Provare prodotti di bellezza, truccarsi davanti a una webcam ed essere pagati per farlo: ti sembra un sogno?
 Andiamoci piano e partiamo dall’inizio, perché oggi ti svelerò la mia ricetta per creare un beauty blog di successo e guadagnare.

Come creare un beauty blog

Il settore beauty è ricco di blogger e conta influencer con community a sei zeri. 
Il nome Clio Makeup ti dice qualcosa? Uscire dalla zona grigia dell’hobby con cui arrotondare e farlo diventare un vero e proprio lavoro non è impossibile.

Basta partire con il piede giusto ed essere consapevoli che non esistono scorciatoie. La strada è lunga e in salita, per farla occorre tenacia. Ma una volta raggiunta la meta, la soddisfazione sarà impagabile! Ecco i miei consigli.

Beauty blogger: chi è e cosa fa

Sotto la definizione di beauty blogger si possono trovare diverse figure.
 Ci sono quelli, come me, che puntano sulle recensioni e sul racconto delle proprie esperienze d’uso con i prodotti che provano.

Poi ci sono gli appassionati di trucco, spesso veri e propri truccatori, che mettono in rete la loro abilità creativa proponendo tutorial. Vale a dire articoli o video step-by-step con cui l’utente può imparare a riprodurre una tecnica di trucco o un make up particolare.

Beauty blogger sono coloro che si dedicano a un settore molto preciso della cosmesi e parlano solo di quello: capelli, unghie, trattamento, make up.
 Il mondo della bellezza è molto ampio e spesso focalizzarsi su un singolo segmento può essere una scelta vincente per creare un beauty blog.

In questo modo puoi diventare super specializzato e appetibile per le aziende che fanno parte di quel settore. Ogni blogger ha il suo stile ed è fondamentale per te individuarlo. Man mano che inizierai a essere seguito ti renderai conto che le persone si affezionano al tuo modo di comunicare, che con il tempo diventerà la tua firma.

Da leggere: come diventare influencer

Come guadagna il beauty blogger

È la domanda che sento più spesso: ma come monetizzi con la scrittura? Come fai a guadagnare soldi con il blog? 
Ci sono diversi modi, puoi scegliere quello più adatto a te o studiare una strategia che preveda più strade.
 Ti indico le principali.

Banner pubblicitari sul sito

Questa è la fonte più semplice da mettere in pratica quando vuoi creare un beauty blog, ma necessita di un buon volume di traffico per avere qualche soddisfazione.
 Ricorda che i banner dovrebbero sempre rispettare il lettore del tuo blog, che è poi l’unico che può fare la differenza tra un progetto vincente e uno fallimentare.

banner pubblicità

Sì ai banner ma con qualche attenzione. Assicurati che non siano molesti durante la navigazione del sito e che siano pertinenti con i temi che tratti. Google, ad esempio, ha già dato parere negativo nei confronti dei banner invadenti da mobile.

Guadagnare con affiliazioni

Amazon e altri siti propongono piani di affiliazioni per guadagnare con un blog grazie a una percentuale. Questo avviene se una persona completa un acquisto partendo dal blog.
 Hai un link associato al tuo profilo che puoi inserire nei post dove parli dei prodotti. Se il lettore decide di darti fiducia tu guadagni una percentuale.

Content writer per altri blog/piattaforme

Altra soluzione. Potresti essere notato da qualche portale tematico e diventare un articolista freelance. Perché no.
 Quasi tutti i blogger professionisti tengono una o più rubriche periodiche su siti di riferimento per il settore in cui scrivono.

Sono progetti che prevedono un compenso economico, chiaro.
 È un ottimo modo per alimentare la tua notorietà, consolidare la tua immagine e reputazione di blogger.

Recensioni prodotti

Quando il blog inizia a essere autorevole nel settore potresti essere notato da qualche agenzia che si occupa di recensioni. Ti verrà chiesto di scrivere un post tematico – in linea con il tema trattato dal sito – all’interno del quale comparirà il prodotto.

Questo tipo di attività è una parte importante della strategia di marketing di molte aziende. Per essere scelto devi lavorare molto sulla qualità dei contenuti e sul posizionamento del tuo blog.
 Autorevolezza dell’autore, qualità del traffico e posizionamento sono fondamentali. Attenzione, non vendere link senza nofollow: questo è vietato di Google e se vendi collegamenti rischi una penalizzazione.

Progetti con le aziende cosmetiche

I brand cosmetici lanciano delle campagne marketing coinvolgendo i blogger. 
Per essere scelti è necessario creare un beauty blog con esperienza. Le aziende che decidono di associare la loro immagine a quel blogger vogliono essere sicure che lo stile comunicativo e il pubblico a cui si riferisce siano in target con i loro prodotti.

Business is business.
 Questi progetti prevedono solitamente un compenso economico o un sistema di raccolta crediti da convertire in buoni spendibili on line. Dipende se la tua partecipazione avviene tramite piattaforme dedicate (Buzzoole o Blogger Italia ad esempio) o se vieni contattato dall’ufficio stampa del brand.

Da leggere: come scrivere un articolo per un blog

Come creare un beauty blog

Prima di poter guadagnare, devi lavorare sulla qualità. È un passaggio ineliminabile se vuoi imporre la tua presenza on line, a maggior ragione in un settore vivace come quello beauty. I punti di partenza per iniziare bene sono questi:

  • Aprire un blog self hosted
  • Puntare sul piano editoriale

Questi punti sono essenziali. Nell’ultimo caso per gestire l’attività di content marketing con cura, nel primo invece punto sulla professionalità. Vuoi creare un beauty blog di successo? Non puoi presentarti con un dominio di terzo livello e non installare plugin necessari per una buona gestione e una personalizzazione del blog.

Investi da subito nel tuo blog

Si, lo so, hai letto da qualche parte che aprire un blog è gratis e non comporta spese. Questa affermazione poteva essere vera 10 anni fa, ma oggi non corrisponde più alla realtà.
 Almeno se vuoi creare un beauty blog di successo per guadagnare.

Nonostante fare un blog abbia dei costi contenuti, è sempre bene iniziare con il piede giusto e prevedere qualche piccola spesa per rendere il tuo progetto da subito professionale.
 In particolar modo dovresti comprare il prima possibile:

Quest’ultimo punto non è indispensabile, ci sono molti template gratis a disposizione. Ma se vuoi iniziare al meglio e aprire un beauty blog per guadagnare conviene essere professionali a partire proprio dall’estetica e dal design del progetto.

Studia una strategia comunicativa

Non puoi improvvisare se vuoi avere successo.
 Imposta un piano editoriale, il calendario degli argomenti di cui vuoi parlare. Analizza gli argomenti per il blog, scegli i migliori temi del momento. Ma non dimenticare i classici contenuti evergreen che possono portare traffico al tuo sito grazie a una buona ottimizzazione SEO.

Impara a usare i social e a differenziare i contenuti e il tone of voice per le diverse piattaforme. 
Pianifica quando realizzare le immagini per il blog e per i tuoi profili e crea immagini di qualità. 
In ambito beauty le persone amano vedere,

Ad esempio puoi creare un contenuto per mostrare la resa dei colori dei diversi prodotti applicati sulla pelle. Basta scrivere un articolo? Trova un modo originale per proporre la tua versione. Soprattutto, punta sui foto e crea video di qualità.

Scarica subito il modello di calendario editoriale pensato per le tue esigenze di blogging

Trova il nome giusto per il blog

La scelta del nome è fondamentale! 
Valuta come vuoi chiamare il tuo progetto e se il nome che hai scelto esiste già oppure no. 
Il nome è il tuo marchio di fabbrica.

Ragiona non solo in termini di sito ma anche social: l’attività di beauty blogger si muove tanto su Facebook e Instagram, il tuo nome deve suonare bene anche lì.

Impara sempre da chi ce l’ha fatta

Aprire un beauty blog pensando di diventare in poco tempo la nuova Clio non è una buona idea. Ma questo non significa che tu non debba trarre ispirazione dai progetti di successo.
 In questo caso il mio consiglio è quello di non scoraggiarti e insistere.

Potrà capitarti, all’inizio, di soffrire un po’ di frustrazione per non avere contatti con le aziende cosmetiche o non ricevere risposte quando provi a candidarti.
 Non mollare!
 I PR dei brand cosmetici ricevono decine di candidature ogni giorno.

come creare un blog di bellezza

Può capitare che la tua rimanga in disparte. Questo non deve farti desistere.
 Ogni progetto, se portato avanti con serietà e visione strategica può diventare vincente. Anche se non è il primo e anche se esistono già decine di blog simili.

Proponiti nel modo giusto con il target

Ci sono i puristi, quelli che ti diranno che non devi essere tu a scrivere a un’azienda ma aspettare che sia lei a contattarti dopo aver notato il tuo lavoro.

Poi ci sono gli spammoni, ovvero quelli che scrivono a tutto e a tutti, ogni giorno, a macchinetta. Fino a quando non vengono spostati nella casella dello spam.

Se è vero che non c’è cosa migliore di essere notati nella massa, è altrettanto vero che a volte, se non sei tu a fare il primo passo, nessuno lo farà al posto tuo. 
Proponiti in modo professionale preparando un media kit da inviare alle aziende.

È un ottimo biglietto da visita e dà l’idea che stai facendo le cose giuste.
 Mostrati interessato al brand ma senza eccedere. Mi raccomando: mai scrivere solo per ricevere prodotti gratis. Non vorrai farti la nomea dell’accattone, vero?

Studia, approfondisci, impara sempre

Hai aperto il tuo beauty blog perché la tua passione per il make up doveva diventare qualcosa di più. Ma la passione, da sola, non basta e te ne accorgerai presto.
 Anche se non hai competenze specifiche, studia e approfondisci il più possibile.

Chi arriva sul tuo blog cerca informazioni. Non vuole leggere la versione più lunga dell’etichetta del prodotto!. Impara a dare ai tuoi lettori un’esperienza completa, a consigliarli in modo sincero e veritiero. 
E a dire sempre la verità. Un prodotto non ti è piaciuto? Non è un dramma, con i toni giusti si può dire tutto.

Da leggere: blog di successo, ecco gli esempi

Come diventare beauty blog secondo te

Quella che ti ho raccontato è la mia esperienza dopo 8 anni di blogging nel settore beauty. 
In questo periodo ho avuto tante soddisfazioni e qualche porta in faccia. E più di una volta ho dovuto rivedere il blog e migliorare le cose che non andavano.

Cosa ha fatto davvero la differenza? La costanza. Hai anche tu un beauty blog? Stavi proprio cercando di capire da quale parte iniziare? Racconta la tua esperienza.

Impara a fare blogging
SHARE
Blogger e copywriter, cerco la bellezza ovunque intorno a me. Su estetarisponde.com parlo alle donne, spiego loro come scegliere i migliori trattamenti e prodotti cosmetici presenti sul mercato, basandomi sempre sulle esigenze e i bisogni reali delle persone. Il mio obiettivo? Andare oltre le etichette e i nomi blasonati per scovare le migliori eccellenze cosmetiche. Un prodotto di bellezza regala un sogno, io racconto quel sogno.

4 COMMENTI

  1. Grazie per questa guida che mi ha confermato fortunatamente 🙂 tutto quello che sto facendo sul mio beauty blog e che mi ha tolto un dubbio fondamentale. Ho da sempre evitato di contattare personalmente le aziende perchè stoicamente mi dicevo “altrimenti non vale, mi devono contattare loro”, il tutto per paura di finire nel grande girone infernale delle blogger che scrivono alle aziende per ricevere prodotti “aggratis”. Avendo un blog con numeri interessanti posso propormi con più serenità.

    • Proprio così Laura. Mai scendere a compromessi ed elemosinare campioncini per scrivere un articolo sul blog. Devi essere in grado di attirare le aziende sul tuo blog e contrattare. In qualche caso ci sta pure un passo da parte tua, ma fallo sempre rispettando la qualità del blog.

    • Ciao Laura!
      All’inizio ho evitato di contattare per prima le aziende e ho perso qualche bella occasione. Come si dice, indietro non si può tornare e ormai è andata così. Ho imparato, con il tempo e l’esperienza, che il “problema” non è tanto il contattare per primi ma i modi utilizzati per l’approccio.
      La parola chiave è professionalità. Quando si è professionali e con una base di lavoro solida si hanno anche le carte in regola per fare un primo passo fatto con cognizione di causa.
      In bocca al lupo per il tuo progetto!

  2. Brava Carlotta, ottimo guida!
    Vi segnalo un esempio francese che è quello di Sananas http://sananas-blog.com/, lei adesso monetizza moltissimo grazie a recensioni youtube e al lancio di prodotti in collaborazione con brand importanti. Per questo tipo di settore prendete spunto dal mercato UK e Fr, dove sono molti forti 🙂

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here