Cosa fa e chi è un copywriter: anatomia di un lavoro prezioso

Può essere freelance o avere un lavoro fisso, e magari ha anche uno stipendio interessante. Ma quella del copywriter è una delle professioni più belle. Anche se sei un entry level o se fai ancora la gavetta.

4

Il copywriter è quella figura professionale che crea slogan, headline vincenti, contenuti per pubblicità e inserzioni su giornali. Ma può scrivere i testi delle réclame televisive e su radio. Oppure si dedica alle pubbliche relazioni online e offline.

copywriter
Vuoi lavorare con la scrittura?

Insomma, chi lavora in questo settore si occupa della buona scrittura. Che si declina sul web e sulla carta, c’è un mondo intero da esplorare quando decidi di intraprendere la carriera di copywriter freelance o dipendente. Ma è così semplice?

Basta saper scrivere per lavorare nel settore e creare headline efficaci, sales letter vincenti e testi persuasivi? No, non proprio. Dietro al concetto di copy si nascondono sfumature e idee che non puoi ignorare. Vuoi approfondire?

Cos’è un copywriter: definizione e significato

Suggerisco di definire una volta per tutte cosa significa il termine copywriter. Secondo il Cambridge Dictionary questo elemento si riferisce a: “Someone who writes the words for advertisements”. Vale a dire qualcuno che scrive per pubblicità.

Quindi chi si occupa di copywriting, sul web o sulla carta stampata, lavora con le parole per influenzare il pubblico in modo da influenzare le vendite. L’uso delle parole diventa un’arma affilata e potente.

Tutto è al servizio del prodotto messo in commercio, la scrittura creativa si piega ai desideri del marketing, lo storytelling diventa strumento per le conversioni.

Da leggere: cosa studiare per diventare un professionista di web

Chi è il copywriter, cosa fa e competenze

Tutto dipende dal settore nel quale lavora. Il copywriter è quella figura professionale che si occupa di scrivere i testi, ma questo significa che può lavorare ovunque.

Il TV c’è bisogno di qualcuno che scriva i testi dello spot pubblicitario e lo stesso vale per la radio. In una pagina pubblicitaria gran parte del lavoro è affidata al copy che lavora insieme all’Art Director per creare un buon equilibrio tra testo e immagini.

Insomma, come dicevo prima, per capire cosa fa un copywriter bisogna contestualizzarlo. Io posso aiutarti, ecco la riflessione per orientarti in questo mondo.

Differenza tra digital, web e SEO copywriter

Il copywriter si occupa di testi pubblicitari, parole per spingere le persone verso un obiettivo economico. Quindi deve scrivere per vendere. Ma questo può avvenire su carta o supporti differenti. In quest’ultimo caso parliamo di digital copywriter.

Contenuti
Twitta questa citazione dedicata ai contenuti.

Con questo termine, infatti, si intende l’attività creativa che ruota intorno a supporti digitali, online o meno. All’interno di questo percorso è compreso il lavoro del web copywriter, persona capace di lavorare su diverse realtà dell’attività online:

  • Testi per siti web.
  • Articoli per blog.
  • Newsletter.
  • Sales letter.
  • Schede ecommerce.

Qui si inserisce la figura del SEO copywriter, il professionista che non si occupa di ottimizzazione per i motori di ricerca e posizionamento Google, ma declina le indicazioni per creare contenuti di qualità per il pubblico e i motori di ricerca.

Detto in altre parole, chi si occupa di SEO copywriting conosce le regole della scrittura persuasiva ma sa anche come ottimizzare, ad esempio, un tag title.

Differenza tra blogger, copywriter e web writer

All’interno del settore internet ci sono tante sfumature. Le differenze? Ecco la mia scelta: il copywriter è quella figura che lavora soprattutto su testi persuasivi e strettamente legati al posizionamento del brand, ad esempio naming e pay-off.

Il copywriter lavora sul dettaglio, il webwriter punta ai lavori più impegnativi in termini di quantità.

Il web writer si occupa della quantità. Deve scrivere i testi di un sito web e i post del blog e in questo caso può prendere il nome di articolista. Il web editor, invece, lavora sull’organizzazione dei contenuti da pubblicare.

Il digital journalist si posiziona come operatore dell’informazione che scrive pezzi giornalistici da pubblicare online. Mentre il blogger opera sulla narrazione in prima persona del suo punto di vista da una piattaforma di proprietà (e spesso lavora con i social network).

Sembra tutto molto confuso, vero? C’è da dire, comunque, che queste divisioni sono puramente teoriche e che spesso i ruoli si confondono e si mescolano.

Come diventare copywriter: piccola guida

Non c’è molto da aggiungere, questa professione attira le attenzioni di chi ama creare e vorrebbe scrivere per lavoro. C’è grande attenzione intorno a questa professione, ma molti si chiedono proprio questo: come diventare copy writer?

Te lo dico subito: non esiste un percorso definito. Nel senso che non esistono corsi di laurea o albi professionali. C’è solo, da parte di chi vuole intraprendere quest’attività, un grande amore per la creatività e la scrittura. Basta questo?

Ovviamente no. I miei consigli per diventare copywriter si dividono in 2 punti che ti aiuteranno a raggiungere il miglior risultato possibile per contrattare un tariffario.

Studiare

Per diventare copywriter devi leggere. Anzi, devi studiare e approfondire la teoria. Non basta amare la scrittura, devi conoscere la base e le regole. Però è necessario puntare sulle tecniche di persuasive copywriting e sui pilastri della comunicazione.

Esistono scuole per diventare copywriter? Di sicuro puoi trovare buoni corsi online e offline, ma non c’è un percorso ufficiale. Per questo suggerisco di iniziare dai migliori libri per fare copywriting. Ecco i testi che ritengo fondamentali per iniziare al meglio.

Esperienza

Il tuo percorso nel copywriting deve essere rivolto alla prova concreta, sul campo. Sporcati le mani, punta verso una posizione entry level e non aver paura di lavorare come stagista. Quanto si guadagna nel copywriting in questo caso? Poco.

Devi fare esperienza e per questo hai bisogno della gavetta. E la devi fare con intelligenza, lavorando con persone che possono aiutarti a imparare qualcosa.

Qui devi essere bravo a rubare i segreti del lavoro. Poi decidi cosa fare, quale strada prendere. In modo da aumentare il tuo stipendio da copywriter. Per lavorare al meglio ti consiglio di creare un buon portfolio, fondamentale per trovare clienti.

Come trovare offerte di lavoro come copy

Hai deciso che questo è il momento giusto per cercare offerte di lavoro come copywriter, magari lavorando da casa in part-time per iniziare. Quindi, quali sono i siti web per cercare impieghi dove vengono pubblicate annunci professionali:

  • Melascrivi.
  • Infojobs.
  • Jobrapido.
  • Lavoricreativi.com
  • Careerjet

In un articolo che ho scritto trovi i link ai siti per trovare annunci di lavoro copywriter. La mia opinione? Questi siti possono aiutarti a trovare qualche buon contatto.

Però io credo che per trovare lavoro come copywriter, a Milano come a Torino o a Roma, sia necessario lavorare in un altro modo. Ecco la mia idea: inbound marketing. Ovvero farsi trovare quando i clienti hanno bisogno di te e della tua scrittura.

Intercetta i tuoi potenziali clienti

Per trovare lavoro come copywriter io ti consiglio di lavorare sul tuo brand. E di farti trovare come professionista della parola. Il primo passo? Apri un blog.

Crea una piattaforma dedicata al lavoro nel mondo del copywriting. In questo modo puoi esercitare il tuo stile e, al tempo stesso, intercettare le persone che potrebbero essere interessate al tuo profilo. Come? Attraverso gli articoli.

inbound marketing
Il funnel di vendita dell’inbound marketing.

Tu scrivi, Google e social ti aiutano a portare traffico sui post e i link interni veicolano le visite sulle landing page. Qui proponi il tuo servizio di scrittura professionale.

Sembra facile, vero? In realtà è dannatamente difficile ma è la soluzione migliore, dal mio punto di vista, per trovare lavoro come copywriter freelance o dipendente.

A proposito meglio copywriter freelance o dipendente?

Non esiste una risposta netta, ma di certo all’inizio non puoi proporti come libero professionista. Devi trovare i clienti e sostenere i costi di una partita IVA. Che, ti assicuro, non sono uno scherzo. Il percorso migliore inizia come dipendente.

Poi scegli e ti orienti: se hai la possibilità di emergere e di diventare un professionista affermato puoi tentare la carta del copywriter freelance. E le soddisfazioni non mancano. Ma devi essere bravo, non basta avere due o tre clienti.

Da leggere: come diventare ghost writer

Dalla carta al digital copywriting: opinioni?

Secondo te è questo il percorso che ha fatto il copywriter? Siamo passati da una professione prevalentemente cartacea a un universo online? Oggi tutti si presentano come professionisti della scrittura ma è così? Come è cambiata questa professione nel tempo? Lascia la tua opinione nei commenti, aiutami ad approfondire.

SHARE
Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

4 COMMENTI

  1. Gran bell’articolo Riccardo.

    Credo che quella del copywriter sia una delle professioni più affascinanti, personalmente soffro il dover sfornare articoli giusto per rispettare un calendario editoriale, ovviamente aggiungo non essendo un copywriter.

    Oggi un bravo copywriter deve affiancare anche l’imprenditore per fare un buon lavoro, quindi se dovessi suggerire ad una persona che vuole fare strada con questa professione, gli consiglierei proprio di prendere passare la giornata con l’imprenditore e/o il venditore per prendere informazioni e trasformarle in articoli, oltre tutto quello che hai già scritto tu.

    • Il copywriter deve essere un venditore. Ecco perché il consiglio che mi hai dato è importante: seguire chi vende il prodotto imparare da ogni fase del funnel. per fare il copywriter devi avere le spalle grosse. Poco ma sicuro.

  2. Ciao Riccardo,
    ho letto il tuo articolo con estrema curiosità ed interesse. Dedicarsi a ciò che piace con assiduità e dedizione credo sia una delle cose fondamentali per riuscire al meglio nel proprio lavoro. Ti scrivo proprio perchè è un ambito che mi affascina molto fin da piccolina. Amo la scrittura ma quello che più amo è raccontarmi e raccontare attraverso essa. Sono una studentessa dell’ultimo anno di scienze della comunicazione e mi piacerebbe iniziare a conoscere quello che sono certa diventerà il mio mondo ancor prima di laurearmi. Volevo qualche consiglio su come intraprendere questa strada, iniziando magari a scrivere online per testate giornalistiche. Ti sarei molto grata se potessi darmi qualche dritta. Cordiali saluti.

    • Ciao Martina.

      Allora, per diventare copywriter non esistono percorsi stabiliti a priori. Nel senso che non è sufficiente aver fatto l’università e iscriversi a un corso.

      Quello che posso consigliarti è semplice: inizia a studiare i principali testi della professione e cerca lavoro in un’agenzia pubblicitaria (o magari web agency) per fare esperienza.

      Non pretendere subito buoni stipendi perché non arriveranno: devi fare la gavetta e stage come web copywriter, magari imparando le basi della SEO. Nel frattempo sporcati le mani con un progetto personale. Apri un blog e inizia a scrivere, nel frattempo fai esperienza in agenzia e studia per conto tuo o frequentando un corso privato.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here