Che sia un blog, un libro o un negozio, la tua attività ha bisogno di farsi conoscere. E i social network sono perfetti per questo. Ogni piattaforma ha le sue caratteristiche e Instagram, in questo momento, è uno di quelli che funzionano meglio. Sempre considerando le caratteristiche dell’utente.

Instagram Marketing

Instagram può essere un diario personale ma anche un strumento promozionale. Può aiutare l’azienda o il libero professionista a sfruttare al massimo il lavoro di visual storytelling, ma devi di usarlo correttamente ed evitare alcuni errori grossolani. Vuoi un esempio concreto di Instagram Marketing?

Quando hanno deciso di cambiare vita, mollare tutto e trasferirsi nel sud della Francia per dedicarsi alla fotografia, Marta e Alessio di studioaq.com hanno iniziato a pubblicare i loro scatti su Instagram.

La qualità degli scatti ha subito attirato i primi clienti. In seguito sono state le foto condivise dai clienti a fare da volano pubblicitario, in linea con i principi di inbound marketing. Questo, ovviamente, è solo un caso: ecco una manciata di punti concreti per fare Instagram Marketing e raccogliere risultati.

Qualità Vs Quantità

Diamo importanza ai numeri, misuriamo un influencer in base al suo numero di follower. Se il tuo obiettivo è avere più seguaci possibile fermati un attimo, ho un segreto da svelarti: ciò che conta non è la quantità ma la qualità.

Sembra scontato, eppure in molti guardano con ammirazione gli account con migliaia di follower. Vogliono raggiungerli, senza rendersi conto che non è questa la cosa più importante.

Se hai un negozio fisico, ad esempio, non ti servirà avere dei follower all’altro capo del mondo: quello che ti interessa è raggiungere le persone che abitano nelle vicinanze e invogliarle a farti visita. Certo, se hai migliaia di follower sparsi per il globo potrai pavoneggiarti con gli amici. Ma la tua attività, quella che ti dà da mangiare, non avrà alcun beneficio. Lavora con costanza sui fattori che contano e alimenta i follower.

Punta sull’engagement

Ciò che conta non è il numero di follower ma l’engagement, il coinvolgimento delle persone definito attraverso la quantità di commenti e like in proporzione al numero delle persone che ti seguono. Senza dimenticare la qualità stessa dell’interazione. Se i tuoi follower ti apprezzano, interagiscono e si fidano di te, sarà probabile che acquistino il tuo prodotto o servizio: questo si chiama conversione.

Da leggere: perché un blogger dovrebbe usare Instagram?

Portare Traffico al tuo Sito/Blog

Instagram non permette, al momento, di inserire link cliccabili nella descrizione delle foto. C’è un solo link disponibile, ed è quello nella bio. Puoi utilizzarlo per portare traffico al tuo sito. Ma se le tue attività sono molteplici (blog, e-commerce, video su YouTube, app) esistono diverse soluzioni.

Cambiare il link nella bio

Hai scritto un nuovo post sul tuo blog? Hai pubblicato un nuovo video suYouTube? Un nuovo libro, e-book o infoprodotto? Puoi parlarne nella descrizione della tua foto e rimandare i tuoi follower al link nella bio, che cambierai di volta in volta per puntare al contenuto che ti interessa promuovere. Non è il massimo della comodità, soprattutto se pubblichi ogni giorno. Da usare per le grandi occasioni.

Creare una landing page

Invece di linkare alla home page del tuo sito/blog, indirizza i tuoi follower verso una pagina creata ad hoc nella quale inserire il sito stesso, il titolo del tuo libro o corso online, l’indirizzo del tuo negozio fisico e quello del tuo canale YouTube. Mettici dentro tutto ciò che è importante, senza esagerare: maggiore è il numero di link presenti, più sarà difficile ottenere un click su ciascuno.

Link in Profile

Un servizio che aggiorna automaticamente il tuo link nella bio. Inserisci un collegamento nella descrizione della foto. Il link del profilo porta ad una landing page con tutte le immagini nelle quali hai inserito il suddetto collegamento. Cliccando sulle foto sarai reindirizzato verso il rispettivo sito web.

Il mio Profile

In alto puoi vedere la mia pagina. Con Profile puoi aggiungere nuovi link senza eliminare quelli precedenti, come accade quando sostituisci il link nella bio. Il servizio è gratuito per i primi 30 giorni, poi si passa a un piano di 9,99€ al mese. Una spesa sostenibile se vuoi monetizzare con Instagram.

Non compare follower

Per avere un buon engagement devi avere utenti reali, attivi e in target. Esistono servizi online per comprare follower su Instagram, stesso discorso per i like. Con pochi euro puoi averne a centinaia. Peccato che questi, essendo fasulli, non interagiscano. Il fatto di avere tanti follower su Instagram ti penalizzerà perché il tuo engagement, rispetto a un alto numero di seguaci, risulterà davvero minimo.

La strada più difficile è quella che porta risultati. Meglio procedere in modo naturale, guadagnando seguaci interessati. Verrano a fare shopping nel tuo negozio, acquisteranno il tuo libro o ti chiameranno per scattare le foto al loro matrimonio. Tutto il resto è vanità, solo mostrare numeri.

Pubblica Regolarmente

Sul web tutto cambia e per far sentire la tua voce devi esprimerti regolarmente. L’ideale sarebbe pubblicare ogni giorno. Se non hai materiale a sufficienza puoi ripubblicare foto di altri citando il legittimo proprietario. Se le foto ritraggono bambini, chiedi il permesso prima di utilizzarle.

Scegli foto che possano essere d’ispirazione per i tuoi follower e che si sposino con gli argomenti che tratti. Puoi prendere le immagini facendo uno screenshot o con apposite applicazioni come Repost App. Google, Pinterest, Tumblr e altri siti generici non sono fonti. Se vuoi pubblicare immagini altrui devi trovare e citare il legittimo proprietario. In caso contrario, meglio rinunciare.

Se temi di non essere costante puoi utilizzare alcuni strumenti per creare un calendario editoriale della tua attività e programmare la pubblicazione in anticipo. Onlypult pubblica le foto che hai schedulato, mentre Planoly ti invia una notifica nel momento in cui l’immagine viene messa online.

Onlypult pubblica automaticamente, il secondo invece ti permette di visualizzare un’anteprima della tua gallery. Così puoi valutare in anticipo la sequenza. Entrambi offrono il vantaggio di poter scrivere la caption da computer: per chi scrive descrizioni lunghe è un gran sollievo. La stessa funzione è disponibile gratuitamente anche su Hootsuite, uno dei migliori tool per chi fa social media marketing.

Per approfondire: dove trovare immagini gratis

Interagisci con le persone

Viviamo nell’epoca dell’autocelebrazione, ma da soli non si va da nessuna parte. Se vuoi attirare persone nuove dovrai andare a cercarle, regalando loro like e commenti. In questo modo ti farai notare e attirerai nuovi visitatori. Se il tuo feed è attraente, questi potranno trasformarsi in follower.

Crea feed attraente

Ma cos’è un feed attraente? Non esiste una ricetta universale, non conosco una definizione concreta di questa caratteristica. Alla base ci sono i concetti di riconoscibilità, storytelling, progetto condiviso. Una certa coerenza nello stile delle immagini aiuta parecchio. Qui sotto puoi vedere alcuni esempi.

Esempi concreti di stili coerenti.

Queste immagini incantano lo sguardo: @whattocooktoday punta molto sui colori scuri, @jspgioielli lavora con il bianco e @ellesenparlent punta tutto sul rosa. Questa coerenza visiva crea un feed armonioso che invoglia il visitatore a diventare follower. A seguire l’idea dell’autore.

ig-feed

Sembra facile lavorare in questa direzione, vero? In realtà gli equilibri nascono grazie a innumerevoli tentativi, dopo prove su prove. È un’evoluzione personale. Anche io al momento sto sperimentando per trovare il mio stile alternando, su tre colonne, foto personali, ripubblicazioni e citazioni.

Da leggere: come fare Instagram Stories

Carica foto su Instagram da desktop

A questo punto la domanda è: come caricare foto su Instagram da PC o da Mac? Se voglio creare un feed attraente devo modificare le foto con programmi come Canva o Photoshop, devo scegliere immagini di qualità. La risposta è semplice: puoi usare dei software gratuiti e a pagamento. Gramblr è la soluzione free, a costo zero, mentre Onlypult è a pagamento ma offre funzioni superiori. Anche Instapic fa il suo dovere ma è per sistemi operativi Windows 8 o superiori.

Scegli la bio

Hai poche righe a disposizione per convincere l’utente di passaggio a diventare tuo follower. Utilizzale per spiegare chiaramente chi sei e cosa fai. Se rimane spazio puoi inserire il tuo motto o una citazione che ti rispecchi. Se la tua è un’impresa locale non dimenticare di specificare il luogo.

Usa gli hashtag giusti

Gli hashtag servono a raccogliere le immagini in base a una parola chiave. Se come me sei un’insegnante di yoga e pubblichi una foto a tema, puoi etichettarle con il tag #yoga. In questo modo comparirà, in ordine cronologico, insieme a tutte le altre foto sullo stesso argomento.

Il tempo è decisivo in questo equilibrio. Se la tua foto avrà successo nella prima ora dopo la sua pubblicazione potrebbe finire nella pagina “esplora” relativa a quell’hashtag. Così potrai raggiungere molte persone. Soprattutto contatti interessati all’argomento che tratti, disposti ad interagire.

hashtag instagram
Il rapporto tra hashtag e interazioni su Instagram – Fonte immagine

Questo è uno dei modi migliori per aumentare i follower di Instagram. Ma trovare gli hashtag giusti non è semplice. Occorre monitorare altri account della tua nicchia per effettuare dei test. Hashtag molto popolari come #yoga hanno milioni di post pubblicati, sarà quindi più difficile entrare tra i popolari.

Il mio suggerimento è quello di affiancare hashtag Instagram importanti ad altri meno utilizzati, per avere maggiori probabilità di farti notare. Instagram ti permette di utilizzare fino a 30 hashtag.

Ti consiglio di sfruttarli per non perderti buone opportunità. Vuoi mettere più di 30 hashtag su Instagram? Puoi usare i commenti, anche se la base è sempre la stessa: scegli la qualità.

Esistono delle app che ti aiutano a scegliere gli hashtag per le tue foto. La più famosa è TagsForLikes che ti consente di scegliere in base all’argomento. È comoda perché ha una sezione dedicata ai favoriti, nella quale puoi conservare gli hashtag che usi sempre. Alternative? C’è Hashtags Instatag che è gratuita Instatags Pro a pagamento, poi su hashtagify.me trovi tante informazioni sui migliori hashtag per Instagram.

Instagram Marketing: sei pronto?

Questi sono i passaggi utili per iniziare a fare Instagram Marketing, per spingere il tuo lavoro attraverso l’uso delle immagini. Non è facile, ma non è neanche un’impresa impossibile. Utilizzi Instagram per promuovere la tua attività? Per fare marketing online? In che modo e con quali risultati?

3 COMMENTI

  1. Grazie Claudia per questo articolo! Sono anche io un’insegnante di yoga e avevo proprio bisogno di qualche consiglio esaustivo! 🙂

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here