Come trovare e affrontare il tuo primo stage come copywriter

Sei una giovane leva del mondo copy e hai bisogno di indicazioni per capire come lavorare bene? Perfetto, sei nel posto giusto: ecco i consigli per aumentare la produttività.

9

Vuoi immaginarti come stella danzante (cit.) rubata alla letteratura per arricchire il web con perle di bellezza. In realtà stai solo facendo uno stage come copywriter.

stage per copywriter
Tutti pronti per lo stage?

Questo significa che sei nel mirino. Non devi solo aumentare la produttività ma anche produrre qualcosa di buono per fare bella figura con il capo. E passare allo step successivo: diventare junior copywriter a tutti gli effetti. La verità? Devi rigar dritto.

Ravvivare il fuoco sacro della creatività è cosa buona. Ma è sempre giusto dare ritmo alla tecnica. Ecco, questi sono i miei consigli che metto in pratica tutti i giorniE che possono aiutarti durante il tuo stage come copywriter.

Come trovare un buon lavoro

Questo è il primo punto: vuoi fare uno stage per copywriter in una web agency specializzata in attività SEO, o magari in un’agenzia pubblicitaria. Per ora è indifferente, devi iniziare. Quindi il primo consiglio per trovare lavoro come copywriter che ti voglio lasciare è questo: non essere tanto esigente.

Se sei a un grado zero della professione devi solo imparare. Però è chiaro che, potendo scegliere, l’idea è quella di puntare in alto. Quindi ricorda di creare un buon portfolio e scrivere un curriculum efficace. Ma, soprattutto, di lavorare sul brand.

Puoi rispondere a tutti gli annunci (ci sono dei siti per trovare lavoro su internet molto interessanti) ma il primo passo che deve muovere un aspirante copywriter è questo: curare la propria immagine online.

Da leggere: cosa fa un SEO copywriter

Togli subito tutto il superfluo

Come puoi pretendere di lavorare bene se vieni interrotto da telefonate, messaggi, campanelli? E come farai emergere ciò che vale se rimane sommerso da aggettivi?

Chi vuole diventare copywriter, e ha studiato per intraprendere questa professione, ha imparato la lezione: togliere è il segreto della felicità.

Devi eliminare le distrazioni, nel lavoro e nella scrittura. Dimostra subito questa propensione se vuoi trasformare il tuo stage come copywriter in un trampolino.

Sfrutta Skype (solo se serve)

Posso dirti la verità? Non me la sento di staccare anche Skype. Per me è uno strumento di lavoro indispensabile ma resta una possibile fonte di fastidio, così lo imposto su “Non Disturbare” e spero di ricevere solo qualche messaggio via chat.

Però un bravo copywriter sa che una chiamata in viva voce può fare la differenza. Scrivere 20 email per non capire il senso di una frase vuol dire perdere tempo.

aumenta la produttività con skype
Con Skype aumenti al produttività – Fonte immagine

Stai lavorando a uno slogan o a una pagina pubblicitaria importante? Chiama, usa Skype. O il telefono se preferisci. Ma annulla le incertezze senza timore.

Controllare l’email è uno di quei gesti che ripeti con cadenza ossessiva? Probabilmente è anche una fonte di distrazione, soprattutto se devi farti strada tra scadenze. Pensa prima a consegnare e a rispettare la deadline: ai capi piace.

Mostra subito il tuo stile copy

Sai cosa significa lavorare come copywriter? Devi essere una sintesi ineccepibile di creatività e tecnica. Ma c’è un dettaglio che fa subito colpo: personalità.

Devi saper scrivere, questo è chiaro. Ma non serve un correttore di bozza: devi usare le parole per vendere. Il persuasive copywriting diventa il tuo Padre Nostro, la scrittura creativa l’Ave Maria. Ma non perdere di vista mai il tuo stile.

Usa subito il pensiero laterale

Vale a dire, non puntare subito alla soluzione più immediata e utilizzata. Non arrivare alla conclusione più semplice ma guarda la questione da un punto diverso.

Sali sul tavolo e osserva. Valuta le risposte immediate e pensa: c’è un modo diverso per fare tutto ciò? Posso arrivare a una conclusione differente, migliore, innovativa? Io me lo immagino così lo stage per copywriter: fuori dalle regole.

Impara bene le scorciatoie

Lavorare alla grande non vuol dire per forza rimanere oltre l’orario di ufficio e portare a casa il lavoro. Anzi, in qualche caso può essere sinonimo d’impegno. ma anche no.

Può essere un segnale di difficoltà. Non è un male usare scorciatoie e metodi per lavorare meno, a patto che il risultato sia quello giusto. Il digital copywriting si presta a tutto ciò: pensa alla routine di chi deve ottimizzare le schede ecommerce.

Per portare al termine il lavoro devi impostare una routine, uno schema capace di guidarti su binari noti. Non puoi inventare ogni volta il web copywriting per ecommerce: usare delle scorciatoie non è sbagliato, a patto che la qualità sia alta.

Non mentire mai sul lavoro

Millantare competenze e abilità vuol dire ritrovarsi in un mare di guai. Vuoi trasformare il tuo stage come copywriter in un lavoro a tempo pieno? Non sfruttare male le tue carte, trova la tua competenza e osa fin dove puoi. Ma non mentire.

Gestisci pause per la mente

Credi di essere una macchina invincibile? Beh, devo darti una brutta notizia: sei un comune mortale e come tutti noi hai bisogno anche tu di una pausa.

Pomodoro tecnica per rendere di più
Usa la tecnica del Pomodoro.

Stacca gli occhi dal monitor, prendi una boccata d’aria, vatti a prendere un caffè, fai tutto tranne che lavorare al computer. Lo so, vuoi fare bella figura ma questo non ti aiuterà a scrivere meglio. Dopo 15 minuti ricomincerai a operare come una lama.

Trova il tuo ritmo creativo

Ecco un’altra verità: nessuno può darti un modello da seguire. A me piace scrivere tutto d’un fiato nel mio silenzio mentale per poi ritornare sui singoli paragrafi per ottimizzarli e migliorarli, altri si muovono in modo completamente diverso, ma ognuno deve trovare il suo metodo di lavoro. Non esistono regole universali!

Per approfondire: i migliori siti per copywriter

Fare stage come copywriter

Hai la tua occasione: sfruttala: trovare un buon lavoro di questi tempi non è facile. Devi essere in grado di sfruttare le occasioni non solo per guadagnare, ma anche per imparare. Come diventare copywriter? Facendo la gavetta con quelli bravi.

Il tuo stage sarà un momento di formazione? Hai già fatto esperienza? Come lavori? E quali consigli daresti ai colleghi che vogliono intraprendere questa strada?

9 COMMENTI

  1. Post molto simpatico e vero. Aggiungo un ottavo consiglio, del tutto personale: sii di buon umore, ridi, prendila alla leggera. Nel mio caso, portare il cervello in giro senza guinzaglio, ossia con un po’ di sano umorismo, ha sempre dato ottimi risultati. Tutto il contrario di quando mi acciglio su un titolo spremendomi come se da una head dipendessero il futuro mio e del mio mutuo.

  2. Tutti consigli preziosissimi! Già da questo pomeriggio inizierò ad usare durante “le ore di lavoro” un altro browser… non ci avevo mai pensato.
    Grazie!

  3. “Less is more” è una tecnica produttiva che paga sempre. E più riesci a esprimere con chiarezza i concetti o le suggestioni che hai in mente nel minor spazio possibile, più riuscirai ad impressionare/interessare gli utenti ai quali ti rivolgi! 😉

  4. Bel post, tanta verità soprattutto.
    Io quando scrivo vado di getto, ma poi rileggo sempre e senza distrazioni altrimenti faccio il triplo della fatica a concentrarmi.
    Amo cosi tanto scrivere che sarebbe il lavoro perfetto.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here