Chiaro, potrei suggerirti di cambiare il tema del blog per risolvere il problema. Nuovo stile, nuova vita. Se hai intenzione di rivoluzionare la presenza online questa è la strada da seguire: ecco 35 template WordPress che devi valutare e provare per ridare linfa al tuo blog.

cambia blog

Però la tua esigenza è diversa, non vuoi rinnegare il tema ma preferisci ottimizzare la presenza online. Un’esigenza che non riguarda solo l’aspetto estetico ma anche quello pratico. Vuoi dare una scossa al tuo progetto sotto tutti i punti di vista, e ripensare il tuo rapporto con i contenuti.

L’estate sta entrando nel vivo: è il momento giusto per pensare a un piccolo tagliando per il tuo blog. Magari non una rivoluzione completa. Puoi sfruttare i mesi estivi – di solito sempre più calmi – per modellare forma e sostanza del blog. Come? Ecco 8 modi per rinfrescare le tue pagine.

Cambia stile

Il calendario editoriale è la strada che ti guida verso gli obiettivi. Qui aggiungi i titoli dei post ed è proprio su questo documento che puoi applicare una prima modifica: puoi iniziare la riflessione per pubblicare post diversi, capaci di affrontare l’argomento con uno stile differente.

Hai pubblicato sempre e solo tutorial? Prova con un articolo legato solo alla tua opinione personale. Questa logica può essere applicata in qualsiasi occasione: cambia stile, dai una marcia in più alle tue pubblicazioni e diversifica il calendario editoriale. Sono sicuro che i lettori apprezzeranno.

Pubblica un post speciale

Inizia con un unico post. Prova, ad esempio, a pubblicare una poesia. O magari un pillar article di 5.000 parole, un articolo così completo da aver bisogno di una versione PDF. Regala qualcosa di insolito al pubblico, rompi la monotonia della pubblicazione standard e quotidiana.

Cambia stile delle immagini

Scegli con cura le foto del tuo blog? Perfetto, questo è un buon punto di partenza. Ma puoi fare molto di più con i mezzi che hai a disposizione: senza chiamare in causa la grafica avanzata, puoi creare uno stile speciale per il visual grazie a una buona base e a programmi di editing spettacolari.

Scarica da questi siti le immagini di qualità con licenza Creative Commons Zero e carica tutto su Canva: con un pizzico di creatività puoi definire una base di partenza per il tuo visual e renderti riconoscibile in qualsiasi occasione: basta uno sguardo per capire che sei tu.

La risorsa: 30 immagini gratis per il tuo blog

Cambia icone

Una modifica semplice e immediata: cambia le icone social del tuo blog. Sono elementi che invecchiano rapidamente, ti consiglio di aggiornare questi piccoli riferimenti della tua presenza online. Dove trovare degni sostituti? Su iconfinder, motore di ricerca dedicato alle icone.

Modifica il ritmo

Il ritmo delle pubblicazioni, quello che ti trasforma in una risorsa di riferimento per il pubblico. I tempi sono importanti perché le persone ti riconoscono come presenza stabile, ti considerano un elemento stabile e autorevole. Una certezza, ecco. Però questo parametro può essere modificato nel tempo.

Prova ad aumentare il numero delle pubblicazioni settimanali senza influenzare la qualità degli articoli. Oppure elimina un post a favore della densità: lavora con articoli approfonditi, capaci di intercettare tutti i dettagli per trasformare un post in una risorsa difficile da trovare altrove.

Per approfondire: è giusto pubblicare tutti i giorni?

Cambia font

A volte per rinfrescare il blog basta poco: prova a cambiare font. Rimani fedele allo stile del blog ma scegli una nuova soluzione per i caratteri, per le parole che le persone leggono e condividono. Rientra sempre nelle buone regole di base (niente font fantasiosi) e, se possibile, scegli sans serif: è la soluzione ideale per migliorare la leggibilità dei contenuti online.

Aggiungi una rubrica

Vuoi lavorare sul piano editoriale? Il modo migliore per intervenire: aggiungi una nuova rubrica al calendario. Apri la mappa mentale dei contenuti e inserisci un ramo per approfondire un determinato argomento. In questo modo puoi definire su carta le evoluzioni del blog, senza improvvisare.

Prima di aggiungere una rubrica, però, ti conviene fare qualche ricerca per capire come e se affrontare un tema. In primo luogo ti consiglio di lavorare sulle informazioni che ruotano intorno ai motori di ricerca (volumi, correlate), e poi ci sono le community da scandagliare: monitora le opinioni del web.

Lavora con le tassonomie

Condividi i tuoi articoli sui social, vero? È arrivato il momento di puntare su tag e categorie, liste di contenuti utili (se organizzati bene). Perché non organizzi delle condivisioni su Twitter e Facebook per portare visite? In questo modo le persone possono scoprire nuove risorse del tuo lavoro.

Quali punti hai scelto?

Ci sono mille modi per dare una scossa alla tua attività di publisher. Per fare la differenza non hai bisogno di grandi modifiche, a volte basta un dettaglio per rompere la monotonia e sorprendere il lettore. Certo, ripensare il piano editoriale può essere pericoloso e può esporti a rischi. Ma può portarti nuovo pubblico, può aprire nuovi scenari.

Modifiche sostanziali portano a reazioni diverse da parte del pubblico, devi decidere la strada. Io preferisco modificare aspetti semplici del mio blog per adattarlo alle mie esigenze. Non cambio tema, mi sono affezionato. Ma non voglio sedimentarmi: i piccoli cambiamenti non mancano mai.

Tu, invece? Hai trovato qualche buona idea per il tuo blog? Preferisci cambiamenti sporadici o aspetti il momento giusto per rivedere profondamente il tuo blog? Vuoi aggiungere un punto alla lista? Come sempre aspetto la tua opinione e le tue domande nei commenti.

14 COMMENTI

  1. Credo non vada scartato il fatto che non tutti i clienti sono propensi a considerare come utili ed efficaci tutte le modifiche qui indicate. Ad esempio, un intervento su tag e categorie potrebbe essere considerato inutile (di recente mi è successo purtroppo).
    Ossia la modifica è ritenuta efficace non in funzione degli effetti che è destinata ad avere ma solo in funzione di quanto è radicale.

    • Caio Danilo,

      Anche a me capitano situazioni simili. Come si risolvono? Mostrando materialmente l’utilità di un lavoro ben fatto. Spesso le persone si rendono conto di quello che vuoi proporre solo dopo aver letto delle fonti attendibili. In ogni caso io descrivo la situazione: se facciamo in un certo modo otteniamo determinati risultati. Altrimenti niente!

  2. Proprio oggi ho inaugurato la “posta” del mio blog – per la prima volta, ho ricevuto una e-mail da un lettore: forse è questa la svolta di cui ha bisogno, chissà 🙂

  3. Ciao Riccardo! Io deve fare delle modifiche al mio blog (lato presentazione e contatti). Però sai cosa mi era venuto in mente? Che potrei provare a scattare, come faccio per me, delle immagini per altri blogger che ne hanno bisogno per i loro post.

    • mmmm sai che non ho capito? Cosa significa “provare a scattare, come faccio per me, delle immagini per altri blogger che ne hanno bisogno per i loro post”?

  4. mi sa che questa volta ho anticipato i tuoi consigli: gli ultimi tre articoli che ho pubblicato sono molto differenti dai miei soliti, a partire dal fatto che sono molto più lunghi e tecnici. Ma anche come stile un pochino ho cambiato.

    • Cambaire è la chiave di tutto: poi registra il comportamento delle persone che ti circondano e cerca di capire. Cosa fare ? Continuare o cambiare ancora? Tornare indietro?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here