che preferisci?

14 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo, anche io come te sono un avido utilizzatore e ricercatore di plugin wordpress utili. Spesso mi ritrovo a doverne disattivare qualcuno perché magari si appesantisce troppo la struttura! Tra quelle che hai elencato, non plugin, ma parlando di funzioni integrate, quella che trovò davvero utile è la gestione dei media e la possibilità di scalarli,tagliarlj, ridimensionarli e chi più ne ha più ne metta! Un plugin utilissimo che uso da sempre è WP Shortcode, in modo da rendere il testo sempre graficamente accattivante! Lo hai mai provato? Comunque,come al solito complimenti e grazie per l’articolo!

    • Ciao Gloria,

      Ti ringrazio. Quale preferisci tra le funzioni elencate oltre la linea? Le usi tutte, am in che modo? Hai qualche consiglio da suggerire?

  2. Ciao Riccardo,

    Una domanda tecnica: cosa hai utilizzato per inserire nell’articolo il riquadro “Facebook Note: la vedo dura per il blog…”? Ho notato che tra l’altro ha anche la funzione embed, il che mi potrebbe risultare molto utile per condividere in modo più originale e armonioso i contenuti sia miei che di altri.

    Per rispondere alla domanda di fine articolo, io personalmente mi trovo molto bene con la funzione per modificare le foto. Molto spesso quando cerco foto e immagini sul web per i miei articoli, alla fine mi trovo sempre immagini molto grandi(ovviamente devo scaricarle così per avere una qualità maggiore) e questo aspetto di wordpress, grazie anche alla sua semplicità, mi aiuta davvero molto.

    Grazie per il tuo ottimo articolo.
    Marco

  3. Ciao Riccardo,

    Io ho provato ad usare L’embed di wordpress nel modo spiegato da te: copio il link e lo inserisco nell’articolo, ma non appare il riquadro come a te, ma solo il link. Ho la versione wordpress 4.4.2. Qualche idea sul perchè?

    Grazie
    Marco

    • Ciao Marco, qui ci sono tutte le indicazioni utili https://make.wordpress.org/core/2015/10/28/new-embeds-feature-in-wordpress-4-4/

  4. ciao Riccardo, bel post!
    Io però ho un problema, ho chiesto un pò in giro ma non ho trovato risposta.
    Il mio WordPress non ha tutte le funzioni che vedo spesso nei video tutorial su youtube (tipo non ho la casello SEO sotto gli articoli o le pagine scrivo) oppure il pulsante “guadagna” al lato sinistro della schermata principale di WordPress
    Hai mai incontrato questo tipo di problema? (magari bisogna cliccare qualche cosina che non so per visualizzare le cose che mi mancano, bo)!
    Spero di essere stato chiaro!
    Grazie e complimenti ancora!!

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here